Compagnia di Gesù

istituto religioso maschile di diritto pontificio

Citazioni sulla Compagnia di Gesù e i gesuiti.

  • Egli [Vincenzo Gioberti] trova un Gesuitismo esistente quando Gesuiti non erano al mondo, e che resterebbe superstite quando questi ne fossero succisi dalle radici: egli vede la Chiesa costretta di lacci vergognosi dal Gesuitismo: egli lamenta l'uomo cattolico imbastardito, l'uomo italiano rimpastato e rifatto in peggio dal Gesuitismo: egli asserisce i paesi cattolici trovarsi enormemente inferiori ai paesi eterodossi in opera di culto civile per colpa del Gesuitismo: egli non conosce gloria maggiore dei Governi italiani che far testa alle invasioni del Gesuitismo; né la finerei più a riferire anche una metà delle gigantesche censure che egli appicca a quel mostro paurosissimo. (Carlo Maria Curci)
Emblema della Compagnia di Gesù, attribuito al fondatore Ignazio di Loyola
  • In nessuna «Compagnia» Gesù si sarebbe trovato peggio che in quella che porta il suo nome. (Roberto Gervaso)
  • La Compagnia di Gesù, che per anni era stata bersagliata dal fuoco incrociato dei liberali, dei democratici e di una parte dei cattolici-liberali e che nel '48 era stata colpita in vari Stati da provvedimenti di espulsione, ebbe in questa lotta [contro il cattolicesimo liberale e contro tutte le tendenze che, all'interno della Chiesa, auspicavano riforme più o meno vaste dell'ordinamento ecclesiastico] una funzione di avanguardia e accrebbe grandemente la sua influenza a Roma e in tutto il mondo cattolico. (Giorgio Candeloro)
  • Nei tempi difficili in cui la Compagnia di Gesù si è trovata e si trova, la santa Sede non le venne mai meno, perché s'avvedeva che le imprecazioni contro i Gesuiti non erano in Germania, e in Francia, nella Svizzera e nella Spagna che un grido di guerra, un segnale di riunione dato dalle buffonesche ipocrisie dell'empietà rivoluzionaria collegata con ogni sorta di fanatismo. (Jacques Crétineau-Joly)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica