Nevada Smith

film del 1966 diretto da Henry Hathaway

Nevada Smith

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Nevada Smith

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1966
Genere western
Regia Henry Hathaway
Soggetto Harold Robbins (romanzo)
Sceneggiatura John Michael Hayes
Produttore Joseph E. Levine
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Nevada Smith, film del 1966 con Steve McQueen, regia di Henry Hathaway.

FrasiModifica

  • Signora McCanles, ho un cavallo, un fucile e otto dollari. Basteranno. (Nevada)
  • Io vendo armi, non insegno ad uccidere. (Jonas)
  • 25 cents per le pesche e 10 cents per il libro. Buffo, vero? Le idee non pesano molto, ma le pesche sì. I trasporti si pagano a peso. Quei libri... Ah, be' non ha importanza. La gente ha più fame nello stomaco quanto non ne ha nella testa. (Negoziante)
  • Non so dirti da che parte andare. Ma se vuoi trovarli, va dove girano soldi. Quando ne hanno, vanno dove possono spenderli e se non ne hanno vanno dove possono rubarli. (Jonas)
  • Maneggiare un'arma è solo la metà dell'arte. Bisogna anche conoscere gli uomini. E ti ci vorrà il resto della tua vita e quindi bada di non fidarti di nessuno fino ad allora. Si studia in precedenza le tue mosse. Scegli il posto per batterti. Non fare minacce. Non farti mai indietro se ti minacciano. (Jonas)

DialoghiModifica

  • Nevada: Ehi, ma com'è che siete così gentili, dopo quello che vi ho fatto?
    Cowboy nel bosco: Be' ciascuno in questo mondo è un po' matto a modo suo.
  • Jonas: Hai mai puntato un'arma su un uomo?
    Nevada: No.
    Jonas: E hai intenzione di farne fuori tre, eh? Bang, bang, bang. E pensi che ti riuscirà, solo perché sei dalla parte della ragione?
    Nevada: Vuol dire molto.
    Nevada: Seppelliscono uno sceriffo alla settimana qui, lo sai?
  • [Nevada manca un piatto che Jonas aveva lanciato in aria] Jonas: Vattene a casa, figliolo e prendi una scorciatoia.
    Nevada: Ma avevo il sole negli occhi e poi non me lo aspettavo.
    Jonas: E credi che uno stia lì tranquillo aspettando che ti sia messo il sole alle spalle? E magari ti avverte quando è il momento di sparare?
    Nevada: Io colpisco un coniglio a 80 metri col fucile.
    Jonas: I conigli non rispondono al fuoco. E poi come fai a puntare un fucile in un saloon?
    Nevada: Non ci sono mai stato in un saloon.
    Jonas: Senti, solo per trovarli, dovrai girare e frugare ogni saloon, ogni casa da gioco e ogni bordello che esiste fra qui e il Messico. A cosa credi di stare appresso, a tre preti? Pensi di sparargli col fucile a 80 metri mentre escono da una chiesa sociale? Tu stai inseguendo tre uomini che rubano perché sono troppo pigri per lavorare, ammazzano per il gusto di ammazzare e si nascondono come topi fra i rifiuti. Se vuoi trovarli, dovrai mangiare, bere e rotolarti fra i rifiuti come loro, finché non riuscirai a ragionare e a puzzare come loro.
    Nevada: Farò quello che dovrò fare.
  • Jonas: Non è così facile, ragazzo. Trovarli sarà una cosa. Ucciderli un'altra.
    Nevada: Troverò il sistema.
    Jonas: Già... Io ho venduto armi e munizioni a uomini così per 15 anni, conoscono più modi di storpiare e uccidere un uomo di quanti tu possa mai immaginare. Ti spareranno alle spalle. Ti intrappoleranno. Ti taglieranno la gola mentre stai dormendo. E tu dalla tua non hai altro che la spinta di una cieca vendetta indiana.
  • Jonas: Non sai neanche leggere?
    Nevada: Non sono mai andato a scuola.
    Jonas: E scrivere?
    Nevada: Be', se sapessi scrivere, saprei leggere, no?.

Altri progettiModifica