Galantuomo

Citazioni sul galantuomo.

  • C'è molta distanza fra il pugnale di un assassino e il petto di un galantuomo. (attribuita a Mathieu Molé)
  • Carattere, infatti, universalmente considerato, è l'energia stessa della volontà, la forza suprema e più nobile della nostra natura; è il nome del galantuomo. (Augusto Alfani)
  • Drummond, stasera qui c'è della brava gente e della gente sana. Disgraziatamente, quasi per una coincidenza, tutti i galantuomini sono pazzi, e tutti i sani sono farabutti. (Gilbert Keith Chesterton)
  • È molto più facile [...] essere un eroe che un galantuomo. Eroi si può essere una volta tanto; galantuomini, si dev'esser sempre. (Luigi Pirandello)
  • E se maje villano fece azzione de galant'ommo, o fu jannizzero o cuorvo janco: pocca da le cevettole non nasceno aquele, né de la ciàvole palumme. (Pompeo Sarnelli)
  • Gli italiani amano più le rivoluzioni che i rivoluzionari, e più i galantuomini tenuti in sospetto dagli zelatori, che quelli in odore di santità. (Curzio Malaparte)
  • Il nostro merito ci attira la stima dei galantuomini, la nostra buona stella quella del pubblico. (François de La Rochefoucauld)
  • In principio erano i mezzomini, cioè mezze bestie che però, con l'andar del tempo, diventarono, almeno in parte, grandi uomini, cioè eroi.
    Nei tempi moderni sono spariti via via i gentiluomini, i galantuomini, e finalmente son quasi scomparsi perfino gli uomini.
    Ora son rimasti sulla scena i sottomini che stanno fantasticando intorno ai superuomini. (Giovanni Papini)
  • Se non avesse l'apparenza un po' cinica vorrei incominciare con una massima che io ritengo cardinale. Qualunque tu voglia essere, o galantuomo o briccone, siilo per intero.
    È certo che per te non temo l'ambiguità della interpretazione, né io mi credo obbligata a soggiungere: sii galantuomo. Tuttavia per galantomismo non intendo quella onestà rudimentale che consiste nel non rubare e che per una classe numerosissima di persone sarebbe affatto senza valore; nella stessa guisa che il pudore personale si chiama virtù solamente quando è applicabile alle donne e l'ubbidienza quando si tratta di frati, di soldati e di bambini. (Neera)
  • Si può essere orgogliosi di essere galantuomini, non mai di essere uomini d'ingegno. (Paolo Mantegazza)
  • Siete un galantuomo o un mascalzone? | Un po' dell'uno e un po' dell'altro. Come tutti, del resto. Un po' dell'uno e un po' dell'altro. (George Bernard Shaw)
  • Soltanto il galantuomo può truffare; del mariuolo notorio tutti diffidano. (Vittorio Imbriani)
  • Sono un galantuomo, dice, voglio dire che approvo la maggior parte delle mie azioni. (Paul Valéry)
  • Un galantuomo è spesso un briccone agghindato. (Xavier Forneret)

Giacomo Leopardi, Operette moraliModifica

  • Di tutto, eziandio che con gravissime ed estreme minacce vietato, si può al mondo non pagar pena alcuna. De' tradimenti, delle usurpazioni, degl'inganni, delle avarizie, oppressioni, crudeltà, ingiustizie, torti, oltraggi, omicidi, tirannia ec. ec. bene spesso non si paga pena; spessissimo ancora se n'ha premio, o certo utilità. Ma inesorabilmente punita, e a nulla utile e sempre dannosa, e tale che mai non ischiva il suo castigo, mai non resta senza pena, è la dabbenaggine (coglioneria) e l'esser galantuomo, ch'altrettanto è a dire.
  • – Io voglio che tu mi dica una cosa da galantuomo per l'ultima volta. A che ti ha giovato o giova agli uomini la virtù?
    – A non cavare un ragno da un buco. A fare che tutti vi mettano i piedi sulla pancia, e vi ridano sul viso e dietro le spalle. A essere infamato, vituperato, ingiuriato, perseguitato, schiaffeggiato, sputacchiato anche dalla feccia più schifosa, e dalla marmaglia più codarda che si possa immaginare.
  • Quelli che non hanno mai sperimentato il vivere onesto, non possono avere nella scelleraggine quella forza ch'ha un povero disgraziato, il quale avendo fatto sempre bene agli uomini, e seguita la virtù sin dalla nascita, e amatala di tutto cuore, e trovatala sempre inutilissima e sempre dannosissima, alla fine si getta rabbiosamente nel vizio, con animo di vendicarsi degli uomini, della virtù e di se stesso. E vedendo che se avesse voluto far bene agli uomini, tutti avrebbero congiurato a schiacciarlo, si determina di prevenirgli, e di schiacciargli esso in quanto possa.

ProverbiModifica

  • A lu galantomu ogni paisi è patria. (siciliano)

ItalianiModifica

  • Con l'inchiostro, una mano può innalzare un furfante ed abbassare un galantuomo.
  • Di notte si ritirano i galantuomini ed escono i birbanti.
  • Il tempo scopre tutto, perché è galantuomo.
  • L'interesse acceca anche i galantuomini.
  • La necessità fa più ladri che galantuomini.
  • Non basta esser galantuomo, bisogna anche esser conosciuto per tale.
  • Per il galantuomo non ci sono leggi.[1]

NoteModifica

  1. «Ogni paese al galantuomo è patria.» È rispettato ovunque.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica