Geografia

scienza che ha per oggetto lo studio, la descrizione e la rappresentazione della Terra. Geo: terra, grafia: descrizione

Citazioni sulla geografia.

  • Il primo insegnamento geografico, ripetiamolo pure, deve consistere tutto nell'osservare il paese intorno, nello studio delle carte e di rappresentazioni di fatti naturali ed etnografici. I libri e i sunti ne devono essere banditi. Se il giovinetto non comprende le carte, o non sa trovarvi da sé quanto gli importa di conoscere, dite pure senza esitanza ch'egli non ha imparato come si conviene; sapesse egli anche recitarvi per filo, e per segno tutti i fiumi dell Gran Bretagna, e tutti i capiluoghi della Francia, come n'è occorso di udire in una scuola. La geografia non dev'essere fatta oggetto di memoria, ma d'intelligenza; diremo anzi che il suo pregio didattico può essere vinto gran lunga dal pedagogico, se, più che a procurar cognizioni, il suo studio sia volto ad acuire il criterio. (Bartolomeo Malfatti)
  • In Italia abbiamo tolto la geografia, un'assurdità perché la geografia serve a conoscere, è politica se fatta bene. (Laura Puppato)
  • Io non credo alla geografia. (Michelangelo Caetani)
  • L'alpinismo è stato l'ultimo paragrafo della geografia. (Erri De Luca)
  • L'unità di tutte le scienze è trovata nella geografia. Il significato della geografia è che essa presenta la terra come la sede duratura delle occupazioni dell'uomo. (John Dewey)
  • "Luogo" è un concetto che nel mondo della manifattura ha sempre meno importanza: le idee vincono la geografia. (Chris Anderson)
  • Non è il geografo che fa il conto delle città, dei fiumi, delle montagne, dei mari, degli oceani e dei deserti. Il geografo è troppo importante e non può andare a zonzo. (Antoine de Saint-Exupéry)
  • Per questo sono ancora attaccato le carte: servono a impedire la cancellazione della memoria. Non basta un navigatore satellitare. I luoghi vanno cercati, corteggiati, raggiunti con errori o digressioni, altrimenti escono dalla memoria. Un popolo senza senso della geografia è destinato a uscire dalla storia. (Paolo Rumiz)
  • Pretendere che il geografo possegga una conoscenza diretta e personale dei diversi paesi del globo, da lui scientificamente descritti su materiali criticamente vagliati e rappresentati in apposite carte, è tanto assurdo quanto volere che lo storico abbia assistito allo svolgersi degli avvenimenti e conosciuto da vicino i personaggi, che formano oggetto dell'indagine sua. (Cosimo Bertacchi)
  • Sono pronto a sostenere che la geografia va posta accanto alla divinissima filosofia. (Karl Ritter)
  • Staccate la geografia dalle scienze naturali e storiche e l'avrete distrutta; togliete alle scienze naturali e storiche la parte geografica e le avrete rese[1] schematiche ed astratte; avrete tolto loro addirittura la loro intuibilità. (Giuseppe Lombardo Radice)
L'Europa dal satellite

NoteModifica

  1. Nel testo reso.

Altri progettiModifica