Guido Almansi

critico letterario, scrittore e traduttore italiano

Guido Almansi (1931 – 2001), critico letterario e teatrale.

CitazioniModifica

  • L'isola per Stevenson non è un miraggio della salute, ma un passaggio da una malattia a un'altra malattia. Alla fine dell'avventura Jim non rimpiange certo quell'"isola maledetta"; il suo incubo non è più "il marinaio con una gamba sola" bensì il suono della "risacca lungo le coste". L'isola del tesoro è un testo molto più complesso di quanto appaia a prima vista. (da I tesori di Stevenson, la Repubblica, 8 gennaio 1991)

MaramaoModifica

  • Fatti tuoi
    Mogli e buoi, son fatti tuoi.
  • Il toro
    Il mattino ha il toro in poppa.
  • Il compenso
    M'illumino d'immenso
    Per un picciol compenso.
  • Culin culello
    Culin culello
    L'amore è bello
    Vicino a te...
  • Cacapipì
    Se la balena fa la cacca
    Sale nel mare la risacca
    Ma niente accade se il colibrì
    S'accinge a fare un po' di pipì.
  • Firenze
    Sull'Arno di cacca
    Si specchia una vacca.
  • Le mamme
    Di scuola ce n'è una sola
    Di mamma ce n'è una gamma.
  • Il conto corrente
    Tra il dire e il fare
    C'è di mezzo il mare.
    Tra il dire e il dolce far niente
    C'è di mezzo il conto corrente.
  • Dante
    Dante
    Era molto arrogante.
    Di parlare coi santi assumeva il diritto.
    Solo col Padre Eterno è stato un poco zitto.
  • Lepre in salmì
    Impallinare un povero leprotto
    È cosa da brigante o galeotto

    Cucinarlo con spezie rare e vino
    Mostra poca pietà per il meschino

    Ma quando lo si mangia è un'altra favola
    Cessa il moraleggiar quando si è a tavola.

BibliografiaModifica

  • Guido Almansi, Maramao, Longanesi, Milano, 1989.

Altri progettiModifica