Apri il menu principale

Ilaria Occhini

attrice e imprenditrice italiana
Ilaria Occhini

Ilaria Occhini (1934 – vivente), attrice e imprenditrice italiana.

Da Ilaria Occhini: "Non sarò mai pacificata, ancora balbetto la prima battuta"

Intervista di Antonio Gnoli, Repubblica.it, 4 maggio 2015.

  • La determinazione non è il mio tratto distintivo. Non amo la prepotenza, però mi piacciono le figure forti. Di solito c'è in loro una chiarezza maggiore.
  • Ho spesso pensato che il teatro, diversamente dal cinema, si nutre di una forza interiore, primitiva. Elementare. Di una chiarezza esistenziale che il cinema non ha.
  • Sapeva avere un distacco dalle cose. Ma credo che gli costasse. A un certo punto della sua vita Luca avvertì una specie di crisi creativa. Non riusciva più a scrivere. Per questo andò in analisi.
  • Ci rendiamo conto degli amici quando abbiamo la sensazione di perderli. E poi è bellissimo ritrovarli.
  • L'amicizia richiede uno sforzo, un esercizio continuo con l'altro non indifferente.
  • In amore c'è la sopportazione del quotidiano. Qualcosa talvolta di eroico e di misterioso. Ma anche di terribile. Le piccole viltà. Il bisogno del quieto vivere. L'amore è una scuola di resistenza.
  • Paolo era un uomo greve e cinico. Ai suoi occhi ero solo un pezzo di carne. Doveva solo stabilire se pregiata o no.
  • Il teatro è un viaggio sentimentale. Pieno di insidie e tormenti. Ronconi lo vedeva come una discesa nelle parti meno note dell'anima. Visconti come una specie di risalita. Il gioco è tutto qui: perdersi e ritrovarsi; oppure trovarsi e poi perdersi.
  • [Su Alain Delon e Jean Gabin] Non parlavano che di donne o di cibo. Ascoltarli fuori dal set faceva precipitare velocemente il loro fascino.

FilmografiaModifica

Altri progettiModifica