Apri il menu principale

Ultime parole da Breaking Bad

lista di un progetto Wikimedia

Raccolta delle ultime parole pronunciate dai personaggi della serie televisiva Breaking Bad in punto di morte.

CitazioniModifica

  Citazioni in ordine temporale.

Prima stagioneModifica

  • Facciamoli fuori tutti e due! (Emilio Koyama)
Episodio Questione di chimica. Dopo aver prodotto della metanfetamina pura al 99 %, Walter White convince il suo socio, Jessie Pinkman, a trovare due compratori che dovranno incontrare nel loro camper nel deserto. Jessie porta il suo ex socio Emilio Koyama e suo cugino, lo spacciatore Krazy-8, che però puntano armi contro gli inesperti criminali, decisi ad ucciderli. Walt si propone di diventare il loro cuoco, mostrandogli come "cucinare" la sua metanfetamina: tuttavia, durante il procedimento mette sul fornello del Fosforo Rosso, un componente tossico, e approfittando della distrazione dei criminali dovuta alla reazione chimica scappa fuori dal camper chiudendo dentro Krazy-8 e Emilio, che muore per via del gas venefico formatosi.
  • Liberami, Walter. (Domingo "Krazy-8" Molina)
Episodio Conseguenze radicali. Rinchiuso nello scantinato di Jessie per essere sopravvissuto al gas, Krazy-8 deve essere ucciso da Walt, ma dopo una lunga conversazione, in cui gli rivela addirittura il proprio nome, riesce a convincerlo a lasciarlo andare. Dopo che Walt è andato a buttare i resti di un piatto rotto in precedenza da Krazy-8, quest'ultimo aspetta di essere liberato. Tuttavia Walt ha scoperto che lo spacciatore ha rubato uno dei frammenti del piatto, presumibilmente per ucciderlo: deluso dal comportamento del criminale, Walt strangola con il lucchetto per biciclette con cui lo teneva legatoKrazy-8 , che tenta invano di ucciderlo proprio col frammento di piatto rubato.
  • Andiamo Tuco, volevo solo dire... (No Doze)
Episodio Vendetta. Decisi a trovare un fornitore, Walt e Jessie scelgono il capo di Krazy-8, il potente uomo del cartello messicano Tuco Salamanca. La trattativa, avvenuta da uno sfasciacarrozze, va a buon fine, ma uno degli scagnozzi di Tuco, No Doze, intima scherzosamente ai due di ricordarsi che lavorano comunque per loro: su di giri per la droga sniffata prima, Tuco ha una discussione con lo scagnozzo sulla battuta e inizia a pestarlo furiosamente fino a spappolargli il cranio, sotto gli sguardi increduli e terrorizzati di Walt, Jessie e Gonzo, l'altro scagnozzo di Tuco.

Seconda stagioneModifica

  • Dimmi che avete fatto! (Tuco Salamanca)
Episodio Grigliato. Scoperto grazie a suo zio Hector che Walt e Jessie, rapiti per renderli cuochi del cartello, hanno provato ad avvelenarlo, il furente Tuco decide di portare i due nel cortile della propria casa armato di fucile M16. Qui Il messicano interroga i due chiedendo cosa abbiano fatto, picchiando Jessie: vedendo che il ragazzo sta prendendo un sasso, Walt rivela ad un furente Tuco le loro intenzioni in modo di distrarlo e permettere a Jessie di disarmare il messicano. Dopo che il criminale estrae una pistola, i due hanno una colluttazione e Jessie riesce a ferire Tuco al fianco, per poi nascondersi nelle vicinanze con Walt. Ferito, Tuco si trascina verso la propria auto, dove è nascosto un altro fucile, ma in quel momento arriva il cognato di Walt, l'agente della DEA Hank Schrader, che gli intima di alzare le mani, ma il trafficante tuttavia non vuole arrendersi e afferrato il fucile scatena una piccola sparatoria: dopo che entrambi finiscono i colpi si fermano a ricaricare, Hank riesce a caricare prima la propria pistola ed ha tutto il tempo di puntare Tuco, che appena esce allo scoperto viene centrato alla testa.
  • Vacca! Vacca! Vacca! Vacca! Vacca! (Schizzo)
Episodio Una lezione indimenticabile. Jessie si reca dal drogato Schizzo, che gli deve dei soldi, ma questi ha rubato un'intera cassaforte ATM e prova ad aprirla con Jessie, che viene però stordito e legato dalla compagna del drogato. Quando rinviene, Schizzo sta provando invano ad aprire la cassaforte e, sempre più irritato, inizia a chiamare la moglie "Vacca" quando questa, in crisi di astinenza, gli chiede un po' di droga: irritata, la donna spinge l'intera cassaforte contro la testa del marito schiacciandola, per poi rubare dal cadavere la droga.
  • Che c'è, Shrader? Non dirmi che non hai mai visto una testa mozzata sopra una tartaruga! (Detective di El Paso)
Episodio Nero e azzurro. Dopo aver ucciso Tuco, Hank viene promosso e trasferito ad El Paso: qui tuttavia fa fatica ad ambientarsi per via dei colleghi, che lo ritengono un cittadino pappamolle mentre ad Albuquerque era considerato un eroe. Un giorno Hank e alcuni colleghi hanno un appuntamento con un informatore, il membro del cartello Tortuga, ma al suo posto trovano un macabro segnale su quale sia stato il suo destino: la testa di Tortuga sopra una tartaruga, sul cui guscio è stato scritto "Hola DEA". Disgustato, Hank si allontana per vomitare e viene insultato dai colleghi: mentre tolgono la testa però si attiva un esplosivo piazzato dagli uomini del cartello che scoppiando uccide un detective e ne ferisce gravemente altri tre, mentre ironicamente Hank resta illeso.
  • Affari miei. Togliti di torno! Che aspetti? Sparisci! (Christian "Combo" Ortega)
Episodio Mandala. Grazie ai tre amici di Jessie utilizzati come spacciatori, Walt riesce a creare un piccolo dominio dello spaccio. Un giorno uno degli spacciatori, Christian "Combo" Ortega, si imbatte nei suoi traffici in un ragazzino del luogo, Tomàs Cantillo, che inizia a girargli attorno con la bici: non volendo scocciature, lo spacciatore lo caccia in malo modo, ma in quel momento degli uomini in macchina lì vicino iniziano a suonare ossessivamente il clacsoon, insospettendo Combo. Sentito il rumore di qualcuno che carica una pistola, lo spacciatore si volta, ma viene colpito alla pancia da Tomàs, inviato dagli uomini in macchina, spacciatori rivali: Combo tenta allora la fuga, ma dopo vari colpi a vuoto il ragazzino riesce a finirlo con un colpo alla schiena.

Terza stagioneModifica

  • Che diavolo sta succedendo? (Trafficante di uomini)
Episodio Ora Basta. Un furgone sta trasportando un gruppo di immigrati clandestini dal Messico agli Stati Uniti. Ad un certo punto l'autista sente dei rumori sospetti provenire dall'interno e, non ricevendo risposta quando chiama il complice all'interno, decide di fermare il mezzo e controllare: una volta aperto, scopre che tutti i passeggeri e il suo complice sono morti, uccisi dai Gemelli Salamanca, che non vogliono testimoni del loro arrivo negli Stati Uniti. Il trafficante tenta allora la fuga, ma viene azzoppato da Leonel e, una volta raggiunto, finito con un colpo alla testa.
  • Grazie, boss. (Tortuga)
Episodio Tradimento. In un flashback ambientato durante la seconda stagione, l'informatore della DEA Tortuga si reca in un bar, dove si incontra con il suo boss, Juan Bolsa. Bolsa porta sul retro il suo scagnozzo per mostrargli il suo regalo di compleanno, una tartaruga, sulla quale si mette a scrivere. Tortuga è inizialmente divertito da ciò, ma quando si accorge che la scritta è un messaggio per la DEA capisce di essere stato beccato e tenta la fuga, ma viene intercettato dai gemelli Salamanca e decapitato a colpi di machete. Come visto nella seconda stagione, la sua testa con all'interno dell'esplosivo verrà depositata sulla tartaruga e lasciata nel luogo in cui l'informatore doveva incontrarsi con quelli della DEA.
  • Fermo! Mettiti in ginocchio o sparo! (Agente Bobby Kee)
Episodio Al tramonto. In una zona deserta fuori Albuquerque, Il giovane poliziotto Bobby Kee sta facendo un giro di ronda quando arriva nei pressi dell'abitazione di una sua amica, la signora Pekitewa. Notando un assoluto silenzio, Kee si insospettisce e si mette ad indagare. Dopo aver trovato il cadavere della signora Pekitewa, l'agente sorprende Leonel Salamanca: Kee gli intima di arrendersi, ma in quel momento Marco lo attacca di spalle uccidendolo con un'accetta.
  • Cristo! (Passante)
Episodio Un minuto. I due fratelli Marco e Leonel Salamanca si apprestano ad uccidere Hank, responsabile della morte del loro cugino Tuco. tuttavia, avvisato dell'attentato in forma anonima da Gus Fring, Hank ha la prontezza di spirito di investire Leonel, rubargli la pistola e scappare. Marco inizia allora ad inseguirlo, ma si imbatte in due passanti, un uomo e una donna: non volendo testimoni, il sicario spara a bruciapelo contro l'uomo uccidendolo, non riuscendo però ad uccidere la donna per via delle pistole scariche.
  • No.Troppo facile. (Marco Salamanca)
No. Muy Facil.
Episodio Un minuto. I due fratelli Marco e Leonel Salamanca si apprestano ad uccidere Hank, responsabile della morte del loro cugino Tuco. tuttavia, avvisato dell'attentato in forma anonima da Gus Fring, Hank ha la prontezza di spirito di investire Leonel, rubargli la pistola e scappare. Marco inizia allora a inseguirlo: l'agente della DEA riesce però a crivellarlo di colpi dopo che si è distratto fermandosi a ricaricare le pistole, ma Marco indossa un giubbotto antiproiettile e colpisce a sua volta Hank varie volte. Trovando che un colpo di pistola sia una morte troppo rapida, il sicario decide però di prendere un ascia dalla propria macchina, per procurare ad Hank una morte dolorosa. Tuttavia l'agente della DEA trova il particolare proiettile a punta cava comprato dai Salamanca, noto per essere infallibile, accanto a sè, caduto al sicario mentre stava ricaricando: mentre Marco arriva armato di ascia, Hank ricarica velocemente la propria pistola col proiettile e gli spara in testa uccidendolo.
  • Finiscilo. (Leonel Salamanca)
Termìnalo.
Episodio Un minuto. I due fratelli Marco e Leonel Salamanca si apprestano ad uccidere Hank, responsabile della morte del loro cugino Tuco. tuttavia, avvisato dell'attentato in forma anonima da Gus Fring, Hank ha la prontezza di spirito di investire Leonel, rubargli la pistola e scappare. Prima di svenire, Leonel chiede al fratello Marco di finire Hank. Marco avrà però la peggio, e Leonel viene portato in ospedale, dove gli vengono amputate le gambe. Più tardi, su ordine di Gus, Mike si reca in ospedale e, approfittando di un diversivo creato da Walt per sviare gli agenti della DEA, fa un'iniezione letale a Leonel, in modo da impedirgli di parlare.
  • Che diavolo sta succedendo? (Juan Bolsa)
Episodio Ti vedo. Dopo la morte dei fratelli Salamanca, Gus riceve una telefonata da Juan Bolsa, principale intermediario tra lui e gli uomini del cartello. Bolsa è infuriato e non ascolta le scuse di Gus: egli è convinto che sia stato il proprietario di Los Pollos Hermanos ad orchestrare tutto e minaccia di riferirlo ai propri capi. In quel momento però dei militari del governo messicano, pressato da quello statunitense a colpire il cartello per vendicare pubblicamente l'attentato ad Hank, assaltano la villa di Bolsa, uccidendolo insieme ai suoi più fidati scagnozzi, esattamente come Gus aveva previsto.
  • Cosa stai... (Sicario del cartello)
Episodio Mezze misure. A causa della morte dei gemelli Salamanca e di Juan Bolsa, un gruppo di sicari del cartello attacca il luogo in cui Gus deposita la propria droga: informato, Mike si reca sul posto e grazie alla propria abilità e ad alcuni stratagemmi riesce a farli fuori uno dopo l'altro. Arrivato nella stanza in cui è rinchiuso il direttore, Chow, Mike intuisce che dietro al muro alla sua sinistra si trovi l'ultimo sicario, pronta ad ucciderlo appena uscisse allo scoperto: grazie a Chow, che alzando e abbassando le mani gli indica il punto preciso in cui mirare, Mike spara attraverso il muro, centrando il sicario alla testa.
  • Cazzo... Cazzo! (Spacciatore di Gus)
Episodio Mezze misure. Scoperto che il fratellino della sua nuova ragazza Andrea è Tomàs, l'assassino del suo amico Combo, Jessie lo segue e scopre così i suoi mandanti, gli spacciatori rivali che scopre essere dipendenti di Gus: grazie ad incontro organizzato con l'intercessione di Walt, la questione sembra risolversi in pace, ma presto Tomàs viene ucciso dagli spacciatori per chiudere la faccenda. Infuriato, Jessie si reca di notte nell'angolo di strada in cui è morto Combo, dove sono già arrivati i due rivali che provocatoriamente mostrano le armi, ma prima che possa fare alcunchè arriva Walt che investe i due spacciatori, uccidendone uno: pur con una gamba spezzata, l'altro prova a recuperare la pistola, ma viene raggiunto da Walt che gli spara alla testa, sotto gli occhi increduli di Jessie.
  • Non sei costretto a farlo. (Gale Boetticher)
Episodio Niente mezze misure. Capendo che Gus vuole sostituirli con il suo apprendista Gale Boetticher in modo da potersi permettere di ucciderli, Walt invia Jessie ad uccidere il chimico,non potendo farlo personalmente poiché tenuto in ostaggio da Mike e Victor. Arrivato a casa di Gale, Jessie, che non vorrebbe assolutamente macchiarsi le mani col sangue di quello che in fin dei conti è un'innocente, si fa comunque aprire la porta e gli punta la pistola contro: nonostante Gale tenti di farlo desistere, Jessie lo uccide con un colpo alla testa.

Quarta stagioneModifica

  • Merdate a parte, si chiama cuoco perché tutto si limita a seguire una ricetta. Complicata, semplice, non importa: i passaggi non cambiano mai, e conosco ogni passaggio.(Victor)
Episodio Il taglierino. Mentre Mike, Walt e Jessie aspettano Gus Fring lo scagnozzo di quest'ultimo Victor, volendo dimostrare come Walt non sia indispensabile, si mette a cucinare, preparando della metanfetamina e dimostrando come basti seguire la ricetta per ottenerla.Poco dopo arriva Gus: questi, dopo essersi vestito con calma con una delle tute protettive del laboratorio, prende un taglierino e si avvicina a Walt e Jessie, apparentemente deciso ad ucciderli. Tuttavia, inaspettatamente si posiziona alle spalle di Victor e lo sgozza freddamente, poiché quest'ultimo era stato visto da dei testimoni a casa di Gale.
  • No, no, no! (Autista di Los Pollos Hermanos)
Episodio La versione di Skyler. Attraverso i furgoni di merce di Los Pollos Hermanos, Gus Fring fa trasportare per tutti gli Stati Uniti la metanfetamina prodotta da Walt. Tuttavia, dopo la morte di Juan Bolsa il cartello entra in contrasto con Gus e un giorno alcuni sicari attaccano uno dei convogli: l'autista viene fatto scendere a forza e, nonostante le suppliche, ucciso all'istante.
  • Don Eladio, Gustavo non intendeva offenderla. Conosco Gustavo come un fratello.È un uomo d'onore. L'uomo più leale che abbia mai conosciuto. Mi ha salvato dai bassifondi di Santiago. Mi ha reso l'uomo che sono oggi. Gustavo è un genio. Lui ti farà fare milioni. ascolta il tuo cuore per perdonargli questo piccolo errore. Per favore, è il mio compagno. Ho bisogno di lui! Giuro su Dio! (Maximino "Max" Arciniega)
Episodio Fratelli. Mentre sono a colloquio con Don Eladio per convincerlo a finanziare la loro attività di distribuzione di droga, quest'ultimo fa notare a Maximino Arciniega e Gustavo Fring come quest'ultimo lo abbia offeso mancandogli di rispetto. Max allora si mette a parlare bene dell'amico, cercando di salvarlo dalla furia di Don Eladio. Tuttavia, inaspettatamente, lo scagnozzo di Eladio, Hector Salamanca, spara proprio a Max, uccidendolo davanti agli occhi dell'impietrito Gus: Don Eladio intendeva infatti sbarazzarsi subito di lui, in quanto riteneva la metanfetamina una droga minore e non voleva avere a che fare con loro, ma non potendo uccidere Gus perché figura di spicco del Cile.
  • Tu? (Don Eladio)
Tu?
Episodio Alla salute. Dopo aver risolto la loro trattativa, il boss del cartello Don Eladio e Gus festeggiano nella villa del boss. Gus porta anche una bottiglia di prezioso liquore, affermando però che né Jessie né Mike, suoi accompagnatori, possono berlo: temendo un tranello, Eladio aspetta prudentemente che il primo a bere sia Gus per assaggiare il liquore. Poco dopo tuttavia Gus va in bagno per vomitare la bevanda: essa infatti era veramente avvelenata, e presto tutti gli uomini del cartello muoiono dolorosamente. L'ultimo a morire è lo stesso Don Eladio, che fra atroci sofferenze cade nella propria piscina, sotto lo sguardo vendicativo e soddisfatto di Gus.
  • Alla salute! (Gaff)
Salud!
Episodio Alla salute. Notando la reticenza di Gus a far bere il liquore a Mike e Jessie il braccio destro di Don Eladio, Gaff, si insospettisce e rifiuta la bevanda per poter rimanere vigile. I suoi dubbi si rivelano fondati, in quanto la bevanda era stata avvelenata da Gus: vedendo i suoi capi morire, Gaff estrae la pistola per uccidere Gus, ma viene strangolato alle spalle da Mike.
  • Che razza di uomo è uno che parla con la DEA? Non è un uomo. Non lo è affatto. Sei un piccolo topo paralitico. Bella reputazione da lasciarsi alle spalle. È così che vuoi essere ricordato? È l'ultima volta che puoi guardarmi. [Hector "Tio" Salamanca comincia a suonare ripetutamente il campanello] Fuori! (Gus Fring)
Episodio Fine della storia. Poiché il suo scagnozzo Tyrus ha visto l'anziano Hector Salamanca recarsi dalla Dea, Gus si reca alla sua casa di riposo per ucciderlo. tuttavia, la manovra si rivela essere una trappola di Walt e del vecchio messicano, decisi rispettivamente a sbarazzarsi di un pericoloso rivale e vendicare la propria famiglia: mentre Gus prepara un iniezione letale per Hector, quest'ultimo suona ossessivamente il suo campanello, che è appunto collegato ad una bomba creata da Walt. Gus, capendo troppo tardi la situazione, muore nello scoppio della bomba insieme a Tyrus e allo stesso Hector.
  • è tutto chiaro. (Tyrus Kitt)
Episodio Fine della storia. Poiché il suo scagnozzo Tyrus ha visto l'anziano Hector Salamanca recarsi dalla Dea, Gus si reca alla sua casa di riposo per ucciderlo. tuttavia, la manovra si rivela essere una trappola di Walt e del vecchio messicano, decisi rispettivamente a sbarazzarsi di un pericoloso rivale e vendicare la propria famiglia: mentre Gus prepara un iniezione letale per Hector, quest'ultimo suona ossessivamente il suo campanello, che è appunto collegato ad una bomba creata da Walt. Gus, capendo troppo tardi la situazione, muore nello scoppio della bomba insieme a Tyrus e allo stesso Hector.
  • Che c'è? Hai un problema con le scale? (Scagnozzo di Gus Fring)
Episodio Fine della storia. Jesse si trova nel laboratorio a cucinare metanfetamina, sotto la stretta sorveglianza di uno scagnozzo di Gus Fring. Tuttavia, ad un certo punto sentono il rumore dell'ascensore in arrivo. Dopo aver ammanettato Jessie per evitare che scappi o cerchi di aggredirlo, lo scagnozzo si reca dall'ascensore. Quando la porta si apre, l'uomo vede il complice che era incaricato di sorvegliare la porta e, dopo averlo insultato, mette via la pistola. Tuttavia, nell'ascensore è nascosto Walter White che spara immediatamente ai due uomini di Gus uccidendoli.

Quinta stagioneModifica

Prima ParteModifica

  • Sì, signorina Tromel. (Peter Schuler)
Ja, Frau Tromel.
Episodio L'affare tedesco. Dopo la morte di Gus e la scoperta del suo impero criminale Peter Schuler, presidente della Madrigal, multinazionale che comprendeva Los Pollos Hermanos, si ritira da una riunione che stava seguendo controvoglia e va in bagno. Dopo un dialogo con la propria segretaria, l'uomo prende un defibrillatore e, utilizzando un water, si suicida con una scarica elettrica, consapevole che presto i suoi collegamenti con Gus Fring sarebbero stati scoperti.
  • Ascolta, Mike... (Chris Mara)
Episodio L'affare tedesco. Dopo che Mike si è rifiutato di uccidere gli uomini di Gus rimasti, visti come testimoni scomodi, Lydia incarica uno dei sicari di Gus sopravvissuti, Chris Mara, di uccidere gli uomini, a cominciare dall'unico fuori di prigione, Duane Chao. Grazie ad uno stratagemma, Mike si introduce in casa di Chao, nel frattempo ucciso da Chris, puntando una pistola contro quest'ultimo: dopo avergli rivelato il motivo dell'omicidio, Chris prova a convincere Mike a lasciarlo vivo, ma l'anziano criminale lo uccide con due colpi di pistola.
  • Chiudi quella cazzo di bocca... e lasciami morire in pace. (Mike Ehrmantraut)
Episodio Dì il mio nome. Walt ha un appuntamento con Mike, deciso ad uscire dal giro, in un luogo isolato per consegnargli la sua parte di denaro e per farsi dire i nomi degli ex uomini di Gus in carcere. Mike, fedele ai propri compagni, rifiuta e dice in faccia a Walt come la maggior parte dei loro problemi siano stati causati solo da lui e dal suo orgoglio. Walt, accecato dalla rabbia per l'umiliazione e bisognoso di quei nomi, spara a Mike mentre sta mettendo in moto la propria auto, che si schianta contro un albero. Tuttavia, un attimo dopo, capisce che quei nomi avrebbe potuto semplicemente chiederli a Lydia. Walt tenta allora di scusarsi, ma Mike, trascinatosi nel frattempo in riva ad un fiume li vicino, gli chiede di chiudere la bocca e lasciarlo morire in pace.

Ehi, vi prego, aiutatemi! Aiutatemi! (Dennis Markowski)

Episodio Volare alto. Con la morte di Mike, Walt ha finalmente via libera per sbarazzarsi degli scagnozzi di Gus finiti in prigione e paga Jack Walder, zio del suo alleato Todd a capo di una gang di suprematisti ariani, per sistemarli, usando la lista fornitagli da Lydia. In un orario convenuto, gli scagnozzi di Gus nei vari penitenziari eliminano a pugnalate gli uomini di Gus: l'ultimo è essere ucciso è Dennis Markowski, direttore della lavanderia in cui si trovava il laboratorio di metanfetamina, che viene bruciato vivo nella propria cella.

Seconda ParteModifica

  • Fanculo... (Declan)
Episodio Questioni di famiglia. Lydia si reca da Declan, il distributore di Phoenix a cui Walt, Jessie e Mike fornivano la parte della droga: Lydia ritiene infatti che da quando Walt si è ritirato e Declan ha licenziato Todd la droga è scesa di qualità e non può più essere venduta in Europa, per cui gli propone di riassumere Todd o smantellare la sua organizzazione. Declan rifiuta entrambe le offerte, e in quel momento arrivano Jack Walker, Todd e i loro scagnozzi, decisi a prendere il posto della banda di Phoenix come distributori di droga nel paese. Mentre Todd accompagna Lydia nella raffineria di Declan per non farla assistere, Jack e i suoi massacrano i rivali: mentre Lydia esce, tenendo gli occhi chiusi per non guardare i cadaveri degli uomini di Phoenix, Jack si accorge che Declan è rimasto solo ferito e gli spara in testa.
  • Avete sentito? Gettate le armi! (Steven Gomez)
Episodio Riserva Indiana. Prima di incontrarsi con Jessie nel deserto per consegnargli la sua parte di denaro, Walt chiama Jack, invitandolo a raggiungerli e offrendogli del denaro se ucciderà Jessie. Per la disperazione di Walt arrivano però anche Hank e Steven: Jessie, deciso ad abbandonare definitivamente la via del crimine, ha infatti denunciato completamente il suo socio, che viene arrestato dai due soddisfatti agenti della DEA. In quel momento però arrivano Jack, Todd e i loro scagnozzi, e nonostante le suppliche di Walt si scatena una violenta sparatoria tra la gang di Jack e i due agenti della DEA: nonostante il loro coraggio Hank e Steven hanno la peggio, con il primo ferito alla gamba e il secondo ucciso con due colpi al petto.
  • Per cosa mi stai pregando? Sei l'uomo più intelligente che conosca, eppure sei così stupido. Lui ha deciso dieci minuti fa. Fa' quello ch- (Hank Schrader)
Episodio Declino. Ferito alla gamba, Hank sta per essere ucciso da Jack Walker, che non vuole averlo come testimone. Walt, piagnucolando, cerca di spiegare a Jack che Hank non parlerà, per poi tentare di convincere quest'ultimo . tuttavia Hank, perfettamente consapevole di essere sul punto di morire e non volendo abbandonare completamente i propri ideali, inveisce contro Walt facendogli notare come Jack abbia già deciso di ucciderlo, per poi chiedere a Jack di finirlo in fretta: Jack acconsente, uccidendo immediatamente Hank con un colpo alla testa, sotto lo sguardo disperato di Walt.
  • Non lo vedo. (Andrea Cantillo)
Episodio Tutto torna. Todd attira Andrea fuori di casa con l'inganno dicendole di essere venuto con Jesse, seduto nel furgone. Mentre Andrea si avvicina per poter vedere dov'è Jesse, Todd le spara un colpo alla nuca, il tutto sotto lo gli occhi di Jesse, che urla disperato.
  • Si, portali via tutti e due! (Kenny)
Episodio Felina. Deciso a vendicarsi su Jack per quanto avvenuto mesi prima, Walt si reca nel suo covo, apparentemente disarmato e volendo parlare: egli vorrebbe infatti che Jack lo riassumesse per produrre droga ancora più pura, ma Jack si dimostra contrario e propone di ucciderlo. Inoltre, gli viene portato davanti Jessie, ormai ridotto in semi schiavitù dalla gang di ariani. Walt e Jessie iniziano a picchiarsi, finendo per terra: Jack allora ordina a Todd di riportare nel laboratorio Jessie, sotto lo sguardo divertito del suo braccio destro Kenny e dei membri della gang. Tuttavia, in quel momento Walt, grazie ad un telecomando per garage tenuto in mano per tutto il tempo, aziona una mitragliatrice nascosta nel baule della sua auto, che inizia a sparare sul covo ferendo Jack e Walt e massacrando Kenny e il resto della gang.
  • Oh, Gesù, signor White... (Todd Alquist)
Episodio Felina. Dopo la strage commessa da Walt con la propria mitragliatrice sopravvivono solo Jessie, Todd, un ferito Jack e Walt stesso. Ancora sconvolto, Todd guarda fuori dalla finestra la mitragliatrice, provando a chiedere a Walt come abbia potuto organizzare ciò: tuttavia, un furioso Jessie lo attacca alle spalle e, deciso a vendicare Andrea e il bambino ucciso da Todd nonché tutto il periodo di schiavitù che ha dovuto subire, lo strangola brutalmente con una catena.
  • Aspetta. Aspetta. Vuoi i soldi, giusto? Vuoi sapere dove sono? Se premi quel grilletto... (Jack Welker)
Episodio Felina.Dopo la strage commessa da Walt con la propria mitragliatrice sopravvivono solo Jessie, Todd, un ferito Jack e Walt stesso. Quando vede Walt avvicinarsi con una pistola, Jack raccoglie da terra la propria immancabile sigaretta e prova a convincerlo a lasciarlo vivo, promettendo di restituirgli tutti i soldi che lui e la sua gang gli avevano rubato il giorno della morte di Hank e Steven: Walt tuttavia è ormai insensibile a questi discorsi e uccide Jack con un colpo alla testa.
  • Lydia Rodarte-Quayle: Oh mio Dio...
    Walter White: Be'... addio, Lydia.
Episodio Felina. Dopo aver ucciso tutti i propri rivali, Walt chiede a Jessie di ucciderlo con un colpo di pistola: il giovane, accortosi che l'ex socio è rimasto ferito al fianco nella sparatoria, si rifiuta tuttavia di farsi manipolare nuovamente e fugge, finalmente libero. In quel momento il telefono di Todd squilla: si tratta di Lydia, che vuole sapere se Walt è stato ucciso come da programma. Walt la informa che ha avvelenato con della ricina la sua camomilla durante l'incontro che hanno avuto nel pomeriggio, condannandola ad una morte lenta e dolorosa: attaccato il telefono, Walt si dirige nel laboratorio della gang di Jack e, contemplati un'ultima volta i suoi vecchi strumenti, unica sua ragione di vita, si accascia a terra, morendo mentre alcuni poliziotti, allertati dagli spari, irrompono nell'edificio.