Apri il menu principale
Abiti rinascimentali

Citazioni sul Rinascimento.

  • Amo il Rinascimento a causa della sua mescolanza di cattolicesimo e di paganesimo, e del suo rifarsi come a una pietra di paragone agli antichi Romani. (Henry de Montherlant)
  • Due sono i tratti salienti della cultura rinascimentale che incidono sulla speculazione Metafisica: l'inquietudine spiriruale e la laicizzazione della cultura. (Battista Mondin)
  • È ormai dimostrato che il Rinascimento, dovuto in principal modo ai Fiorentini, più che agli esempi dell'architettura romana si ispirasse a quelli della scuola romanica della stessa Firenze. Gli archi girati sulle colonne, gli architravi piegati ad angolo retto come le cornici di un quadro, le finestre i cui stipiti girano senza interruzione sull'arco respettivo, e tante altre particolarità dell'architettura fiorentina del Rinascimento, non hanno riscontro negli antichi monumenti, ma soltanto negli edifizi medievali di questa città. (Igino Benvenuto Supino)
  • Il Rinascimento e Leonardo si spensero insieme. (Gaetano Negri)
  • Il Rinascimento nel suo apogeo, cioè appunto nel periodo in cui dipinse Raffaello, fu l'epoca unica, nella storia del mondo moderno, in cui l'arte arrivò ad esprimersi con una perfezione tale di forma e di sentimento, non mai ancora sognata, né più raggiunta dopo quel tempo, per un equilibrio completo tra l'ideale e il reale, tra l'anima e il corpo, tra l'arte e la natura. (Evelyn Franceschi Marini)
  • In questo periodo meraviglioso per l'Italia, che durò circa un secolo, compreso tra la seconda metà del Quattrocento e la prima del Cinquecento, sembrerebbe che, per qualche strana ed insolita munificenza della fortuna, L'Italia desse una così ricca fioritura di genio, da esaurire in tale sforzo la sua potenza creatrice; poiché, dopo Michelangelo, l'arte – come pianta stanca di aver dato tanta abbondanza di frutti – cadde nel languore, per poi morire d'inedia verso la fine del Seicento. (Evelyn Franceschi Marini)
  • La concezione medievale era fondata sull'idea di un'altra vita e di un ordine di cose superiore. Il Rinascimento ruppe con questa percezione. Invece di cercare sempre l'ordine trascendente, considerando tutte le cose alla luca di un anelito a questo ordine superiore, l'uomo del Rinascimento comprendeva solo quanto poteva vedere e sentire in modo naturale (Plinio Corrêa de Oliveira)
  • La modernità, che sta giungendo alla propria fine, venne concepita all'epoca del Rinascimento. Noi oggi stiamo assistendo alla fine del Rinascimento. (Nikolaj Aleksandrovič Berdjaev)
  • Non fu per caso che l'Italia divenne la patria del Rinascimento e perciò la culla del pensiero moderno. In Italia meglio che in ogni altro luogo si era mantenuto il legame coll'antichità, ed allorché venne di nuovo tratta alla luce la letteratura antica, poterono gli Italiani appropriarsela in modo autonomo e tutto loro proprio, poiché essa era l'opera della loro stessa antichità, carne della loro carne, ossa delle loro ossa. (Harald Høffding)
  • Quel periodo della vita intellettuale d'Europa che chiamasi Rinascimento distinguesi in parte per il distacco dalla servile, sconnessa e limitata concezione medioevale della vita, ed in parte per l'aprirsi dello sguardo a nuovi orizzonti e lo spiegarsi di nuove forze spirituali. Ad ogni rinascita entrano contemporaneamente in azione due fatti: lo staccarsi dall'antico e lo svolgersi di una nuova vita. Ma nella vita dello spirito umano è certamente unico il fatto, che ambo gli aspetti del passaggio ad una nuova epoca risaltino in così ricca misura come qui. In altri periodi di transizione abbiamo generalmente il sopravvento dell'uno di essi sull'altro, o della critica negativa o del nuovo contenuto positivo. Il Rinascimento ha invece questo di particolare che in esso la vita nuova porta essenzialmente con sé la critica dell'antico. Qui stanno la sua salute e la sua forza. (Harald Høffding)
  • Qui se non mi sbrigherò, arriverà il Rinascimento e non ci sarà tempo che per dipingere! (Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso* (*ma non avete mai osato chiedere))

Ezra PoundModifica

  • Il Rinascimento cercò e raggiunse un realismo. Esso sorse in una ricerca per la precisione e declinò a causa della retorica e del pensare retorico, a causa di un'abitudine di definire una cosa sempre in termini di qualcosa di altro.
  • Il Rinascimento non è un'epoca, ma un temperamento.
  • La pedanteria del Rinascimento doveva essere stata insopportabile.

Altri progettiModifica