Utente:Asdalol/Sandbox

Su FedererModifica

  1. Guardando Federer viene da pensare: "È così che si gioca a tennis!" (Bud Collins)
  2. In realtà Federer sulla terra rossa perde quasi soltanto contro Nadal, nessuno ci toglie dalla testa che senza Nadal avrebbe chiuso già due Grandi Slam. (Vincenzo Martucci)
  3. Il suo dritto è micidiale, è un giocatore veloce e scattante ed ha un anticipo incredibile. Dove va la palla, lui c'è. Al colpo successivo, lui è lì. È così veloce che aspetta i colpi [...] Il suo servizio non è velocissimo ma riesce a colpire gli angoli, le linee laterali e la "T" del campo[...] Ha un bellissimo rovescio a una mano ed è un così grande piacere vedere un campione con un rovescio così, almeno per me! (Bud Collins)
  4. Sembra spuntato da un'altra epoca, lo si può immaginare con la racchetta di legno. Ha un tocco sensibile e uno stile fluido. È un atleta magnifico da osservare. (Bud Collins) Inserita
  5. Penso che Federer sia un giocatore incredibile, nella mia classifica è probabilmente il miglior giocatore di tutti i tempi, ha talento, abilità, una splendida personalità. Credo che non si esprima ancora abbastanza, che sia troppo introverso sul campo, si tiene tutte le emozioni dentro ma non può cambiare la sua personalità. Lui è un gentiluomo. (Ion Tiriac) Inserita
  6. Con il talento non si è necessariamente dei campioni. La cosa che più mi piace di Federer è il modo in cui ha dominato il suo talento, perchè il talento può essere la cosa peggiore per te. Federer è uno dei più talentuosi giocatori che ci siano ma ha deciso di servire il suo talento, di cambiare la sua vita. Ha cambiato la sua mentalità per sfruttare a pieno il suo talento. (Philippe Bouin - L'Èquipe premiato dall'ATP andrebbe pero creata la voce)
  7. È uno dei ragazzi più talentuosi ma al tempo stesso è stato abbastanza intelligente da capire che deve lavorare per usufruire a pieno del suo talento. (Philippe Bouin - L'Èquipe premiato dall'ATP andrebbe pero creata la voce)
  8. Credo che ogni giocatore che realizzi l'ambizione di una vita mostri al pubblico le sue emozioni. Perchè si dovrebbe nascondere una simile gioia? Penso che vedere Roger Federer scoppiare in lacrime mentre veniva intervistato in campo dopo la sua prima vittoria a Wimbledon fu bellissimo da vedere perchè era un grande campione che mostrava quanto significasse per lui: significava così tanto che non riuscì a controllarsi. (John Barrett - BBC premiato dall'ATP andrebbe pero creata la voce)


Su NadalModifica

  1. Colpisce di mancino con il suo poderoso top spin, rimane sulla linea di fondo e continua incessantemente a colpire, ed è così potente! E talmente giovane! Non ha mai perso una partita a Parigi! (Bud Collins)
  2. È così potente! E così veloce, per essere della sua altezza. È qualcosa che non c'era mai stato prima nel tennis, deve essere caduto dal cielo! (Bud Collins) Inserita
  3. È grande, grosso e veloce! Credi che il tuo colpo sia vincente.. No, lui è lì! Allora sarà vincente il prossimo.. No, lui è là! È semplicemente un giocatore come non se n'è mai visti prima. (Bud Collins) Troppo simile a quella sopra
  4. Lo zio calciatore, l'altro zio che gli fa da allenatore, il padre e la madre che sono giovanili.. Quando va a Maiorca, nella sua Manacor, Rafa Nadal respira. Non è perseguitato dalla gente, è un ragazzo del paese, del villaggio per cui ha la possibilità di scaricare lo stress che accumula durante i tornei. (Ubaldo Scanagatta)
  5. È uno straordinario tipo di guerriero, quindi grandi qualità agonistiche ereditate probabilmente in famiglia, lui viene da una famiglia di sportivi sia pure di calciatori, poi fortunatamente ha scelto il tennis. [...] Penso che Nadal non sia l'avversario ideale per nessuno, perchè trovarsi di fronte un giocatore che non accetta mai l'idea di perdere non è la cosa più semplice e più facile del mondo. (Rino Tommasi) Inserita
  6. A livello psicologico, credo che sia il giocatore con la capacità mentale più forte che abbia mai visto, io cominciai a giocare all'epoca di Borg, di McEnroe, di Lendl e di tutti questi grandi campioni credo che nessuno sia paragonabile al livello mentale di Rafael Nadal. Perchè Nadal è un vincente nato, un killer di natura, cioè Nadal quando perde un punto diventa matto. (Emilio Sánchez - ex tennista)
  7. È un giocatore diverso, già da piccolo è un giocatore che quando entra in campo richiama l'attenzione. Ricordo che a 15 o 17 anni noi organizzavao un torneo qui all'Accademia e venne Rafa Nadal e lo vinse. Ricordo che la gente non sapeva chi fosse e lo guardava dicendo: "Chi è quello?" (Emilio Sánchez - ex tennista)
  8. Ha un fisico paragonabile ad un velocista ma ha la resistenza di un maratoneta. [...] Quando si confrontano con lui all'inizio la partita è equilibrata però, dato che Nadal ha molto più fisico, dopo un'ora e mezza Rafael Nadal continua sullo stesso livello, mentre gli altri diminuiscono a poco a poco. (Emilio Sánchez - ex tennista)
  9. Il voler giocare alla morte ogni punto come fosse l'ultimo è una caratteristica di Nadal e questa caratteristica la troviamo fin dalle prime sfide con Federer, quando lo spagnolo era un giovane di belle speranze e Federer era già il numero uno del mondo. (Luca Marianantoni - Gazzetta)
  10. È un giocatore che non passa inosservato, è diverso e credo che per il tennis sia un bene. Ed è anche molto positivo per i giovani spagnoli perchè per loro è un idolo ed una star. Ma è anche uno che quando gli parli è umile, uno con cui puoi fare un discorso, è un ragazzo che si preoccupa della cause difficili ed a 22 anni ha già creato la sua fondazione. Organizza eventi contro la malaria: è un giocatore ma anche uno che si preoccupa per gli altri. (Emilio Sánchez - ex tennista)
  11. [Al Roland Garros]È incredibile, non perde mai una partita. Che ne diresti di sperimentare qualche sconfitta? Niente! Non Nadal, lui arriva, vince e si tiene il titolo. (Bud Collins) Inserita

Sulla rivalitàModifica

  1. La rivalità tra Federer e Nadal, nettamente favorevole allo spagnolo, credo sia stata segnata in modo indelebile dalle loro prime due sfide di Miami, quella del 2004 e del 2005. Nadal era sconosciuto, era 25 del mondo, Federer era già numero uno ma Nadal vinse la prima e nella seconda arrivò vicinissimo a batterlo, era avanti due set a zero e un break e poi nel tie-break del terzo set arrivò a due punti dalla vittoria. (Luca Marianantoni - Gazzetta)
  2. I grandi problemi che ha Federer con Nadal nascono sicuramente dalla tecnica e poi diventano psicologici. Nascono dalla tecnica perchè le armi migliori di Federer con il 99% degli avversari sono appunto questo dritto che va a schiacciare in un angolo l'avversario, il fatto di poter giocare questo rovescio slice con la palla che arriva molto bassa che mette in difficoltà tutti gli avversari e questa varietà che sicuramente può scombussolare qualsiasi altro apparato difensivo. Con Nadal tutto questo non conta. (Vincenzo Martucci)
  3. Sono sicuro che Federer diventa un fascio di nervi quando pensa a Nadal, perchè si chiede: "dove posso batterlo?" Perchè Nadal si è mostrato vulnerabile sulle superfici veloci ma ora sta venendo fuori. (Bud Collins)
  4. La Nadalite ha colpito tutti i giocatori di tennis, Nadal al momento è praticamente imbattibile. Il problema a questo punto è che Federer, purtroppo per lui, è costretto a giocare contro Nadal almeno sei volte all'anno sulla terra battuta e solo una volta sull'erba, per cui il bilancio sarà sempre, in ogni caso, favorevole allo spagnolo. (Paolo Bertolucci)