Lilo & Stitch

film d'animazione del 2002 diretto da Dean DeBlois e Chris Sanders
(Reindirizzamento da Lilo e Stitch)

Lilo & Stitch

Immagine Logo Lilo & Stitch.svg.
Titolo originale

Lilo & Stitch

Lingua originale inglese e hawaiano
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2002
Genere Animazione
Regia Chris Sanders, Dean DeBlois
Sceneggiatura Chris Sanders, Dean DeBlois
Produttore Clark Spencer
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
Note
  • Nominato ad un premio Oscar (2003):
    • Miglior film d'animazione

Lilo & Stitch, film statunitense d'animazione della Disney del 2002, diretto dai registi Chris Sanders e Dean DeBlois.

IncipitModifica

Presidentessa del consiglio: Leggete i capi d'imputazione.
Gantu: Dottor Jumba Jookiba, scienziato capo delle industrie per la difesa delle galassie, lei si trova di fronte a questo consiglio con l'accusa di avere effettuato esperimenti genetici illegali.
Presidentessa del consiglio: Come si dichiara?
Jumba: No colpevole! Miei esperimenti sono squisitamente teorici e si sono svolti in limiti di legalità!
Presidentessa del consiglio: Eppure noi riteniamo che lei abbia creato qualcosa, dottore.
Jumba: Creato qualcosa? Ma questo sarebbe altamente irresponsabile e contro etica! Io non potrei mai, mai... [Stitch viene rivelato al consiglio] crearne un altro come questo. [Stitch ringhia e si scaraventa contro la cupola]
Gantu: Che cos'è quella mostruosità?
Jumba: Mostruosità, lei chiama? Quello che avete davanti è primo esemplare di nuova specie. L'ho chiamato Esperimento 626. A prova di proiettile e di fuoco, pensa più velocemente di un supercomputer! Riesce a vedere in buio e sposta oggetti tremila volte più grandi di lui! Suo unico istinto è quello distruggere tutto quello che tocca! [ride maniacalmente]
Presidentessa del consiglio: Perciò è davvero un mostro.
Jumba: Sì, ma piccolissimo.
Gantu: È un affronto alla natura! Deve essere distrutto!!!
Presidentessa del consiglio: Si calmi, capitano Gantu. Forse possiamo comunicare con lui. Esperimento 626, dacci un segno che riesci a capirci. Dimostra a questo consiglio dentro di te c'è qualcosa di buono.
Stitch [schiarendosi la voce per attirare le attenzioni del consiglio]: Meega nala kweesta! (Voglio distruggere!) [il consiglio è sconvolto]
Presidentessa del consiglio: Che linguaggio sconcio! [Stitch ride istericamente]
Jumba [cercando di difenderlo]: Quello non l'ho insegnato io!
Gantu: Arrestate subito quell'idiota di scienziato!
Jumba: Preferirei essere chiamato genio di male!
Presidentessa del consiglio: Per quanto riguarda quell'abominio, è il prodotto malriuscito di una mente distorta! Per lui non c'è posto fra noi. Capitano Gantu, lo porti via.
Gantu: Con immenso piacere!

FrasiModifica

  • [Rivolto a Stitch, fingendosi dispiaciuto] Ti senti a disagio? Ohhh! Bene! Il nostro consiglio ti ha condannato all'esilio su un asteroide deserto. [fingendo di consolarlo] Perciò rilassati, goditi il viaggio [con espressione di rabbia] e non farti venire in strane idee! Queste armi sono state programmate sulla tua mappa genetica. Non colpiranno nessuno, tranne te. [Stitch gli morde il ditone, e lui minaccia con la sua pistola] Argh! Tu, piccolo... (Gantu)
  • Bleah! Ehi, sembra che si stia infettando? (Gantu)
  • [Durante la fuga di Stitch] Sorveglianza, recarsi al portello 7! Autorizzazione a terminare l'evaso! Sparare a vista!! Sparare a vista!!! (Gantu)
  • [Durante la fuga di Stitch] Sorveglianza al comando, è nel condotto di aerazione! (Soldato)
  • [Dopo la fuga di Stitch] Chiamami il controllo galattico. (Gantu)
  • [Leggendo un giornale nella sua prima pagina] "Arrestato scienziato idiota"?! [scoppia arrabbiato distruggendo tutto e divora il giornale] (Jumba)
  • [Rivolto a Plekley] Allora di', mio caro mono occhio, in quale povero, miserando, indifeso pianetucolo mia mostruosa creatura scatenerà sua ira? (Jumba)
  • [Rivolto a Stitch] Che gioia rivedere il tuo delizioso musetto! (Jumba)
  • [Rivolto a Jumba] Non puoi sparare, e non puoi farsi vedere! Ma si guardi, hai l'aspetto di un mostro. Dobbiamo confonderci con loro. (Plekley)
  • Cosa si prova quando non si ha niente, nemmeno dei ricordi cui aggrapparsi, quando è notte fonda? (Jumba)
  • Auwe! (David)
  • "Ohana" significa famiglia e famiglia vuol dire che nessuno viene abbandonato o dimenticato. (Lilo)
  • [A Stitch] Sai, tu rompi tutto quello che tocchi. Perché non costruisci qualcosa, invece? (Lilo)
  • Pronto, Cobra Bubbles? Gli alieni [riferendosi a Jumba e Pleakley] stanno attaccando la mia casa! (Lilo)
  • [A Stitch riferita alla fotografia sotto il suo cuscino] Questi eravamo noi una volta. Stava piovendo, e i miei erano usciti in macchina. Ai tuoi cos'è successo? La notte ti sento piangere.. sogni i tuoi genitori? È per questo che distruggi tutto, e che mi spingi? La nostra famiglia è piccola, e non ci sono giocattoli; ma se vuoi, tu puoi farne parte. Sarai il nostro bambino, e ti cresceremo con amore. [Stitch è in procinto di andarsene] Ohana significa famiglia. Famiglia significa che nessuno viene abbandonato. Ma se vuoi andartene, puoi farlo. Io mi ricorderò di te. Io ricordo tutti quelli che se ne vanno. (Lilo)
  • [Rivolto a Nani] Mi permetta di illustrarle la difficile e precaria situazione nella quale si trova. Io sono quello che viene chiamato quando le cose vanno male, e qui le cose vanno davvero molto male. (Cobra Bubbles)
  • Oh, non mi lamento, mamma. Sono in campeggio con un pazzo criminale e... che altro? Ah sì, un mostro mi ha masticato la testa! (Pleakley)
  • [Riferito a Stitch] Farsi scudo di una bimba indifesa? È spregevole anche per lui! (Jumba)
  • [Parlando di Stitch, discutendo col telefono] Sembra che sia un koala, un koala feroce. Non riesco nemmeno ad accarezzarlo, continua a guardarmi come se volesse a mangiarmi! (Nani)
  • [Sentendo vicino il disco della musica di Elvis Presley] Adoro questa canzone! (Jumba)
  • Tu hai rovinato tutto, lo sai?! [Stitch gli mostra la sua vera forma aliena, e gli riferisce a Jumba e Pleakley] Sei uno di loro. [lo spinge via delusa] Stai lontano da me, Stitch! (Lilo)
  • [Alla Presidentessa del consiglio] Stitch, io mi chiamo Stitch! (Stitch)
  • Aiutooo! No! Non mi piace l'oceano! Oh guardi, un piccolo delfino! Sono molto gentili! Aiutano i marinai! No, è uno squalo! È uno squalo e non è gentile! Somiglia a un delfino! Imbroglione! Imbroglione! Ecco che arriva un polpo! Oh no, i polpi sono anche peggio degli squali! Io detesto questo pianeta! (Pleakley)
  • [Ansimando, rivolgendosi a Stitch per i guai che gli ha fatto passare] Mostriciattolo! (Jumba)
  • [A David, riferendosi a Nani] Non preoccuparti. Le piacciono il tuo didietro e i tuoi capelli. Io lo so: ho letto il suo diario. (Lilo)
  • [A Lilo e Nani] Ehi, io non sarò un dottore, ma so che quando si è un po' giù non c'è cura migliore di un paio di tavole e del rumore delle onde. (David)
  • [Rivolto a Nani] È di questo che ha bisogno?! La realtà è che lei ha bisogno di Lilo più di quanto sua sorella abbia bisogno di lei! (Cobra Bubbles)
  • [Riferito a Stitch] Sua tendenza distruttiva si sta manifestando: verrà attratto da grandi città, dove ingorgherà fogne, invertirà cartelli stradali e ruberà a tutti scarpa sinistra. (Jumba)
  • Lilo... A volte cerchi di fare del tuo meglio, ma le cose non sempre vanno per il verso giusto. Le cose a volte devono cambiare e... forse qualche volta cambiano per il meglio. (Nani)
  • Allacciare cinture! (Jumba)
  • [Rivolto a Stitch, che cerca di salvare Lilo] Piccolo selvaggio, vattene dalla mia astronave! (Gantu)
  • [Alla Presidentessa del consiglio] Questa è mia famiglia. L'ho trovata per conto mio. È piccola e disastrata, ma bella. Si, molto bella. (Stitch)

DialoghiModifica

  • Presidentessa del consiglio [dopo la grande fuga di Stitch]: Allora dov'è?!
    Ufficiale del consiglio: È ancora nell'iperspazio.
    Presidentessa del consiglio: In che punto uscirà.
    Ufficiale del consiglio 2: Lo sto calcolando. Quadrante 17, sezione 005, area 51. È un pianeta che si chiama Terra.
    Presidentessa del consiglio: Voglio parlare subito con un esperto di quel pianeta! [notando sul grande schermo] E questa cos'è?
    Ufficiale del consiglio 3: Acqua. Lo ricopre quasi tutte.
    Presidentessa del consiglio: Non sopravviverà nell'acqua, la sua densità delle molecolare è troppo alta. [vedendo sullo schermo che un'astronave, guidata da Stitch viene atterrata su un'isola hawaiana] No! Naturalmente... Quanto tempo ci resta?
    Ufficiale del consiglio 2: Il suo atterraggio è previsto tra 3 ore e 42 minuti.
    Presidentessa del consiglio [ansimando]: Dobbiamo sterminare il pianeta.
    Pleakley [arrivando]: Momento! Buoni! Fermi tutti! La Terra è una riserva naturale protetta! Eh, già. La usiamo per ripopolare la famiglia delle zanzare, le quali – glielo ricordo – sono una specie in via d'estinzione!
    Presidentessa del consiglio: Quindi mi sembra di capire che lei è l'esperto?
    Pleakley: Non so se considerarmi tale... [si ricompone e diventa serio] Agente Pleakley al suo servizio.
    Presidentessa del consiglio: E se distruggessimo quell'isola?
    Pleakley: No, pazza incosciente! Le zanzare si nutrono di una primitiva forma di vita umanoide [civiltà umana] che ha impiantato colonie ovunque!
    Presidentessa del consiglio: Sono intelligenti?
    Pleakley: No, ma sono molto delicati: ogni volta che un asteroide si schianta sul loro pianeta devono ricominciare da capo. Sono affascinanti, non è vero? Con questo sono riuscito a studiarli.
    Presidentessa del consiglio: E se facessi atterrare lì le nostre forze militari?
    Pleakley: Be', mi sembra una pessima idea! Queste sono creature molto semplici, mia cara signora! Creeremmo una gran baraonda, scateneremmo il panico sul pianeta!
    Presidentessa del consiglio: Un arresto discreto richiederebbe una conoscenza di 626 che non possediamo! Mi dica, signor Pleakley, chi riterrebbe più adatto al suo recupero?
    Pleakley: Vediamo... Ce l'ha un fratello? Una nonna a cui vuole bene? Un cugino simpatico? Un vicino con la barba?
  • Insegnante di hula [dopo la prova del ballo di hula, mentre Mertle e le sue amiche si sono scivolate dal pavimento bagnato che gocciolava Lilo]: Pausa, pausa! Lilo, perché sei tutta bagnata?
    Lilo: Oggi è il giorno del panino. [l'insegnante di hula è confuso] Ogni giovedì porto al pesce Pudge un panino col burro di arachidi.
    Insegnante di hula [continuando a non capire]: Pudge è un pesce?
    Lilo: Oggi a casa non c'era più il burro di arachidi, perciò ho chiesto a mia sorella cosa potevo dargli, e lei mi ha risposto un panino al tonno. Non posso dare del tonno a Pudge! [bisbigliando] Lei lo sa che cos'è il tonno?
    Insegnante di hula: Un pesce?
    Lilo: Esatto, è un pesce!! Se dessi del tonno a Pudge sarei una persona abominevole! Ho fatto tardi perché sono andata a comprare il burro di arachidi, e questo perché a casa avevamo solo quello schifo di tonno!!!
    Insegnante di hula: Lilo, Lilo. Ma perché è tanto importante?
    Lilo [seria]: Pudge controlla il tempo. [gelo generale]
    Mertle: Tu sei pazza. [Lilo le salta addosso e la picchia]
  • Lilo: Sulle nocche c'è scritto "Cobra". Cobra Bubbles. Lei non assomiglia ad un assistente sociale.
    Cobra Bubbles: Ho delle mansioni speciali.
    Lilo: Le è mai capitato di uccidere qualcuno?
    Cobra Bubbles: Qui stiamo andando fuori tema. Parliamo un po' di te. Dimmi, sei felice?
    Lilo [guarda verso Nani, intenta a mimare cosa deve dire]: Be', sono equilibrata. Faccio una dieta variata, guardo a destra e a sinistra prima di attraversare, faccio sempre il pisolino... [Nani alza il pugno per incitare Lilo] E vengo punita.
    Cobra Bubbles: Vieni punita?
    Lilo [mentre Nani, resasi conto dell'errore, continua disperatamente a gesticolare, cercando di zittirla]: Sì, le assicuro che vengo punita per bene. Anche cinque volte al giorno. Coi mattoni.
    Cobra Bubbles: Coi mattoni?
    Lilo: Dentro una federa.
  • Lilo: La devo far pagare alle mie amichette. [Cobra guarda Nani, che fissa verso Lilo, arrabbiata]
    Cobra Bubbles [dando il suo numero di telefono a Lilo]: Chiamami se resti di nuovo sola a casa.
    Lilo: Sarà fatto.
    Cobra Bubbles [rivolto a Nani, prima di andarsene]: Nel caso se lo stia chiedendo, non è andata bene. [apre la porta con molta forza incredibile, tirando via tutti i chiodi] Ha solo tre giorni per farmi cambiare idea. [se ne va]
  • Nani: Sei proprio un disastro!
    Lilo: Be', perché non mi vendi? Al posto mio ti compri un coniglio!
    Nani: Sono certa che un coniglio sarebbe più educato di te!
    Lilo: E compralo! Sarai più felice, perché un coniglio è anche più in gamba di me!
    Nani: E... parla di meno!
    Lilo: Andreste d'accordo, perché puzza come te! [sbatte la porta dietro di sé]
    Nani: Va' in camera tuaaa!!!
    Lilo: Io ci sono già in camera mia!!! [sbatte nuovamente la porta dietro di sé]
  • Commessa canile: Oh, sì. Potete adottare quello che volete. Escluso lui!! [prende Stitch e Nani allontana Lilo]
    Nani: Cos'è quest'affare?
    Commessa canile: Un cane, almeno credo! Ma stamattina era morto!
    Nani: Stamattina era morto?
    Commessa canile: Pensavamo fosse morto! Era finito sotto un camion!
    Lilo: Sì, mi piace un sacco! Vieni, piccolo! [Stitch si avvicina a Lilo tirando la commessa canile che cerca di trattenerlo e si arrampica sulla gamba di Nani]
    Nani: Non è che ne preferiresti un altro?
    Commessa canile: Abbiamo esemplari migliori, tesoro.
    Lilo: Lui è il migliore di tutti! Riesce a parlare! Di' "ciao".
    Stitch: Ciao... ciao...
    Commessa canile: I cani non parlano, tesoro. [Stitch ringhia]
    Lilo: L'ha fatto.
    Nani: Sei proprio sicura di volere lui? [Stitch, ansimando, infila la lingua nel naso e mangia il muco che ne estrae]
    Lilo: Sì, è in gamba. Si vede subito.
  • Commessa canile: Devi trovargli un nome.
    Lilo: Il suo nome è Stitch.
    Commessa canile: Ma quello non è un vero nome! [vede Nani che gli fa gesti con la mano] Ehm... in Islanda... ma qui è un gran bel nome! [Stitch ringhia scocciato] Stitch allora. Per l'adozione sono due dollari.
    Lilo: No, lo compro io! [rivolta a Nani] Puoi prestarmi due dollari?
  • Jumba: Siamo licenziati! Ora faremo a modo mio!!
    Pleakley: A modo suo? No, ehi, aspetti!
  • Jumba [sghignazzando di averlo ancora ritrovato]: Non scappare, non farmi sparare. Sei troppo costoso. Così... Così fai il bravo.
    Stitch: Aspetto?
    Jumba: Che cosa? [gli nota di vedere un libro del Brutto anatroccolo, sotto i suoi piedi]
    Stitch: Famiglia.
    Jumba: Ah, tu non hai una famiglia. Io ti ho creato.
    Stitch: Forse... io posso...
    Jumba: Sei nato per distruggere. Non avrai mai un legame. Avanti non fare storie, dobbiamo smontare. [Stitch terrorizzato di quello che ha detto, scappa via, in lontananza, fino alla casa di Lilo] Aspetta! Non scappare! Non scappare!! Raahhh!!!
  • Jumba [incastrando una carota nella canna della sua stessa pistola nelle mani di Stitch]: Mai giocare con armi.
    Stitch: Va bene. [dà l'arma a Jumba]
    Jumba: Grazie. [realizzando che la sua pistola esploderà, la dà a Stitch] Oh, mi sono ricordato che è tuo compleanno. Tanti auguri.
    Stitch [ridando l'arma a Jumba]: Buon Natale!
    Jumba [ridandola a Stitch]: Non è Natale!
    Stitch [ridandola a Jumba]: Felice Hannukah!
    Jumba [ridandola a Stitch]: Non è Hannukah! [lui e Stitch continuano a passarsi l'arma dall'uno all'altro, mentre Pleakley porta Lilo in salvo] Una cucuzza!
    Stitch: Due cucuzze!
    Jumba: Tre cucuzze!
    Stitch: Quattro cucuzze!
    Jumba: Cinque cucuzze!
    Stitch: Sei cucuzze!
    Jumba: Tutto è cucuzza!
    Stitch: Am...
    Jumba: ba...
    Stitch: ra...
    Jumba: ba...
    Stitch: ci...
    Jumba: ci...
    Stitch: cocò!
    Jumba: Ha! Ho vinto! [l'arma gli esplode in faccia distruggendo la casa di Lilo]
  • Jumba: Cooosa?! Dopo tutto quello che mi hai fatto passare osi chiedermi di aiutarti?! Io dovrei aiutare te?!?
    Stitch: Ih!
    Jumba: Va bene.
    Pleakley: Va bene? Farà come dice lui?
    Jumba: Eh, già. È stato convincente.
    Pleakley: Convincente?! E quindi qual è la nostra prossima mossa?
    Jumba: Una salvataggio.
    Nani: Andiamo a prendere Lilo?
    Stitch [sorridendo]: Ih!
  • Pleakley: Oh bene! Speravo proprio di aggiungere furto, sequestro e atti vandalici alla lista di cose che ho fatto oggi!
    Jumba [ridendo]: Anche tu?
  • Gantu: Mostro abominevole!
    Stitch: Testa di rapa!
  • Stitch: Aloha!
    Gantu [cercando di pestarlo con il suo pugno]: Sei vile! Spregevole! Disgustoso!!!
    Stitch: Ma anche coccoloso!!!

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica