Chiamatemi Francesco - Il Papa della gente

film del 2015 diretto da Daniele Luchetti

Chiamatemi Francesco - Il Papa della gente

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Chiamatemi Francesco - Il Papa della gente

Lingua originale italiano e spagnolo
Paese Italia
Anno 2015
Genere biografico, drammatico
Regia Daniele Luchetti
Soggetto Jorge Bergoglio (autobiografia)
Sceneggiatura Daniele Luchetti, Martin Salinas
Produttore Pietro Valsecchi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Chiamatemi Francesco - Il Papa della gente, film del 2015 con Rodrigo de la Serna, regia di Daniele Luchetti.

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Sapete, a me piace molto il tedesco, che è una lingua molto più bella della sua letteratura, mentre il francese è brutto ma la sua letteratura è bella. (Borges)
  • La preghiera ci può aiutare a far depositare le emozioni, scioglie i nodi e ci fa capire cos'è più utile per gli altri. (Bergoglio)

DialoghiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Esther: Dopotutto la felicità collettiva è fatta di felicità individuali.
    Bergoglio: Ah sì?
    Esther: Sì. Se ciascuno di noi ottenesse la propria felicità senza far del male a nessuno, saremmo tutti più contenti.
  • Jalics: Tu vuoi fare del bene ancora prima di capirlo. E questo può avere solo una spiegazione: preghi male.
    Bergoglio: Prego male?
    Esther: Si devono prima imparare le cose semplici, Jorge.
  • Gesuita: Via, Bergoglio, saprà certamente che la fede non deve essere triste.
    Bergoglio: I santi tristi sono tristi santi, lo diceva mia nonna.
    Gesuita: Perciò bisogna ridere, per far scappare il diavolo!