Giuda Iscariota

apostolo di Gesù

Giuda Iscariota, personaggio biblico, uno dei dodici apostoli di Gesù.

Giuda Iscariota (James Tissot, 1890 ca.)

Citazioni di Giuda IscariotaModifica

Vangelo secondo MatteoModifica

  • Quanto mi volete dare perché io ve lo consegni?
  • Sono forse io, Signore?
  • Quello che bacerò, è lui; arrestatelo!
  • Salve, Rabbì!
  • Ho peccato, perché ho tradito sangue innocente.

Citazioni su Giuda IscariotaModifica

  • Anco gli apostoli ebbero un Giuda. (proverbio toscano)
  • Come Giuda rinnego e ti mollo, | senza Giuda cosa porteresti al collo. (Caparezza)
  • Conobbi Giuda quando ero servitore del Diavolo, e l'amicizia che mi legò a questo personaggio venne dalla confidenza che si acquista con gli amici prediletti del nostro padrone, quando si è ignoranti e poveri, e l'amico del padrone vi degna e v'insegna, come faceva Giuda con me. Io restavo in soggezione davanti a Giuda, e non osavo domandargli perché si faceva chiamare così. Il mio padrone rideva del suo soprannome: «Ti fa paura?» «No.» «Sono diavolo per burla.» Ma Giuda non avrebbe mai detto: «Sono Giuda per burla»: sentivo che teneva al suo nome, e non rideva mai quando entrava in casa e lo salutavano come se fosse lui il padrone: «Signor Giuda.» Del resto Giuda era più che di casa, nella casa del Diavolo dove io servivo con uno stipendio irrisorio. (Enrico Pea)
  • Da ogne bocca dirompea co' denti | un peccatore, a guisa di maciulla, | sì che tre ne facea così dolenti. || A quel dinanzi il mordere era nulla | verso 'l graffiar, che talvolta la schiena | rimanea de la pelle tutta brulla. || "Quell'anima là sù c'ha maggior pena", | disse 'l maestro, "è Giuda Scarïotto, | che 'l capo ha dentro e fuor le gambe mena". (Dante Alighieri, Divina Commedia)
  • Di nessuno, tuttavia, possiamo essere certi che è andato perduto, neppure di Giuda. Sì, i crocifissori di Cristo sono in paradiso; lì proclamano in eterno fin dove si è spinta la misericordia di Dio per gli uomini. (Raniero Cantalamessa)
  • È sbagliato giudicare un uomo dalle persone che frequenta. Giuda, per esempio, aveva degli amici irreprensibili. (Marcello Marchesi)
  • Giuda è stato uomo come io sono uomo: Non peggiore, non più peccatore di me. (Luigi Santucci)
  • Ho visto tanti Giuda tutti in buona fede. (Luciano Ligabue)
  • In un certo senso Giuda è, al di fuori di Gesù, il personaggio più importante dei Vangeli. Perché egli solo, fra tutti gli apostoli, operò attivamente in quella situazione decisiva al compimento della volontà di Dio, che divenne poi la sostanza del Vangelo. (Karl Barth)
  • La chiesa, che ha canonizzato tanti individui, non si è mai pronunciata sulla dannazione di alcuno. Neppure su quella di Giuda, che divenne per così dire l'esponente di quello di cui tutti i peccatori sono corresponsabili. Chi può sapere di che tipo fu il pentimento che egli provò, quando vide che Gesù era stato condannato (Mt 27,3)? (Hans Urs von Balthasar)
  • La notte verrà | a rodere | e a mangiare. | Vedete? Come un Giuda | vende di nuovo il cielo | per una manata di stelle spruzzate di tradimento. (Vladimir Vladimirovič Majakovskij)
  • La sapienza divina aveva preveduto che Giuda, libero di non dare il bacio del traditore, l'avrebbe tuttavia dato. In tale modo essa ha adoperato il delitto dell'Iscariota a guisa di pietra nell'edificio meraviglioso della redenzione. (Anatole France)
  • Un uomo senza fede, come Giuda, ha pur bisogno di qualcosa per sostenersi, per nutrire la sua vita emotiva, e la maggior parte degli uomini in questa condizione si vantano delle loro capacità pratiche. (Jim Bishop)

Vangelo secondo GiovanniModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Rispose Gesù: "Non ho forse scelto io voi, i Dodici? Eppure uno di voi è un diavolo!". Egli parlava di Giuda, figlio di Simone Iscariota: questi infatti stava per tradirlo, uno dei Dodici.
  • Era ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro.
  • Mentre cenavano, quando già il diavolo aveva messo in cuore a Giuda Iscariota, figlio di Simone, di tradirlo, Gesù sapendo che il Padre gli aveva dato tutto nelle mani e che era venuto da Dio e a Dio ritornava, si alzò da tavola, depose le vesti e, preso un asciugatoio, se lo cinse attorno alla vita. [...] Soggiunse Gesù: "Chi ha fatto il bagno, non ha bisogno di lavarsi se non i piedi ed è tutto mondo; e voi siete mondi, ma non tutti". Sapeva infatti chi lo tradiva; per questo disse: "Non tutti siete mondi".
  • Sapendo queste cose, sarete beati se le metterete in pratica. Non parlo di tutti voi; io conosco quelli che ho scelto; ma si deve adempiere la Scrittura: Colui che mangia il pane con me, ha levato contro di me il suo calcagno.[1] (Gesù)
  • Dette queste cose, Gesù si commosse profondamente e dichiarò: "In verità, in verità vi dico: uno di voi mi tradirà". I discepoli si guardarono gli uni gli altri, non sapendo di chi parlasse. Ora uno dei discepoli, quello che Gesù amava, si trovava a tavola al fianco di Gesù. Simon Pietro gli fece un cenno e gli disse: "Di', chi è colui a cui si riferisce?". Ed egli reclinandosi così sul petto di Gesù, gli disse: "Signore, chi è?". Rispose allora Gesù: "È colui per il quale intingerò un boccone e glielo darò". E intinto il boccone, lo prese e lo diede a Giuda Iscariota, figlio di Simone. E allora, dopo quel boccone, satana entrò in lui. Gesù quindi gli disse: "Quello che devi fare fallo al più presto". Nessuno dei commensali capì perché gli aveva detto questo; alcuni infatti pensavano che, tenendo Giuda la cassa, Gesù gli avesse detto: "Compra quello che ci occorre per la festa", oppure che dovesse dare qualche cosa ai poveri. Preso il boccone, egli subito uscì.

NoteModifica

  1. Cfr. Salmi: «Anche l'amico in cui confidavo, | anche lui, che mangiava il mio pane, | alza contro di me il suo calcagno».

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica