Discussione:Charles Darwin

Aggiungi argomento
Discussioni attive


Perchè Darwin non è incluso tra gli Scienziati/Biologi? Il precedente commento non firmato è stato inserito da 82.57.78.217 (discussioni · contributi), in data 22:03, 2 nov 2005‎.

Perchè non era uno scienziato, non era un biologo, ma un naturalista e un geologo. --Dread83 21:10, Nov 2, 2005 (UTC)
perché non ha prodotto un bel niente nel senso della scienza moderna che è galileiano-newtoniana. Nessuna equazione matematica dell'evoluzionismo, nessuna prova sperimentalmente verificabile, misurabile, riproducibile e controllabile in condizioni certe. Tutti i capisaldi di una scienza matematica esatta, sia essa teorica o applicativa. Nno smebra aver predetto nessun fenomeno biologico o scientifico all'epoca ignota, diversamente dalla relatività con le orbite di Mercurio o l'equazione massa-energia con l'atomica. Non sono famose applicazioni pratiche che abbiano rivoluzionato la vita quotidiana e siano univocamente ascrivibile alle sue teorie.
non è un sistema completo. Non spiega tutto.

Trattasi di un frutto di letture e in particolare di parole riprese a memoria anche dal prof. Zichichi, che affermò simili proposizioni in televisione e in alcune conferenze che non deve essere più di tanto difficile recuperare. Tali affermazioni stanno comunque in piedi anche senza il favorevole sostegno di una riconosciuta autorità scientifica, quale lui è stato per anni in Italia e non solo.Philosopher81sp (scrivimi) 16:24, 20 ago 2020 (CEST)

Senza fonteModifica

  • Un matematico è un cieco in una stanza buia che cerca un gatto nero che non è lì.
  • Un uomo che osa sprecare un'ora di vita non ha ancora scoperto il valore della vita.

Da parte di Baden PowellModifica

Segnalo da w:en.Charles Darwin questa parte.

  In it, Baden Powell argued that miracles broke God's laws, so belief in them was atheistic, and praised "Mr Darwin's masterly volume [supporting] the grand principle of the self-evolving powers of nature"
Adrian Desmond and James Moore, Darwin, London: Michael Joseph, the Penguin Group, 1991

Il virgolettato non corrisponde al testo di Google Books che riporta:

  [it] must soon bring about an entire revolution in opinion in favour of the grand principle of the self-evolving powers of nature

Sarà diversa l'edizione o il verso (da cui è stata tratta la citazione). La seconda è verificabile al 20-08, la cito su Baden Powell in quanto si è in presenza di un sedicente cristiano (massone) che parla di autoregolazione della natura creata, senza menzione di Dio creatore. Fatto che è comunque rilevante per tanti che credono alle sue idee o hanno fatto parte degli Scout.Philosopher81sp (scrivimi) 16:17, 20 ago 2020 (CEST)

Due sezioni per una medesima operaModifica

Diario di un naturalista giramondo e Viaggio di un naturalista intorno al mondo sono la stessa opera, perciò non ha senso avere due sezioni nella voce come appare ora, tanto più che in ambo i casi anche la traduzione è sempre quella di Michele Lessona (sono solo due stampe differite). --79.42.116.142 16:28, 28 ott 2020 (CET)

[...] il metodo scientifico consiste nel raccogliere dei fatti, da cui si traggono leggi e conclusioni generali. (Cambridge: 1828-1831)Modifica

In puro soliloquio mi chiedo, a me stesso chiedo: Chissà che fonte è Cambridge: 1828-1831. --Sun-crops (scrivimi) 23:31, 28 giu 2022 (CEST) In verità mi chiedo, sussurrandomelo, altro sul contenuto stesso di questa citazione. --Sun-crops (scrivimi) 23:33, 28 giu 2022 (CEST) Per la prima parte mi sono già risposto: molto probabilmente è una sezione dell'opera relativa a quella specifica citazione. Anche per la seconda parte mi sono risposto: il contenuto della citazione era – salvo errore – noto alla comunità scientifica già dal tempo di Galileo, forse forse, in una certa misura, anche molto prima; dallo stesso Medioevo --Sun-crops (scrivimi) 23:40, 28 giu 2022 (CEST) In altri termini, salvo errore, il contenuto di questa citazione è pensiero di Galileo ed è da secoli il fondamento del metodo scientifico moderno. --Sun-crops (scrivimi) 14:30, 29 giu 2022 (CEST) Dato che – da quanto si può comprendere – si lavora con la fonte primaria, si renderebbe utilissimo servizio al lettore e si migliorerebbe di molto la sezione, se si desse indicazione, per tutte le citazioni, del numero di pagina. Se invece si lavora con fonti secondarie, queste andrebbero indicate, in verità. --Sun-crops (scrivimi) 15:30, 29 giu 2022 (CEST)

Per questa citazione è disponibile un più ampio documento che allego. Come è ovvio, il metodo galileiano su cui si fonda la scienza moderna era ben noto a Darwin che si limita a richiamarlo, quasi accennandovi, in rapporto ad una circostanza particolare, come si evince dal documento [1], p. 4., p. 4. E se si legge attentamente, Darwin stesso ce lo dice – in pratica, tutto sommato, in filigrana – che i fondamenti del metodo scientifico li conosceva, quando afferma: "Sebbene avessi letto vari libri di scienza (corsivo mio), niente mai prima di allora mi aveva dato l'esatta consapevolezza che il metodo scientifico consiste nel raccogliere dei fatti, da cui si traggono leggi e conclusioni generali".. Vale a dire: già lo sapeva da un pezzo pezzo (e come poteva essere diversamente?), ma non era giunto ancora alla piena consapevolezza. Credo, lo dico con infinita cautela, che questa citazione dovrebbe essere rimossa: non è in sé particolarmente significativa ed è, nel molto succinto contenuto, da riferire a Galileo. Con molto rispetto e cautela aggiungo che sono pervenuto alla conclusione – salvo errore – che la citazione sia stata tratta da una fonte secondaria non riportata. Diversamente l'utente non avrebbe commesso un simile errore. --Sun-crops (scrivimi) 16:51, 30 giu 2022 (CEST) Mi sia consentito insistere su un punto: premesso che questa citazione è da eliminare per le ragioni ampiamente argomentate, sarebbe necessario – ove si disponga del testo-fonte primaria – aggiungere il numero di pagina per le citazioni inserite e possibilmente aggiungere, per favore, anche il numero di pagina delle preesistenti citazioni, se si riesce a ritrovarle (ma aiutandosi con la fonte originale disponibile su archive.org [2] ci si può provare con discrete probabilità di successo). Se ciò non viene verrà fatto, se ne deve dovrà necessariamente dedurre che si è lavorato con fonti secondarie, e le fonti secondarie debbono essere indicate. Non è corretto – dirlo mi rincresce molto – non farlo. Non è corretto né in sé, né verso il lettore, né verso il progetto. Ma resto fiducioso che l'utente vorrà, molto cortesemente, smentirmi, colmando la lacuna. --Sun-crops (scrivimi) 19:47, 30 giu 2022 (CEST) Sempre sperando, si resta in attesa del fix. --Sun-crops (scrivimi) 13:52, 2 lug 2022 (CEST)
Domenica, 3 luglio 2022, notte, ore 2,40 circa. Dum spiro, spero. In spe contra spem, sed spero che verranno aggiunti i pochi numeri di pagina necessari a regolarizzare la sezione Autobiografia (1809-1882). Giacché si dispone, come si deve cogentemente dedurre dal modo in cui sono stati fatti gli inserimenti, della fonte primaria. Grazie --Sun-crops (scrivimi) 02:40, 3 lug 2022 (CEST)

Autobiografia e numeri di paginaModifica

Rispondo alla richiesta di [@ Spinoziano]. È un ebook, quindi niente numeri di pagina, i quali, peraltro, sono consigliati ma non obbligatori (infatti spessissimo qui su WQ mancano), anche se di solito io li inserisco (ultimo esempio). Comunque è indicato il capitolo (senza il numero, perché il testo non lo ha). Si potrebbe mettere la posizione che la citazione ha nel testo elettronico, per esempio il software libero Calibre ha una funzione che si chiama "modalità di riferimento" che dà delle "coordinate", ma nessuno le capirebbe. Nel complesso non mi pare che ne valga la pena né che corrisponda all'uso, anche se non costerebbe nulla. A margine: l'ebook (ISBN 9788858416884) riporta come data il 2006, ma qui (sito ufficiale dell'editore) si dice che è del 2014, anno che, lo ribadisco, non compare nell'ebook, e che pertanto non ho inserito. Saluti. --Udiki (scrivimi) 12:26, 3 lug 2022 (CEST)

Ritorna alla pagina "Charles Darwin".