Il figlio di Giuda

film del 1960 diretto da Richard Brooks

Il figlio di Giuda

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Elmer Gantry

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1960
Genere drammatico
Regia Richard Brooks
Soggetto Sinclair Lewis (romanzo)
Sceneggiatura Richard Brooks
Produttore Bernard Smith
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Note

Il figlio di Giuda, film statunitense del 1960 con Burt Lancaster, regia di Richard Brooks.

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • E così... e così lui torna a casa... e trova la moglie proprio col suo migliore amico. Allora esclama: "Harry, come hai potuto farlo?" E la moglie, pronta: "Ma di che cosa ti lamenti, non l'ha mica fatto a te!" (Elmer) [barzelletta]
  • Due di quelle in un bar. E la più scocciata dice: "Se non trovo subito d'andare a letto, sai che faccio? Me ne vado a letto!" (Elmer) [barzelletta]
  • E cos'è l'amore? L'amore è la stella del mattino e quella della sera. Esso risplende sulla culla e sulla tomba. Sì, peccatori! L'amore è la fiamma che ispira il poeta e il filosofo. L'amore sublima l'esistenza. Ma io parlo dell'amore sacro, non di quello profano. (Elmer)
  • Io voglio te, Sharon, nessun'altra. Ti desidero talmente da sentirmici male. Vorrei strapparti quelle ali d'angioletto e fare di te una donna vera. Vorrei mostrarti cos'è il paradiso: niente arte angelica o nubi d'argento, solo un'estasi che si rinnova sempre. (Elmer)

Citazioni su Il figlio di GiudaModifica

  • È in assoluto il miglior film USA del 1960, e uno dei migliori di R. Brooks, romanziere, sceneggiatore e regista: un saggio inquietante e geniale sulla religiosità dell'homo americanus. (il Morandini)
  • Il film è uno straordinario ritratto di una certa America di provincia, puritana e intollerante, su cui il regista innesta, attraverso il personaggio del giornalista (Kennedy), una spietata riflessione sui meccanismi del consenso e sul ruolo dei mass media. [...] Lancaster, in una delle sue più dense interpretazioni. (Il Mereghetti)

Altri progettiModifica