Apri il menu principale
Giuseppe Castellano

Giuseppe Castellano (1893 – 1977), generale italiano.

Citazioni su Giuseppe CastellanoModifica

  • Ambrosio fu consigliato, spronato, incoraggiato continuamente da quel suo giovane generale, il Castellano, il più giovane generale dell'esercito, un siciliano vivace, acuto, coraggioso, che quando si metteva in borghese aveva l'aria d'un pratico funzionario di banca; che si cacciava nella giungla dei sospetti, degli spionaggi, delle intercettazioni telefoniche come di pattuglia; e temperava con una certa spregiudicatezza la rigidità corretta e fredda di Ambrosio, quella sua durezza militare intollerante di infingimenti e di accomodamenti. (Paolo Monelli)
  • Del complotto militare [contro Mussolini] erano depositari soprattutto due uomini, Ambrosio e il suo ufficiale addetto generale Castellano. Le loro personalità si integravano. Castellano, cinquantenne, era il più giovane generale dell'esercito. Siciliano di riflessi rapidi e di scilinguagnolo sciolto, mondano, i capelli accuratamente impomatati a coprire la incipiente calvizie, svelto nell'intrigo, era l'antitesi umana del suo capo. (Indro Montanelli e Mario Cervi)

Altri progettiModifica