Giorgio Caproni: differenze tra le versioni

*Mi hai scritto una lettera tragica, che mi fa paura (). Che posso dirti? Sono vecchio anch'io, ho anch'io tanti malanni addosso e intorno (): sei stato grande nel dolore, nella gioia, nella vita. Sempre. E ora vuoi "buttarti giù dalla finestra"? Son pensieri degni di Carlo Betocchi, questi? Anch'io sono vecchio, ti ripeto. Anch'io mi trovo sull'orlo.<ref>Da una lettera a [[Carlo Betocchi]]; citato in ''Corriere della sera'', 1 aprile 2008</ref>
*''[[Eugenio Montale|Montale]], | ciottolo roso, | dal greto che più non risuona, | ha tolto una canna | bruciata dal sole, | e intesse liscosa canzone.''<ref>Da ''Epigramma'' in ''Res Amissa''</ref>
*''Ora che più forte sento | stridere il freno, vi lascio | davvero, amici. Addio. | Di questo, sono certo: io | son giunto alla disperazione | calma, senza sgomento. | Scendo. Buon proseguimento''.<ref>Da ''Congedo del viaggiatore cerimonioso'', "Congedo"; citato in ''Dizionario delle citazioni'', a cura di Italo Sordi, BUR, 1992. ISBN 88-17-14603-X</ref>
*''Tonica, terza, quinta, | settima diminuita. | Resta dunque irrisolto | l'accordo della mia vita?''<ref>Da ''Cadenza'', 1972</ref>
*''Un semplice dato: | Dio non s'è nascosto. | Dio si è suicidato.''<ref>Da ''Deus absconditus'', in ''Il muro della terra'', Garzanti</ref>
29 324

contributi