Tasse

tipo di tributo

Citazioni sulle tasse.

  • È impossibile essere sicuri di qualcosa se non della morte e delle tasse. (Christopher Bullock)
  • È sempre sorprendente, quasi commovente la fiducia che gli italiani hanno negli annunci sull'abolizione o sulla riduzione di un tributo. Purtroppo, però, la finanza pubblica mostra una glaciale indifferenza per la retorica e un ostinato attaccamento all’aritmetica, preferendo alle parole quei fatti molesti chiamati numeri. Capita così di dover costatare come spesso un tributo abolito sia solo un tributo sostituito da altro tributo o prelievo; magari futuro, come le clausole di salvaguardia IVA. (Ernesto Maria Ruffini)
  • Al mondo di sicuro ci sono solo la morte e le tasse. (erroneamente attribuita a Benjamin Franklin)
  • Il futuro sarà meraviglioso. Però le tasse e la morte saranno inevitabili. (Marcello Marchesi)
  • È una cosa che riguarda tutti i governi: i documenti più affidabili sono i documenti delle tasse. (V per Vendetta)
  • La bellezza non è una categoria applicabile alle tasse. Le tasse sono il prezzo che paghiamo per vivere in questa società. (Ernesto Maria Ruffini)
  • La morte e le tasse sono inevitabili. (Thomas Chandler Haliburton)
  • L'imposta in sé stessa è un male: ecco il vero concetto; e può non esser tale, quando è bene spesa non solo, ma anche quando è moderata e proporzionata. (Nicola Santamaria)
  • La polemica antitasse è irresponsabile. Dovremmo avere il coraggio di dire che le tasse sono una cosa bellissima e civilissima, un modo di contribuire tutti insieme a beni indispensabili come la salute, la sicurezza, l'istruzione e l'ambiente. (Tommaso Padoa-Schioppa)
  • La prima di tutte le interne calamità dell'Imperio fu il peso de' tributi. Finché i Romani ebbero nuove provincie a conquistare, gli eserciti furono mantenuti da' vinti, e l'erario ridondò di tesori. (David Winspeare)
  • Le tasse sono come la droga, se le paghi una volta, anche solo per provare, finisci che ti prende la voglia. (Qualunquemente)
  • Nel trattare d'imposte non converrebbe esclusivamente occuparsi di quello che il governo debba spendere, ma ricordare, almeno talvolta, quello che le popolazioni possono pagare. Parmi sarebbe assai più razionale per parte del governo il dire: – le popolazioni possono darmi tanto, dunque io posso spendere tanto, – di quello che: – io voglio spender tanto; dunque le popolazioni devono pagar tanto. – Avvertiamo che le spese possono ridursi: ammetterò pure che il servizio pubblico abbia a soffrire in alcuni casi; la potenza materiale almeno di ridurle esiste: ma non esiste possibilità né morale né materiale di ottenere un pagamento da chi non ha... (Luigi Pianciani)
  • [In prigione per non aver pagato le tasse in segno di protesta contro il Governo] Non mi sentii imprigionato neppure per un momento, e i muri mi sembrarono un grande spreco di pietra e di malta. Mi sentivo come se io solo, fra tutti i miei concittadini, avessi pagato la mia tassa. (Henry David Thoreau)
  • [Qualsiasi dazio] è una maniera di toglier la libertà... è questa la via di aprir l'adito ad un monopolio, il quale il più pernicioso diventa, perché è al coperto della legge. (Jean-François Melon)
  • – Signorina, si occupa lei di questi? Sono sudici. [le porge i guanti]
    – Certo, signor Hanley. [getta i guanti nel cestino]
    – Non si possono far pulire?
    – Conviene buttarli, signore! Calcolando le tasse, ci costa meno! (Ai confini della realtà)
  • Tutte le scuse sono buone per incendiare l'archivio delle tasse. (Marcello Marchesi)
Gli uffici dell'Agenzia delle Entrate a Milano

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica