Rita da Cascia (miniserie televisiva)

miniserie televisiva del 2004

Rita da Cascia

Miniserie TV

Questa voce non contiene l'immagine della fiction televisiva. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Rita da Cascia

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno

2004

Genere biografico, drammatico
Episodi 2
Regia Giorgio Capitani
Soggetto Maura Nuccetelli
Sceneggiatura Maura Nuccetelli, Elisabetta Lodoli
Rete televisiva Canale 5
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Rita da Cascia, miniserie televisiva del 2004 con Vittoria Belvedere, regia di Giorgio Capitani.

Episodio 1Modifica

  • Signore, benedici questo cibo e aiutaci a vivere in pace, almeno nei nostri cuori. Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.[1] (Antonio)
  • Rita: Sto facendo di tutto per aiutarlo a cambiare. Ti giuro che non mi arrenderò finché non ci sarò riuscita.
    Amata: Cerca di capire lui prima di pretendere che lui capisca te. Stagli sempre vicino. Non giudicare mai, prima perdona.
  • Il mio cuore è amaro e pieno di rabbia. Gesù, ti supplico, addolciscilo tu. Se il mio cuore ora è cieco, ti prego, aiutami, dagli di nuovo la luce. (Rita) [preghiera]

Episodio 2Modifica

  • Il vero perdono non chiede mai nulla in cambio. (Rita)
  • Amare ogni giorno e saper perdonare chi ci odia, è questo il senso della pace, che desidero più di ogni cosa. (Rita)
  • Ci sono due tipi di pace, Guido. La pace degli uomini e la pace che ci viene data dal Signore, quella imposta con le armi e quella che nasce dal cuore. La prima è molto fragile, perché è fondata sulla paura, e la seconda è vera perché è fondata sull'amore. (Rita)

Citazioni su Rita da CasciaModifica

  • Due incontri mi hanno cambiata: il primo fu quello con Paola Petri, moglie del regista Elio Petri. Ero giovanissima, [...] ho capito di volere fare sul serio l'attrice. L'altro incontro è stato quello con la fede: me ne sono resa conto girando Rita da Cascia, una miniserie televisiva sulla santa diretta da Giorgio Capitani nel 2004. Sentivo dentro di me una forza incredibile, quella che fino a oggi ha accompagnato la mia vita. (Vittoria Belvedere)

NoteModifica

  1. Cfr. Gesù, Discorso della Montagna: «Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio».

Altri progettiModifica