Apri il menu principale

I fichissimi

film del 1981 diretto da Carlo Vanzina

I fichissimi

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

I fichissimi

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1981
Genere commedia
Regia Carlo Vanzina
Soggetto Enrico Vanzina
Carlo Vanzina,
Sceneggiatura Enrico Vanzina
Carlo Vanzina,
Interpreti e personaggi
  • Jerry Calà: Romeo
  • Diego Abatantuono: Felice
  • Simona Mariani: Giulietta
  • Mauro Di Francesco: Renato
  • Carmine Faraco: fratello di Felice
  • Fabio Grossi: fratello di Felice "Ibrido"
  • Ugo Bologna: avvocato Colombo
  • Renato Cecchetto: proprietario del bar
  • Annabella Schiavone: madre di Felice e Giulietta
  • Jimmy il Fenomeno: parente di Felice
  • Vittorio Ripamonti: il Giudice

I fichissimi, film italiano del 1981 con Jerry Calà e Diego Abatantuono regia di Carlo Vanzina.

Indice

FrasiModifica

  • C'è anche il proverbio: non svegliar il barbone che dorme! (Felice)
  • A me la sua Ferrari fa libidine, libidine? Doppia libidine! (Romeo) [rivolto all'avvocato]
  • Io rinascerò cervo di montagna... Oppure migrerò come un maiale migratore... [...] (Felice)
  • Sono milanese al 100%, l'accento che ho lo tengo perché fa rustico. (Felice)
  • Ma non posso mica stare qua tutta la sera a perdere il mio tempo a spiegarti le tendenze che gasano noi masse giovanili! (Romeo) [rivolto al padre]
  • Eccezziunale questo spinacio! (Felice) [fumando uno spinello]
  • Voglio essere magnanimo, voglio proprio venirti incontro. Troviamo un compromesso: tu mia sorella non la vedi più, contento? (Felice) [rivolto a Romeo]
  • Pruvucamento e scunfinamento! (Felice) [rivolto a Romeo in discoteca]
  • Conosco i miei limiti: non sono bello, piaccio! (Romeo)
  • Tieni giù le parole: "coordinato" a me non me l'ha mai detto nessuno! (Felice)
  • Mmm che profumin'! Che avet' cuccinat' di buono occi, pulpett' ti merda?[1] (Felice)
  • Questo è Water! (Felice) [presentando Walter alla propria famiglia]
  • Giulietta, non fare così, amiamoci! (Romeo) [gettandosi con Giulietta sul letto]
  • Me l'avevano detto che la prima volta fa sempre un po' male; ma questo qua è un massacro! (Romeo) [si rompe il letto]
  • Minchia, signor tenente! (Renato)

DialoghiModifica

  • Felice: Ma come ti sei conciato? Pare un vestito di Luiggi 113! Non andiamo mica a ballare il minuetto, andiamo in discoteca. Guarda che così le galline non ti cacano neanche!
    Fratello di Felice: Guarda che le galline non mi interessano mica sai!
    Felice: Maronna babbo, guarda: non è venuto né carne né pesce, né maschio né femmina. È ibrido! C'è il babbo che si sta ribaltando dentro la tomba!
  • [In taxi]
    Romeo: Sono già diciannovemila lire che viaggiamo insieme e non ci siamo ancora presentati!
    Giulietta: Giulietta, come Giulietta Masina...
    Romeo: Piacere, Romeo; come Romeo Benetti!
  • Felice: Mio fratello co il droghiere! Maronna! [rivolto al fratello e allo spacciatore]: Che è quello, che fate vi inguattate nei sotterfugi pè pè fa' gli scambi?
    Spacciatore: Uè chi l'è quest chi?
    Felice: Come chi l'è quest chi, chi l'è quest chi? Sò il perno! Attorno a me ruotate come dei pianeti! Pè piacere, che è questo? [dopo aver preso in mano lo spinello dello spacciatore]
    Spacciatore: Ma questa è roba giusta, un nospi di primissima, roba mia personale, vai tranquillo...
    Felice: No, questa è droga pesante. Stai attento, stai attento droghiere, che ti strappo tutti i cavelli! Guarda come mi hai ridotto mio fratello!
    Spacciatore: Ma che ridotto che sembra un fiore!
    Felice: Ma se mi fa schifo a me che sono suo fratello! Dai, togliti di mezzo!
  • Felice: Senti, dimmi come si può dire in americano "uomo"...
    Renato: "Woman"!
    Felice: Bravo, indovinato! Senti, "mano"?
    Renato: "Man"!
    Felice: Bravo, indovinato... E "nano"?
    Renato: "Nan"!
    Felice: Bravo, indovinato. E "aliscafoaliscafo"?
    Renato: What?
    Felice: Bravo, indovinato: ma cazzo è un genio!

NoteModifica

  1. Citato in Gino e Michele, Matteo Molinari, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano, Arnoldo Mondadori Editore, 1997.

Altri progettiModifica