Vittoria Aganoor

poetessa italiana

Vittoria Aganoor Pompilj (1855 – 1910), poetessa italiana.

Vittoria Aganoor

Citazioni Di Vittoria AganoorModifica

  • È mezzogiorno, | balena il mare; | sui colli e al piano | un uniforme | tedio. Alla vampa | canicolare | Napoli dorme || È mezzanotte, | sovra il sereno | golfo, alle rive | tra pianta e pianta | l'argento piove. | La luna è in pieno; | Napoli canta. (Napoli-Posillipo[1])

Incipit di Leggenda eterna; Intermezzo; RisveglioModifica

Sotto la luna i mille cavalieri,
come a squillo che chiami alla raccolta,
vanno, volano, ansanti, a briglia sciolta,
curvi sul crine dei cavalli neri.
Ciechi, folli, non vedono, sui vaghi
poggi, il grappolo offrirsi dalle viti,
né i casolari lampeggiar gl'inviti
di pace, in riva agli assopiti laghi.
No, no, no! Solo, luminoso, alato,
bello d'una terribile bellezza,
con voce di comando e di carezza
chiama il sogno da tanti anni sognato.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

  1. Citato in Nuove liriche, Nuova Antologia, Roma, p. 139