Napoli velata

Film del 2017 diretto da Ferzan Özpetek

Napoli velata

Immagine Palazzo_Mannaiuolo,_interno.jpg.
Titolo originale

Napoli velata

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 2017
Genere drammatico, thriller, noir
Regia Ferzan Özpetek
Soggetto Gianni Romoli, Valia Santella, Ferzan Özpetek
Sceneggiatura Gianni Romoli, Valia Santella, Ferzan Özpetek
Produttore Tilde Corsi, Gianni Romoli
Interpreti e personaggi

Napoli velata, film del 2017 con Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Borghi, Anna Bonaiuto e Peppe Barra, regia di Ferzan Özpetek.

FrasiModifica

  • Ssshhh! Zitti! Silenzio! chesta è 'na storia antica. Anzi, eterna. Da quando è nato il mondo 'e cose so' ghiute semp' accussì. Eppure io non ho mai potuto trovare filosofo o scienziato ca ma sapesse svelare questo mistero! E alla base di questo mistero che ce sta? N'ommo e 'na femmena. Un uomo e una donna. Se guardano, si studiano, se scrutano, se tornano a guarda'... e hanno già capito tutte cose. E poi... e poi arriva la prima notte! A chiù bella! Quella che si ricorderanno pe tutt' 'a vita loro! Oh Gesù, Giuseppe e Santa Maria, siate la salvezza dell'anima mia! (Pasquale)
  • La gente non sopporta troppa verità! (Adele)
  • Quando ero giovane io, ero talmente bello che si voltavano gli orologi. (Pasquale)
  • Ancora stai a guardare se uno che ti piace è giovane, vecchio, maschio o femmina o ricco o povero? Ringrazia il cielo che te l'ha mandato! (Catena)
  • L'amore ci sarà. Hai due possibilità. Se scegli quella giusta, male non va. (Fattucchiera Donna Assunta)
  • Adriana ti devi trovare un uomo. Uno che sta ogni giorno con te, che ci fai dei figli. Poi dopo ci metti pure le corna, ma l'amore eterno, la passione... Lascia perdere Adria', pensa a campa'. (Adele)
  • La verità è figlia del tempo. (Pasquale)
  • A Napoli? A Napoli e non lo sa? Na parola in chiù, una parola in meno... sape tutt' 'e ccose! Però sarebbe carino se lo sapesse dalla tua bocca. (Pasquale)
  • Quando si dice ma non c'è la prova, rimane sempre una leggenda. (Adriana)

DialoghiModifica

  • Catena: A me questi guaglioni con barba e baffi mi piacciono troppo assai.
    Pasquale: E fai male, è una maschera che fanno gli hipster. Senza barba ti accorgi che ti sei fatta tanti cess'.
  • Andrea: Ha qualcosa da fare domani?
    Adriana: No, è domenica.
    Andrea: Io invece ho un appuntamento alle dieci. Vuol dire che non dormirò per niente.
    Adriana: Perché?
    Andrea: Perché io e lei passeremo la notte insieme.
  • Adriana: Appena sveglia già la lasci così la tua amante?
    Andrea: Sei la mia amante?
    Adriana: Cosa sono?
    Andrea: Non lo so, decidi tu. Puoi essere quello che vuoi. La mia amante, la mia compagna, la mia fidanzata, la mia amica.... Più cose sei, meglio è. Così quando finisce una inizia l'altra.
  • Pasquale: Diciotto!
    Regginella: Ha fatto un altro miracolo, si è squagliato pure chist'anno! Diciotto, il sangue.
  • Pasquale: Reggine', il monaco, il caffè, Pulcinella, Maradona... ma che significa? Che significa chist nummeri?
    Regginella: È Napoli. 42, u caffé. 18, u sangue. Lo dicono i numeri: è Napoli. Questa città, i suoi segreti, non li svela a nessuno.

Altri progettiModifica