Apri il menu principale

Anime

neologismo con cui in Giappone si indicano l'animazione ed i cartoni animati
Una scena di Momotaro (1945), il primo lungometraggio anime

Citazioni sugli anime.

  • – Chiamami Otacon [...] Vuol dire Otaku Convention. Un Otaku è un ragazzo a cui piacciono i film d'animazione giapponesi. Il Giappone è stata la prima nazione che è riuscita a realizzare dei robot bipedi. Ancora oggi sono i migliori in tutto il mondo nel campo della robotica.
    – E i cartoni animati giapponesi hanno avuto un ruolo in tutto questo?
    – Proprio così [...]. Sono diventato uno scienziato perché volevo dare vita a dei robot uguali a quelli dei cartoni animati giapponesi. (Metal Gear Solid)
  • I cartoni sono un'altra cosa in Giappone: tanto per cominciare non sono considerati affatto prodotti per bambini. Piuttosto, la vastità del successo dei manga e dell'anime ha fatto sì che nascessero produzioni differenziate per età e gusti. (Luca Raffaelli)
  • Un pugno distruttivo di un eroe giapponese non è nulla al confronto della violenza verbale che a volte si respira nelle case. [...] E se gli adulti se la prendessero tanto con i cartoni giapponesi perché sospettano di essere i cattivi contro cui i bambini combattono insieme agli eroi? (Luca Raffaelli)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica