Lucio Caracciolo

giornalista e geopolitologo italiano (1954-)

Lucio Caracciolo (1954 – vivente), giornalista, politologo e accademico italiano.

Lucio Caracciolo

Citazioni di Lucio CaraccioloModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • La prima priorità per qualsiasi paese debba affrontare una guerra è la coesione del fronte interno. Se poi il soggetto in questione è l'America, vale doppio. La sua più cocente sconfitta, in Vietnam, nacque dal crescente rifiuto dell'opinione pubblica, compresa parte delle sue Forze armate, di sostenere i costi non solo umani di quel conflitto. Per mandare la tua gente a morire devi sapergli spiegare perché. E convincerla.[1]
  • [Sulla sconfitta statunitense in Afghanistan, pochi giorni dopo la caduta di Kabul] Fondamentalmente, è una sconfitta annunciata che è stata gestita nel peggior modo possibile. Pensiamo solamente a quello che è stato, per esempio, il ritiro sovietico dall'Afghanistan: lasciò lì un governo, più o meno filorusso [Repubblica Democratica dell'Afghanistan], per un paio d'anni. Diciamo che si poteva organizzare molto meglio il ritiro. Non è stato fatto e questo, a mio avviso, dipende innanzitutto da una crisi americana che poi si riflette anche nelle sue proiezioni esterne. Il punto fondamentale è che l'America sta vivendo una fase di crisi, culturale prima di tutto, che si riflette nella sua proiezione nel mondo. È evidente, lo dicevano gli stessi americani, che quella guerra ormai era diventata completamente inutile e controproducente. Averci messo vent'anni per capirlo e per uscirne in questo modo, la dice lunga su un abissale deficit politico, culturale, prim'ancora che militare.[2]
  • [...] sicuramente Draghi è un moltiplicatore della nostra potenza. Il guaio di Draghi è che è un pilota da Formula uno che guida una Formula tre.[3]
  • La geopolitica è l'analisi dei conflitti di potere in spazi e tempi determinati. Per questo incrocia nel suo ragionamento competenze e discipline diverse: dalla storia alla geografia, dall’antropologia all’economia e altre ancora. Non è scienza: non possiede leggi, non dispone di facoltà predittive. È studio di casi specifici, per i quali è necessario il confronto fra le diverse rappresentazioni dei soggetti in competizione per un dato territorio, su varie scale e in differenti contesti temporali, e fra i rispettivi progetti, tutti ugualmente legittimi.[4]

NoteModifica

  1. Da Tra Usa e Cina lo spettro della guerra, lastampa.it, 6 giugno 2020.
  2. Dall'intervista di Umberto De Giovannangeli, "Servirà trattare con i talebani, in Afghanistan gli Usa hanno sbagliato tutto", ilriformista.it, 24 agosto 2021.
  3. Dall'intervista di Umberto De Giovannangeli, "Se in Germania torna il rigore per l’Italia sono guai", ilriformista.it, 1 ottobre 2021.
  4. Cos’è la geopolitica e perché va di moda

Altri progettiModifica