Lilli Gruber

giornalista e scrittrice italiana
Lilli Gruber

Dietlinde Gruber (1957 – vivente), giornalista ed ex politica italiana.

Citazioni di Lilli GruberModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Il potere potrà pure essere schifoso, come gli uomini ci ripetono, ma intanto lo vogliamo avere.[1]
  • [Famosa gaffe] Tutti gli appassionati di sport per l'inizio di Sessantesimo Minuto.[2]
  • Mai andare contro corrente, si rischia di non arrivare alla meta.[3]
  • Agli uomini che vi negano il potere, il profitto e il piacere dovete dire basta.[4]

Citazioni su Lilli GruberModifica

  • È impensabile che l'alternativa dei progressisti alla figura di Emma Bonino sia la Gruber: una che, annunciando la candidatura, ha denunciato il 'pensiero unico' che regnerebbe in Rai. Ma come? È lei l'espressione del pensiero unico, che ancora oggi domina in Rai, nonostante gli addolcimenti e le troiaggini degli ultimi arrivati. (Marco Pannella)
  • Guardi, io sono venuto qua perché questo suono, Lil-li, è incantevole, perché o lo dico a lei o lo dico alla famosa canzone di Valentina Cortese, quindi preferivo dirlo a lei: Lilli, è questo suono. (Aldo Busi)
  • La Gruber è troppo impostata. Non respira nemmeno se non ha pensato come fare. (Lucio Presta)
  • La Gruber è una santarellina supponente. (Alfredo Biondi)
  • La Gruber dice che lei ha più diritto dei suoi ospiti di parlare di aborto. Perché è femmina. Ma si dimentica di essere in menopausa quindi non ha più titoli dei maschi per discettare del tema. (Vittorio Feltri)[5]

NoteModifica

  1. Citato in Loredana Bartoletti, Lilli alla carica "Più potere alle donne in tv", la Repubblica, 16 dicembre 1992, p. 12.
  2. Citato in Antonio Dipollina, Brussprinter e le calende egizie, ecco le frasi comiche del calcio, la Repubblica, 13 agosto 2001.
  3. Da la Repubblica del 23 marzo 2013.
  4. Dalla trasmissione televisiva ospite di Amici di Maria De Filippi; citato in Il messaggio di Lilli Gruber ad Amici: “Dite 'basta' agli uomini che vi negano potere e piacere", huffingtonpost.it, 14 dicembre 2019.
  5. Da un tweet del 29 marzo 2019.

Altri progettiModifica