Apri il menu principale

Fast Food Nation

film del 2006 diretto da Richard Linklater

Fast Food Nation

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Fast Food Nation

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2006
Genere drammatico
Regia Richard Linklater
Soggetto Eric Schlosser
Sceneggiatura Richard Linklater, Eric Schlosser
Produttore Jeremy Thomas, Malcolm McLaren
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Fast Food Nation, film statunitense del 2006 con Greg Kinnear, regia di Richard Linklater.

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Devo andare in tribunale per settimana prossima perché ho fatto causa a una società privata di Denver che vuole costruire un'autostrada sui miei terreni: "dominio imminente" del cazzo, io lo chiamo in un altro modo: furto. (Rudy Martin) [a Don, parlando dell'espropriazione per pubblica utilità]
  • Amico mio, devi fare un passo indietro e vedere le cose diversamente. Quarantamila persone muoiono in incidenti stradali ogni anno. A Detroit non devono più fare automobili? Devono chiudere? Certo che no. (Harry Rydell) [a Don]
  • Questo è il motivo per cui bisogna ribellarsi quando si è giovani. Se non lo fai adesso non lo farai mai più. Uniforme, uniformità; conforme conformità; monogamia, monotonia. (Pete)

DialoghiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Jack: Io ho un amico che insegna alla facoltà di Scienze alimentari, microbiologia. Questo semestre, alcuni dei suoi laureandi hanno deciso di analizzare in laboratorio la carne delle catene dei fast food. Be', sono riusciti ad avere un paio di Big One, di quelli surgelati – non chiedermi come – e il livello di coliforme fecale era alle stelle. Temo che questo potrebbe essere un problema per noi. Sai di cosa sto parlando?
    Don: Non esattamente.
    Jack: Sto parlando di merda nella carne.
  • Debi: Dopotutto immagino sia una questione di marketing: se i bambini muoiono dopo aver mangiato i tuoi hamburger sarà molto più difficile venderli.
    Don: Hai ragione, lezione di marketing numero uno: "non uccidere il consumatore, danneggia il tuo business".
  • Rudy Martin: Senta, qua non è la storia di quelli buoni contro quelli cattivi, ma della macchina che ha il controllo economico di tutto il paese, sembrano cose da fantascienza, i terreni, il bestiame, gli esseri umani... A questi non gliene frega un cazzo. Contano solo i soldi, solo i soldi, nient'altro ha valore, bisogna solo fare soldi.
    Don: Sembra molto squallido.
    Rudy Martin: In ogni caso lei mi sembra una brava persona, ma il cibo che vende la sua azienda fa schifo, totalmente schifo. Anche quando non c'è il letame dentro.
  • Alice: Abbiamo anche imparato una lezione.
    Paco: Sarebbe?
    Alice: Non fare qualcosa se non sai come diavolo farla.

ExplicitModifica

Hola, muchachos! Benvenuti negli Stati Uniti! (Benny) [porgendo due Itty Bitty Meal ai bambini appena arrivati clandestinamente dal Messico]

Altri progettiModifica