Carlo Campanini

attore italiano

Carlo Campanini (1906 – 1984), attore italiano.

Carlo Campanini

Citazioni su Carlo CampaniniModifica

  • Alla fine degli anni Trenta, approda nel cinema, dove si costruisce una più che ragguardevole notorietà, grazie soprattutto alle sue innate doti di simpatia e di comunicativa. [...] Il successo non si fa attendere: piovono per Carlo Campanini scritture su scritture dai registi più validi del cinema. Per tutti gli anni Quaranta – perfino nel periodo cruciale della seconda guerra mondiale – e i Cinquanta, è quasi insostituibile. Campanini gira anche dieci film all'anno, tanto da farsi affibbiare l'epiteto di "prezzemolo del cinema italiano", che dà sapore e gusto ai sapidi e deliziosi personaggi a lui affidati. (100 caratteristi del cinema italiano)
  • Nel 1939 [...] viene notato da Mario Mattòli, che intuisce le sue potenzialità di attore comico [...]. Da quel momento Campanini diventa uno degli attori più richiesti, iniziando un'attività frenetica nel cinema, sia in ruoli di spalla che di secondo o a volte di terzo piano che comunque non gli fanno trascurare la rivista, soprattutto nell'immediato dopoguerra. È proprio in questo periodo che Soldati gli offre il ruolo più prestigioso della sua carriera ne Le miserie del signor Travet (1945) dove è un misurato e convincente protagonista, cui purtroppo non c'è seguito alcuno tranne il personaggio del reduce ottimamente caratterizzato ne Il bandito (1946) di Lattuada. Campanini di lì a poco ritorna ai suoi soliti personaggi di contorno, sempre resi con partecipazione e convinzione tali da farlo considerare tra i migliori caratteristi del suo tempo. (Dizionario del cinema italiano)

FilmografiaModifica

Altri progettiModifica