Differenze tra le versioni di "Colonialismo"

391 byte aggiunti ,  3 anni fa
nessun oggetto della modifica
*I rapporti deformati e tarati tra esseri umani che furono creati sotto il colonialismo e esacerbati sotto quello che è chiamato generalmente [[apartheid]] hanno la loro rappresentazione psichica in una vita interiore deforme e tarlata. Tutte le espressioni di questa vita interiore, per quanto intende, per quanto segnate dall'esultanza o dalla disperazione, soffrono delle stesse tarpatura e deformità. ([[J. M. Coetzee]])
*Il colonialismo è filantropia più il 5 percento. ([[Cecil Rhodes]])
*Il colonialismo e la politica di razzismo impongono un esame di coscienza riguardo il tema dei diritti umani, che pesa ugualmente sulla coscienza di tutti gli uomini e di tutte le nazioni di buona volontà. La storia dimostra ampiamente che la libertà goduta da molti diventa fragile quando viene tollerata la negazione, anche solo a pochi, dei diritti umani basilari. ([[Haile Selassie]])
*L'invenzione della tradizione è l'aspetto culturale della colonizzazione: dopo la conquista della terra avviene la conquista delle anime. Se gli stati sono «artificiali» bisogna pure creare un passato che possa giustificarli: l'assoluta mancanza di un'idea di stato paragonabile a quella occidentale rende necessario la «riduzione a uno» delle forme di sovranità diffusa africana. I re diventano «il» re; le [[consuetudine|consuetudini]] divengono «la» legge prescrittivi e immodificabile. Il «tribalismo» diventa la tradizione peculiare dell'Africa e segna la sua «inferiorità». L'Africa non ha storia perché non ha scrittura e l'Europa colonialista la scrive attraverso gli accademici, gli amministratori locali, i missionari e gli antropologi che definiscono ogni tribù e ogni etnia, assegnando a ciascuna un territorio e separando le une dalle altre, in una visione lontana da ogni processo evolutivo. Le pratiche basate sulla consuetudine e pertanto flessibili e modificabili vengono sostituite dalle leggi della madrepatria e le popolazioni sono rieducate in modo da agevolare e consentire tale innesto europeo. [...] Il tribalismo è una conseguenza dell'impatto del colonialismo su forme di consapevolezza etnica che vengono trasformate da mezzo per rapportarsi agli altri secondo uno schema identitario in chiusura verso gli altri in funzione di un potere concesso. (''[[Storia dell'Africa (saggio)|Storia dell'Africa]]'')
*La corsa alle colonie è soprattutto la distruzione di società, stati, imperi che stavano attraversando un periodo di profondi rivolgimenti, tanto che si è parlato di «transizione interrotta». (''[[Storia dell'Africa (saggio)|Storia dell'Africa]]'')
*La fine del ventesimo secolo ha visto scomparire il colonialismo, mentre si ricomponeva un nuovo impero coloniale. Nel territorio degli Stati Uniti non c'è nessuna base militare straniera, mentre ci sono basi militari statunitensi in tutto il mondo. ([[José Saramago]])
 
*La geografia della fame è una leggenda: è legata solo alla passività, all'inerzia creata dal colonialismo nelle popolazioni autoctone. Faceva comodo al colonialismo incoraggiare la fatalità, la rassegnazione. [...] Esiste una condizione coloniale quando manca un minimo d'infrastruttura industriale per la trasformazione delle materie prime. Esiste una condizione coloniale quando il giuoco della domanda e dell'offerta per una materia prima vitale è alterato da una potenza egemonica: anche privata, di monopolio o di oligopolio? Nel settore del petrolio questa potenza egemonica oligopolistica è il cartello. Io lotto contro il cartello non solo perché è oligopolistico ma perché è [[Thomas Robert Malthus|maltusiano]] e maltusiano ai danni dei paesi produttori come ai danni dei paesi consumatori. ([[Enrico Mattei]])
 
16 329

contributi