La corrispondenza

film del 2016 diretto da Giuseppe Tornatore

La corrispondenza

Immagine NGC_4414_(NASA-med).jpg.
Titolo originale

The Correspondence

Lingua originale inglese
Paese Italia
Anno 2016
Genere thriller, drammatico, sentimentale
Regia Giuseppe Tornatore
Sceneggiatura Giuseppe Tornatore
Produttore Isabella Cocuzza, Arturo Paglia
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Note
Musiche: Ennio Morricone

La corrispondenza, film italiano del 2016 con Jeremy Irons e Olga Kurylenko, scritto e diretto da Giuseppe Tornatore.

FrasiModifica

  • Fammi un fischio, stregone. Ti raggiungo dove vuoi. (Amy)
  • Be' anche tu sei una galassia di cui mancano molte stelle. Ecco perché non mi stancherò mai di osservarti. Per scoprirle tutte una ad una. (Amy)
  • Pensa, mi ricordo l'esatto momento in cui mi sono accorto del tuo sguardo incantato. In quell'istante ho capito che cosa deve provare un'anima sperduta, quando tra tanti corpi riconosce quello con cui sceglie di reincarnarsi. (Ed)
  • Ti amerò comunque, ovunque, sempre. (Ed)
  • Qui è come essere lì, solo che non posso toccarti. Un guaio no da poco. (Ed)
  • Un giorno Ed mi disse: "Se vivi con la testa tra le stelle, prima o poi una ti si ficcherà nel cervello". (Ristoratore)
  • Finché ci sei stato, la Galassia della mia vita stava in piedi da qualche parte. Ma adesso precipita nel vuoto, senza fermarsi mai.
  • Non puoi lasciarmi in un labirinto senza via d'uscita. (Amy)
  • In virtù del rapporto tra la dimensione infinita della velocità della luce e la distanza di miliardi di sistemi stellari rispetto alla terra, possiamo continuare a vedere le stelle morte, benché esse non esistano più. Anzi è proprio la loro disastrosa fine a rivelarcele. Un'epifania che può durare secoli, mesi o una manciata di secondi. In ogni caso la rivelazione di una morte avvenuta decine di miliardi di anni fa. Lo scienziato, pertanto, non fa altro che dialogare con ciò che non esiste più. (Amy)
  • È un'ingiustizia attribuire angoscia e paura al senso del nulla. La mente umana non potrà mai capire l'infinito, come non potrà mai capire l'amore. (Ed)
  • Per quanto ne so io, al momento della nascita tutti gli esseri umani possiedono la virtù dell'immortalità. Noo, tu dirai: "Ma poi muoiono". Sì, perché nel corso della loro esistenza, commettono un fatale errore, uno soltanto, che gli fa perdere la dote della vita eterna. Già ti sento chiedermelo: "Quale errore?" Questo non ci è dato saperlo. Ma è grazie a quell'errore che l'essere umano diventa creatura mortale. (Ed)
  • Il mio errore è stato non averti incontrato prima. (Ed)

DialoghiModifica

  • Ed: Pensi che noi ci siamo detti sempre tutto?
    Amy: Ehi, che domandona alle sei del mattino.
    Ed: Segreti, misteri... che non ci siamo mai svelati.
    Amy: Noi due siamo tutto un mistero, altrimenti non staremmo insieme.

Citazioni su La corrispondenzaModifica

  • Ho sofferto tantissimo La Corrispondenza di Tornatore. Ero andato a vedere La Migliore Offerta e mi era piaciuto, perciò ho pensato "è dello stesso regista, magari mi può piacere anche questo". Dopo cinque minuti non ne potevo più: dialoghi fasulli e barocchi, come anche il resto del film. (Leo Ortolani)

Altri progettiModifica