Strafumati

film del 2008 diretto da David Gordon Green

Strafumati

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Pineapple Express

Lingua originale inglese, cantonese, coreano
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2008
Genere commedia, azione
Regia David Gordon Green
Soggetto Judd Apatow, Seth Rogen, Evan Goldberg
Sceneggiatura Seth Rogen, Evan Goldberg
Produttore Judd Apatow, Shauna Robertson, Dara Weintraub (co-produttore)
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Strafumati, film statunitense del 2008 con Seth Rogen e James Franco, regia di David Gordon Green.

IncipitModifica

[Nella prima scena in bianco e nero, un generale si reca in un bunker dove si sta effettuando esperimento sulla marijuana]
Generale Bratt: Quando è cominciato?
Scienziato: Alle :05, siamo a sette minuti.
[I due si recano nella stanza dove un soldato sta fumando uno spinello come esperimento]
Scienziato: Bene soldato Miller, lei fuma l'articolo 9 da sette minuti e tredici secondi, le porremo una serie di domande. Come si sente?
Soldato Miller: Be' signore, mi sento come... come una sottiletta di burro che si squaglia sopra... una pila di frittelle. Sì.
Scienziato: Bene soldato Miller, quando pensa ai suoi superiori, che emozioni prova? [...]
Soldato Miller: Sa, sa qual è il mio problema col vostro circo bar room che chiamate esercito? Ora glielo spiego. Uno: troppi maschi, dove sono le tette? Due: perché siamo sottoterra ora, signore? Perché non possiamo stare all'aperto? Perché non stiamo in una bella piazza? perché non parliamo con la gente? Gli diciamo che esiste l'articolo 9, spargiamo la voce, urliamo dai tetti, questo è fantastico! È meglio che fumarsi Greta Garbo! [...]
Generale Bratt: Ho visto abbastanza! Concludiamo, seppellisca la botola, venda il terreno e si liberi del soggetto. Non è mai avvenuto! [...] [a telefono] Sono il generale Bratt, siamo arrivati a una conclusione sull'articolo 9: illegale! [urlando]

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Se la marijuana non diventa legale entro i prossimi cinque anni io non avrò più fede nell'essere umano, punto. Piace a tutti fumare erba, lo fanno da migliaia di anni, non mi sembra che stiano per smettere, no? Rende tutto migliore: il cibo è più buono, la musica è più bella... Porca puttana! Migliora anche il sesso! (Dale) [parlando a telefono con un'emittente radiofonica]
  • Tutto quello che fa il sistema attuale è mettere i soldi nelle mani dei criminali e questo obbliga le persone normali come te e me a trattare con quei criminali. Hai mai avuto a che fare con uno spacciatore? È terribile. È strano, è scomodo. Credono di essere tuoi amici ma non sono tuoi amici. (Dale) [parlando a telefono con un'emittente radiofonica]
  • Il cuscus... è un piatto così cazzuto che gli hanno dato un nome ripetuto. (Dale) [parlando a telefono]
  • Quello che facciamo in vita riecheggia per l'eternità.[1] (Red)
  • Andate al Days Inn, è fuori città, ok? Usate un nome falso, che so... [guardandosi intorno] Garagesky. Vi contatterò. Sentite non so chi sono questi, non so di cosa sono capaci ma io vi proteggerò tutti, velo prometto. Vi proteggerò! (Dale) [a Angie e alla sua famiglia]
  • Dicono di non mischiare il diavolo e l'acqua santa, ma io sono felice di aver mischiato il mio diavolo nella tua acqua. (Saul) [a Dale]
  • Io sono in mezzo al buddhismo e sono in pace col fatto che comunque in questo corpo è probabile che non ci resterò a lungo. Pensa a un paguro bernardo, ok? C'è una conchiglia e loro vanno da una conchiglia all'altra. E io sono così, sono tipo... sono solo un paguro bernardo che cambia guscio. (Red)

DialoghiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Dale: Ok, anche se ha trovato quel mozzicone, come fa a sapere dove sei?
    Saul: Ehm... un missile a infrarossi... segugi... volpi...barracuda.
    Dale: Rimango sempre sbalordito quando dici cose del genere, è strano.
    Saul: Grazie.
    Dale: Non è un complimento!
  • Red: Al momento è in guerra con gli asiatici. Sono in una guerra per la droga.
    Dale: Che asiatici? tecnicamente gli indiani sono asiatici.
    Saul: È vero.
    Dale: Che asiatici?
    Red: Ehm, non lo so... Forse cinesi o... coreani...
    Saul: Viet Cong?
    Red: Sì, piccoli. Piccoli. Sai il piccolo asiatico medio, quagli asiatici con le armi, la droga e non sono tuoi amici.
  • Robert [brandendo un fucile]: Fate esattamente come vi dico stronzi o vi porto fuori e vi svergino per strada!
    Saul: No, per strada, no!
  • Shannon [a telefono]: Non posso credere che sono in questa situazione solo per te e per la tua dipendenza dalla marijuana. Non ci posso credere!
    Dale: La marijuana non dà dipendenza. Uno: uso un bong, filtra la roba che dà dipendenza, davvero. Due: che cazzo c'entra questo? Ho assistito a un omicidio e ne subisco le conseguenze. Quello che succede fra noi è una cosa normale, succede a tutte le coppie che si frequentano da tre mesi, dobbiamo solo superarlo.
    Shannon: No, non è vero, Dale, così non è mai successo a nessuno. Non dovrebbe... non dovrei essere in questa situazione! Quindi vaffanculo! Sai che c'è? È finita!
    Dale: Bene, perfetto, come vuoi, è finita. Congratulazioni, prima o poi doveva succedere, perché non ora?
    Shannon: Che cazzo vorrebbe dire?
    Dale: Vuol dire che l'anno prossimo vai al college. Ti piaceranno i Goodspeed You, i Black Emperor e gli Shins e... farai così tanti pompini da diventare lesbica mentre io sarò qui a Segalandia a non fare un cazzo! Mi scaricherai quindi vaffanculo, divertiti!
  • Saul: È scappata. La scimmia è uscita dalla lampada.
    Dale: Cosa? Ma non è neanche un esempio.

NoteModifica

  1. Cfr. Il gladiatore (2000): «Fratelli! Ciò che facciamo in vita, riecheggia nell'eternità!»

Altri progettiModifica