Quiz dai film

lista di un progetto Wikimedia

Raccolta di quiz tratti dai film.

  • [Incipit del film] A Jamal Malik manca una risposta per vincere venti milioni di rupie. Come ha fatto?
A: Ha imbrogliato
B: È fortunato
C: È un genio
D: Era scritto.
[Explicit] D: Era scritto. (The Millionaire)
  • – Cos'è la punzonatura?
    – Eh, la punzonatura... Eh, dunque... Eh-ehm, dicesi punzonatura un... Quando... L'acqua... Non me lo ricordo più...
    [Con tono derisorio] Non se lo ricorda più!
    [Risate concertate]
    – No, eh, sì... Mi sembra, insomma... Forse si potrebbe ipotizzare che la punzonatura è un... è una cattiva azione, cioè quando si dice "gli ha dato una gran punzonatura"... Ah, sì è quando uno sciame d'api che... No, è un piatto regionale abruzzese...
    [Con tono derisorio] Un piatto regionale abruzzese! [Nuovamente risate concertate] (Fantozzi contro tutti)
  • [Ercole Pappalardo deve essere esaminato da una commissione di maestri per poter avere la licenza elementare]
    – Qual è il lago più grande d'Italia, signor archivista capo? È facile, lo dice anche il nome, non è vero? Il lago più grande d'Italia...
    – Lo dice anche il nome...
    – Eh, lo dice anche il nome, certo...
    – Lago Maggiore!
    [Risolini] Me lo immaginavo! Me lo immaginavo che ci cascava! Il Lago Maggiore non è il lago più grande d'Italia. Si dice "Maggiore" ma non è maggiore. Il Lago di Garda è maggiore di lui, che appunto è il lago più grande d'Italia. Carina, non è vero? [Risolini] Spiritosa! Mi prende un inconvulso! [Serio] Vogliamo fare qualche domandina sulla storia, signor archivista capo?
    – È suo diritto.
    – Dunque, vediamo un po'... Signor archivista capo, dov'è morto Garibaldi?
    – Garibaldi?
    [Uno degli esaminatori gli suggerisce la risposta esatta, ma il signor Pappalardo legge male il labiale]
    – Capri!
    [Risolini] Lo sapevo! Di nuovo! Molto spiritoso, signor archivista capo! Ve lo immaginate Garibaldi a Capri con la sua barba, con il suo slip, che fa i tuffi dal faraglione! [Serio] Caprera! Garibaldi è morto a Caprera, signor archivista capo! Qual è il nome di un pachiderma, signor archivista capo?
    – Un pachiderma qualunque?
    – Un pachiderma.
    [Uno degli esaminatori mima un elefante, facendo notare la proboscide]
    Bartali![1]
    – Vedo che non ha perso l'abitudine d'insultare i suoi superiori, signor archivista capo!
    – Ma signor maestro, io non so nemmeno cosa significa un "padicherma"! Ecco, già lo so, lei ce l'ha con me per la storia del pappagallo.
    – Perché parla del pappagallo?! Che c'entra il pappagallo?! Costui vuol fare l'archivista capo e non conosce le nozioni più elementari. Quindi ritengo, a ragion veduta, che non può avere la promozione.
    – È rovinato...
    – Senz'andro bocciato... Senz'andro bocciato...
    – Mi dica un po', signor archivista capo... Ehm, signor maestro... permette che le faccia una domanda?
    – Avanti, signor archivista capo, mi faccia una domanda.
    – E allora mi saprebbe dire che significhi la parola "palliatone"? Che significhi?
    – "Palliatone"? Perché, lei lo sa, signor archivista capo?
    – Se non lo sapessi non sarei qui, non le avrei fatto la domanda.
    – E allora ce lo dica, signor archivista capo, che cosa significa "palliatone".
    – Permette, vuole alzarsi?
    – Prego.
    [Il signor Pappalardo, una volta che il maestro si è alzato in piedi, gli da delle pacche sulle spalle e gli prende i baveri della giacca]
    – Quindi lei non sa che cosa significa "palliatone"?
    – Non lo so. Non esiste.
    [Il signor Pappalardo lo strattona, gli blocca la testa tentando di morderla e gli lancia addosso i fogli] (Totò e i re di Roma)
  • Uscì il bando di concorso per trenta posti di segretario comunale.
    Era come un telequiz. Salvo che nel cosiddetto mondo del lavoro, i milioni te li davano a rate, un tanto ogni mese per tutta la vita, finché un ictus non ti beccava tra una richiesta di carta igienica e l'altra.
    Domanda: Cosa sono i mitili?
    Risposta:
    A – Soldati dell'antica Roma.
    B – Molluschi marini.
    C – Persone umili e miti.
    La chiamavano prova di cultura generale. (Tutti giù per terra)

NoteModifica

  1. Battuta ridoppiata. La risposta originale era «De Gasperi», in quegli anni Presidente del Consiglio. Cfr. Polese Ranieri, Totò, il governo e le forbici della censura, Corriere della Sera, 28 gennaio 2005, p. 37.