Apri il menu principale

Scapolo

pagina di disambiguazione di un progetto Wikimedia

Citazioni sullo scapolo

  • È una verità universalmente riconosciuta che uno scapolo provvisto di un ingente patrimonio debba essere in cerca di moglie.
    Per quanto al suo primo apparire nel vicinato si sappia ben poco dei sentimenti e delle opinioni di quest'uomo, tale verità è così radicata nella mente delle famiglie dei dintorni, da considerarlo legittima proprietà dell'una o dell'altra delle loro figlie. (Jane Austen)
  • – Eh, ma sono le sei e mezza!
    – Per uno sposato sarà tardi, ma per gli scapoli è presto. (La bestia umana)
  • Gli scapoli sono convinti che le donne sposate pendano dalle labbra del marito e siano disposte a bere qualunque frottola, purché sia raccontata da lui. (Jerome K. Jerome)
  • «Scapolare» significa in italiano svignarsela, fuggire al càpulum nome latino che vuol dire cappio o nodo. Vi è un accento pessimistico nel linguaggio che chiama «scapolo» il «celibe». La saggezza recondita e maliziosa delle parole sembra dire al celibe: «Sei fuggito al càpulum, te la sei svignata, sei libero e furbo!» (Remo Cantoni)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica