Giovanni Gronchi: differenze tra le versioni

 
 
==Citazioni di Giovanni Gronchi==
*L'Italia guarda all'[[Stato Imperiale dell'Iran|Iran]] non soltanto come ad una terra di antichissima civiltà della quale vivono meravigliose tracce, ma anche come ad un popolo che affronta oggi la vita moderna sotto l'alta guida del [[Mohammad Reza Pahlavi|suo sovrano]], la cui saggezza ha indicato il cammino della libertà e del progresso economico e sociale.<ref>Citato in [[Vittorio Gorresio]], [http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,1/articleid,0031_01_1957_0214_0001_14089905/ ''Saluto festoso dei persiani''], ''La Stampa'', 8 settembre 1957</ref>
*{{NDR|Sulla morte di [[Giuseppe Di Vittorio]]}} Associo il mio profondo rimpianto al suo dolore ed al cordoglio di quanti, conoscendo Giuseppe Di Vittorio come lo conobbi fin dal periodo dello sforzo comune per la ricostruzione sindacale, sono stati attratti dalle sue doti di umanità e dal suo appassionato fervore in difesa delle classi lavoratrici.<ref>Citato in ''[http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,7/articleid,0063_01_1957_0263_0007_14096136/ È probabile nella CGIL una direzione collegiale]'', ''La Stampa'', 5 novembre 1957.</ref>
 
25 109

contributi