Apri il menu principale
Un bagnante si prepara a tuffarsi (G. Caillebotte, 1878)

Citazioni sui tuffi.

  • – Capo, a volte nella vita ti devi tuffare da un dirupo, devi chiudere gli occhi, staccarti dalla corda di sicurezza e... aggancio?... aggancio a cui sei legato e gettarti nel vuoto. Ora le chiedo, capo, vuole buttarsi con me?
    – Stai davvero pensando di tuffarti da un dirupo?
    – È possibile. (Psych)
  • Chi segue i tuffi dal trampolino è autorizzato a pensare che l'ambizione degli uomini non abbia mai fine. In questa disciplina, peraltro onorata dal coraggio e dalla grazia, gli uomini si ingegnano di mimare i gabbiani e qualsiasi altro uccello usi tuffarsi in picchiata per catturare un pesce a tutto becco. (Gianni Brera)
  • E come chi, tuffandosi nell'acqua fredda, s'è sforzato di convincersi che il piacere di tuffarsi sia tutto in quell'impressione di gelo, e poi nuotando ritrova dentro di sé il calore e insieme il senso di quanto fredda e ostile è l'acqua. (Italo Calvino)
  • Il tuffatore è principalmente occupato a trovare la massima concentrazione per eseguire il proprio tuffo. Certamente esiste l'avversario e viene anche seguito durante la gara, ma l'interesse principale è rivolto a se stessi. È spesso anche questione di psicologia, alcuni atleti non vogliono seguire né i punteggi né l'avversario, pur di essere concentrati al massimo su loro stessi. (Klaus Dibiasi)
  • L'ebbrezza di governare il proprio corpo in un ambiente del tutto diverso da quello umano, terrestre, stimola e motiva l'atleta che intraprende questo sport. In aria le leggi della biomeccanica sono completamente diverse che al suolo. Ci vogliono diversi anni per apprendere come governare il proprio corpo in volo riuscendo a piazzare un'entrata in acqua verticale e senza spruzzi, dopo magari aver effettuato tre o quattro salti mortali in aria. Bisogna poi imparare ad orientarsi in aria durante l'esecuzione di avvitamenti e salti mortali. Anche la padronanza della paura di cadere male, che ad ogni tuffo nuovo si presenta come un fattore ignoto da scoprire. La didattica è fondamentale, si passa dal facile al difficile, cercando di rendere il più piccolo possibile il fattore ignoto nell'affrontare un elemento nuovo. (Klaus Dibiasi)
  • Mi tuffo a testa in giù | e l'acqua non c'è più, | trovo sempre il pavimento... (Mina)
  • Non hai mai visto o sentito niente che ti ha fatto palpitare il cuore dall'emozione? Io sì, lo provo ogni volta che vedo qualcuno tuffarsi. La forma di un corpo che sta per diventare tutt'uno con l'acqua… per me è… la suprema bellezza! (The Legend of Zelda: Breath of the Wild)
  • Per Max, provarci era uguale a un tuffo da uno scoglio alto. Ti affacci, guardi sotto, torni indietro e dici chi me lo fa fare, ci riprovi, esiti, scuoti la testa e, quando tutti si sono buttati e si sono rotti di aspettarti, ti fai il segno della croce, chiudi gli occhi e ti lanci giù urlando. (Niccolò Ammaniti)

Altri progettiModifica