Horror Express

film del 1973 diretto da Eugenio Martín

Horror Express

Immagine Horror-Express_Schriftzug.png.
Titolo originale

Horror Express, Kauhun pikajuna e Dödsexpressen

Lingua originale inglese
Paese Regno Unito, Spagna
Anno 1972
Genere horror, fantascienza
Regia Eugenio Martín (come Gene Martin)
Sceneggiatura Arnaud d'Usseau e Julian Zimet (come Julian Halevy)
Produttore Bernard Gordon
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Horror Express, film britannico del 1972 con Peter Cushing e Christopher Lee, regia di Eugenio Martín.

IncipitModifica

Provincia de Szechuan, China 1906
La presente relazione alla Reale Società Geologica redatta dal sottoscritto, Alexander Saxton, costituisce un resoconto fedele e veritiero di quanto accaduto alla spedizione della Società in Manciuria. Quale capo di detta spedizione, non posso esimermi dall'assumere la responsabilità del suo completo fallimento, ma voglio lasciare d'altra parte agli onorevoli membri della Società il giudizio su quali siano state veramente le cause di tale catastrofe. (Saxton )

FrasiModifica

  • Dove c'è Dio, c'è sempre posto per la croce. Anche s un nudo selciato del pavimento. [Con un gessetto fa una croce per terra] Ma Satana è il male. E dove c'è il male, non c'è posto per la croce. [Con il gessetto fa la croce sulla cassa ma il gessetto non scrive] (padre Pujardov)
  • C'è il lezzo di Satana in questo treno, anche il cane l'ha sentito. (padre Pujardov)
  • Voi credete di uccidere il male? Satana è eterno. Lo spirito del demonio è qui tra noi. (padre Pujardov)

DialoghiModifica

  • Wells [Corrompe il capo stazione per lasciarlo salire sul treno]: Qui in Cina la chiamano "unta". In America "scivolosa".
    Saxton: E in Inghilterra la chiamano anche corruzione.
  • Wells: Con che cosa stupirai il mondo scientifico questa volta?
    Saxton: Lo leggerà a suo tempo sul bollettino della Società. È un reperto fossile.
    Wells: Fossile? Ma come è possibile, ho sentito un rumore.
    Saxton: Si è ingannato.
    Wells: Niente problemi di cibo allora.
    Saxton: Questo sono due milioni di anni che non mangia.
    Wells: Un'ottima dieta per tenere la linea.
  • Contessa Irina: Eh, Inghilterra. La regina Vittoria, il pudding, Shakespeare.
    Saxton: Io ammiro la Polonia, madame. E sono lieto dell'antica amicizia che lega i nostri paesi.
    Contessa Irina: Mio marito, il conte Petrovski, dice che nel XVI secolo il vostro re Enrico non esitò a tradirci con i russi. Mh?
    Saxton: Io spero che lei e suo marito, vorranno accettare le mie più profonde scuse.
  • Wells: Miss Jones, avrei bisogno della sua assistenza.
    Signorina Jones [guarda la bella donna che è al tavolo di Wells]: Be' alla sua età non mi meraviglia.
    Wells: Ma, no! Per un'autopsia!
    Signorina Jones: Ah, sono a sua disposizione.
  • Contessa Irina: Ma la teoria dell'evoluzione è immorale!
    Saxton: È un fatto, contessa. E quindi la morale non c'entra per niente.
  • Contessa Irina: Informerò lo zar! Vi farò mandare in Siberia!
    Capitano Kazan: Ci siamo già in Siberia!
  • Capitano Kazan: Qualsiasi cosa, ovunque appaia su quella porta, sparate!
    Wells: E se il monaco è innocente?
    Capitano Kazan: Ce ne sono anche troppi di monaci innocenti.

Citazioni su Horror ExpressModifica

  • Curioso e particolare, con una rara capacità di sorprendere e un copione solido e ben strutturato, il film si avvale anche della presenza della classica coppia vincente dell'horror, Lee e Cushing, come sempre autorevoli ed efficaci. (Rudy Salvagnini)
  • Non ce la faccio più, gli dissi [durante le riprese], Che succede amico mio?, mi rispose [Peter Cushing]. Allora mi lanciai in una filippica sul mangiare: Credo che morirò per colpa di questo cibo tremendo. Questo studio fa schifo... La mia fu una lamentela prolungata e di proporzioni epiche. Lui continuò a guardarmi mentre sbucciava la sua mela. Poi disse semplicemente: Beh, sai, è inutile lamentarsi - e questo era il suo livello più alto di severità. Detto da lui, fu stroncante. (Christopher Lee)

Altri progettiModifica