Bird Box

film del 2018 diretto da Susanne Bier

Bird Box

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Bird Box

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2018
Genere thriller, fantascienza, drammatico, horror
Regia Susanne Bier
Soggetto dal romanzo di Josh Malerman
Sceneggiatura Eric Heisserer
Produttore Chris Morgan, Barbara Muschietti, Scott Stuber, Clayton Townsend
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Bird Box, film del 2018 con Sandra Bullock, John Malkovich e Trevante Rhodes, regia di Susanne Bier.

IncipitModifica

  • Abbiamo un posto, una struttura. Abbiamo una comunità. E' sicuro qui. Quanti siete? Ci sono bambini? Perché il modo più veloce per arrivare è via fiume. Non credo sia fattibile con i bambini. (voce proveniente da un telefono)

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Trovo consolante concentrarmi sulle cose sbagliate. (Malorie)
  • La cosa che succederà presto è che presto moriremo tutti. (Douglas)
  • La vita non è quello che è. E' ciò che potrebbe essere. E' ciò che puoi fare. Gli devi promettere sogni che non potrebbero avverarsi. Gli devi amare sapendo che potresti perderli in ogni momento, ok? Meritano sogni, meritano amore, meritano speranza, meritano una madre. (Tom)

DialoghiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • dott.ssa Lapham: So che è difficile amare qualcuno che ancora non si conosce.
    Malorie: Gran bella frase. Ha mai pensato di ricamarla su un sacchetto di lavanda? Potrebbe venderle nel negozio dell'ospedale.
  • Charlie: E' la resa dei conti. L'umanità è stata giudicata e siamo colpevoli. [...] Hanno nomi diversi, giusto? Tutte le religioni e la mitologia sono pieni di riferimenti a demoni o creature spirituali. Le persone che hanno visto queste creature descrivono il loro incontro come un'entità che assume la forma delle tue peggiori paure o della tua più profonda tristezza o un lutto. [...] Hanno tante forme diverse. C'è Aka Manah, ci sono i Daeva dell'antica leggenda zoroastriana. C'è Surgat delle antiche credenze occulte cristiane che faceva sì che le donne incinte immaginassero i loro figli sotto forma di creature diverse come aragoste o ragni. C'è la Huli-jing in Cina, c'è il Puca della mitologia celtica. Tutti nomi diversi ma la stessa cosa.
    Tom: E che sarebbe?
    Charlie: La nostra fine.
  • Douglas: All'istanza di divorzio la mia prima moglie ha dichiarato che definirmi un viscido sarebbe stato un affronto a tutti gli altri viscidi. La mia seconda moglie ha detto che non aveva più paura di andare all'inferno perché non poteva essere peggiore dall'essere sposata a me.
    Malorie: Credo che mi sarebbero piaciute.
    Douglas: Può essere. E poi Lydia. La terza volta è stata buona per me. Era la persona più gentile che avessi incontrato. Ma io sono qui e lei non c'è e lo sai perché? Perché alla fine esistono solo due tipi di persone: gli stronzi e i morti.

Frasi promozionaliModifica

  • Chi guarda muore[1]

NoteModifica

  1. Dal poster del film.

Altri progettiModifica