Differenze tra le versioni di "Alberto Ronchey"

→‎Citazioni: l'analisi di Daniel Bell
(→‎Citazioni: inoovazione scientifica e tecnica in URSS)
(→‎Citazioni: l'analisi di Daniel Bell)
*Sul terreno della civiltà materiale, l'Angloamerica era stata la prima fra le società moderne a inficiare l'antica legge sull'inevitabilità della miseria di massa, la «tradizione della disperazione» di [[David Ricardo|Ricardo]] e [[Thomas Robert Malthus|Malthus]], avendo avviato per prima a soluzione il problema di produrre su larga scala superando l'economia della scarsità. (p. 9)
*Il [[Jimmy Carter|carterismo]] è stato un'espressione contemplativa, erratica e spesso penitenziale della «crisi d'epoca» americana, che è insieme economico-energetica, strategica, politica, per certi aspetti istituzionale dopo [[Scandalo Watergate|Watergate]] e l'eclissi o la vanificazione dei poteri presidenziali. Il [[Ronald Reagan|reaganismo]], forse più che una soluzione, è anch'esso un'espressione della crisi. Ma un'espressione di segno contrario, assertiva e fiduciosa benché semplificatoria: una forma di atavismo americano. (p. 33)
*L'analisi di [[Daniel Bell]] distingue tre sfere nello scenario di quell'Estremo Occidente che è la società americana: l'economia (guidata finora dal principio del minimo costo, dell'ottimalità produttiva, dell'efficienza), la politica (dove il principio fondamentale è la legittimazione del consenso, anzi la partecipazione di tendenza egualitarista) e la comune cultura (dove il principio dominante è l'auto-realizzazione individuale, anzi oggi l'auto-gratificazione e l'edonismo di massa). Ma questi principi contrastano fra loro, perché nello stesso tempo muovono la gente verso finalità incompatibili. (p. 56)
*Quante innovazioni scientifiche o tecniche, fra quelle che modificano la vita materiale degli uomini, sono venute dall'[[Unione Sovietica|URSS]] negli ultimi decenni? Non il transistor o il computer, l'energia elettrica nucleare o le fibre sintetiche, il radar o il laser, gli antibiotici o i vaccini antipolio, le scoperte genetiche o la «rivoluzione verde» delle sementi ibride. Nell'URSS furono a lungo proibiti campi di studio come la cibernetica e la genetica. Tuttora uno scienziato non può dedicarsi a ricerche autonome, ma è vincolato a quelle permesse dal piano. La ricerca può considerarsi avanzata solo nella tecnologia militare, mentre nel campo della geologia è favorita da una tradizione che risale al XVIII secolo e alla circostanza che l'URSS possiede tutti i tipi di minerali (gli Stati Uniti ne devono importare la metà). (p. 123)
 
23 691

contributi