Unfit: The Psychology Of Donald Trump

Unfit - The Psychology of Donald Trump

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Unfit - The Psychology of Donald Trump

Paese Stati Uniti d'America
Anno 2020
Genere documentario
Regia Dan Partland
Interpreti e personaggi
  • George Conway: se stesso
  • Malcolm Nance: se stesso
  • Bill Kristol: se stesso
  • Rick Reilly: se stesso
  • Anthony Scaramucci: se stesso
  • John Gartner: se stesso
  • Ruth Ben-Ghiat: se stesso
  • Sheldon Solomon: se stesso
  • Justin Frank: se stesso
  • Lance Dodes: se stesso
  • Suzanne Lachmann: se stesso
  • Cheryl Koos: se stesso
  • Ramani Durvasula: se stesso
  • Scott Ritter: se stesso

Unfit - The Psychology of Donald Trump, film documentario del 2020, regia di Dan Partland.

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

Donald Trump is like a practical joke that jot out of hand. (George Conway)
  • Trump è un narcisista maligno? [...] Non si può capire la sua presidenza, senza sapere questa cosa.
Is Trump a malignant narcisist? [...] You cannot understand his presidency without knowing this. (George Conway)
  • Oggi la regola di Goldwater[1] è stata estesa in modo scorretto. La cosa scorretta è che oggi viene usata per impedire di parlare di cose che sono riconoscibili. Non ha senso. Come dire che un chirurgo ortopedico, vedendo un giocatore di football infortunato non dovrebbe dire che quella persona forse ha un legamento rotto. Può dirlo perché è un esperto in quel campo ed è avvenuta una cosa che ha osservato.
The Goldwater Rule today has been incorrectly extended. And the incorrect part about it is that now it has been used to suppress speech about things that are notable. It says nonsense to go saying an orthopedic surgeon shouldn't be able to watch somebody in a football injury and say that person probably has an ACL tear.[2] He can say it because it's an expert in the field, something happened and he observed it. (Lance Dodes)
  • Non è escluso che una persona possa fare il presidente, se ha un disturbo psicologico. Ma Donald Trump mostra chiari segni di un grave disturbo della personalità. Si chiama narcisismo maligno. [...] Ha quattro componenti: narcisismo, paranoia, disturbo anti-sociale della personalità e sadismo.
It doesn't disqualify someone from being president if they have a psychological disorder. But Donald Trump show clear signs of the most severe personality disorder. It's called malignant narcissism [...] which has four component: narcissism, pananoia, anti-social personality disorder and sadism. (John Gartner)
  • Trump è estremamente intelligente. Lo si può odiare perché dice stronzate ed è una persona detestabile, a volte. Ma questo non toglie che rifletta lo spirito culturale dell'epoca. È un avatar di quella rabbia.
Trump is heavily smart. The guy made it to the american presidency, it's not stupid. You could hate Trump 'cause he says assholish things - ok? - and he's an obnoxious guy, at times. But what you are missing is that he is now a reflection of the cultural zeitgeist. He is an avatar of that anger. (Anthony Scaramucci)
  • [Trump] non è razzista. [...] Tratta tutti di merda. [...] Non ha importanza se sei nero o bianco, lesbica o transgender... Tratta tutti allo stesso modo. [...] È uno stronzo. Cosa molto diversa dall'essere razzista.
He's not a racist. [...] This guy threats everybody like shit. [...] It doesn't matter if you're black, white, lesbian, trangender... He treats everybody the same. [...] He is an asshole. That's different from being a racist. (Anthony Scaramucci)
  • Siamo nella terza epoca di ascesa nella storia dell'uomo carismatico, minaccioso e forte. La prima è stata durante il periodo fascista, negli anni 20 e 30. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, c'è stato l'uomo forte anticolonialista, come Mobutu e Gheddafi. E oggi abbiamo una nuova generazione di leader che minacciano la democrazia liberale o l'hanno già parzialmente distrutta.
We are in the third era of the rise of the carismatic strong man in history. The first was during the fascist period in the 20s and 30s. After world war two you had the anti-colonial strong man, like Mobutu and Gheddafi. And today we have a new crop of leaders who are threatening liberal democracy or have already partly destroyed it. (Ruth Ben-Ghiat)
  • Una delle cose più pericolose dei leader autoritari è che le loro manie personali, le loro ossessioni, le loro preoccupazioni spesso diventano politica di stato.
One of the most dangerous things about authoritarian leaders is that their particular personal quirks, their preoccupations, often became state policies. (Ruth Ben-Ghiat)
  • Io paragono sempre Trump a Hitler. [...] Non è che sia come Hitler o sia il suo equivalente, ma ha le stessa diagnosi di Hitler. Fa parte della stessa categoria, di un tipo di psicologia che può essere più o meno estrema, ma che ha delle caratteristiche comuni. Sono fatti della stessa pasta.
I compare Trump to Hitler all the time. [...] Is not that he's as bad as Hitler or he's the equivalent of Hitler. But he has the same diagnosis as Hitler. He's in the same category that it's a psychological type that can be more or less extreme, but they share this common characteristic. They're cut from the same cloth. (John Gartner)

NoteModifica

Altri progettiModifica