Apri il menu principale

Ellen

Serie TV

Immagine EllenTVlogo.svg.
Titolo originale

These Friends of Mine (st. 1)
Ellen (st. 2-5)

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno

1994-1998

Genere sitcom
Stagioni 5
Episodi 109
Ideatore Warren Bell
Produttore Tom Cherones
Rete televisiva ABC
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Ellen (Ellen o These Friends of Mine) è una sitcom statunitense prodotta dal 1994 al 1998 ed interpretata da Ellen DeGeneres.

Stagione 4Modifica

Episodio 22-23, Consapevolezza (The Puppy Episode)Modifica

  • Paige: Ellen, vuoi uscire allo scoperto o no?
    Joe: Esci allo scoperto una volta per tutte!
    Paige: È vero! Coraggio!
    Ellen: Ma che fretta avete? L'episodio è appena cominciato!
  • [Parlando del film Lama tagliente (Sling Blade)]
    Susan e Ellen: [In coro, facendo un'imitazione] Io la chiamo roncola! La maggior parte della gente la chiama falsetto io la chiamo roncola, la forma simile alla banana!
    Ellen: Io ridevo per la banana!
    Susan: Anch'io!
    Richard: Ne deduco che qualcuno nel film parlava così.
    Susan e Ellen: [In coro] No.
  • Susan: È così strano! Siamo molto simili.
    Ellen: Lo so, è molto strano. Non ho mai incontrato nessuno che... Insomma, è come se mi guardassi allo specchio. Sai, è come lo specchio del luna park che ti fa più alta e più magra!
  • Susan: Non esco con gli uomini.
    Ellen: Oh. [Lunga pausa] Perché?
    Susan: Sono gay.
    Ellen: Sei gay?
    Susan: Sì.
    Ellen: Oh, chi l'avrebbe detto. Uh, gay. Bene, bene. Gay. Io non... Io non... Io... È normale, perché non dovresti essere gay?
    Susan: Accidenti, credevo che tu lo sapessi.
    Ellen: No, non lo sapevo.
    Susan: Già. Sai che pensavo che anche tu fossi gay?
    Ellen: Credevi fossi gay?
    Susan: Sì.
    Ellen: Perché... Perché credevi... Perché dovrei essere gay?
    Susan: Oh, non lo so. Mi dispiace. Io ho avuto quel tipo di fremito.
    Ellen: Fremito? Cioè un fremito gay come... Come se io emanassi una speciale gay vibrazione? Gaaay! Sì, è strano. No, io credo che quella che percepisci è una etero vibrazione perché mi piaccino gli uomini e questo ti sorprende un po' e devo dire che sei confusa a riguardo. [Intanto Ellen riempie un bicchiere di ghiaccio facendo cadere a terra i cubetti]
    Susan: Ehm, Ellen...
    Ellen: Sì?
    Susan: Il ghiaccio.
    Ellen: Il ghiaccio. Sì, mi piace il ghiaccio. Gli eterosessuali amano il ghiaccio!
    Susan: Cavolo, scusa Ellen. Mi dispiace tanto, io...
    Ellen: Di cosa? È buffo perché credo di sapere cosa stia succedendo. È che a te non piace essere l'unica gay, non è vero? Devi reclutarne degli altri, non è così?
    Susan: [Sarcastica] Chiamo il quartier generale nazionale e gli dico che ti ho persa. Accidenti avrei vinto quel maledetto tostapane!
    Ellen: Che-che cos'è? Umorismo gay?
  • Ellen: Le assicuro che non cerco la perfezione. Voglio solo una persona speciale. Una persona con cui avere un dialogo.
    [...]
    Terapista: C'è mai stato qualcuno con cui hai sentito di prenderti? [Ellen annuisce] E come si chiama?
    Ellen: Susan.
  • Sarò sempre la ragazza con cui non sei andato a letto. Questo mi rende speciale. (Ellen a Richard)
  • [In aeroporto, prima che Susan salga sul volo]
    Ellen: Ti ricordi che in camera tua hai detto che pensavi che io fossi come te [gay] e io ho detto "No, no, no, no, no"? Be', io... Io ecco, ci ho pensato, sai, e credo che potrebbe essere... Potrebbe... Io sono, ehm... Quello che sto cercando di dire è... È che ho capito la battuta del tostapane.
    Susan: Allora ho capito quello che vuoi dire.
    Ellen: Cosa pensi che stia dicendo?
    Susan: Oh, non voglio sbagliarmi di nuovo.
    Ellen: No, no, non ti sbagli. Hai ragione. Ehm, sono davvero... Sono davvero in difficoltà, ma io-io-io... Io credo d'aver capito di essere... Non riesco a dire la parola. Perché non riesco a dirlo?! Insomma, perché non riesco a dire... Ma cosa c'è di male? Perché... Perché devo vergognarmi tanto?! È assurdo! Perché non riesco a dire la verità?! Devo essere me stessa! Ho trentacinque anni suonati! Ho tanta paura di dirlo alla gente, ma sono... Susan, sono gay! [La frase risuona per tutto l'aeroporto perché per sbaglio si è avvicinata a un microfono]
    Susan: Brava! [Si abbracciano] Brava! Ce l'hai fatta!
    Ellen: Ora mi sento bene! Ti garantisco che sto bene! E l'ho fatto... ad alta voce!

Altri progettiModifica