Rhetorica ad Herennium: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
 
==Citazioni==
*Due sono le memorie: una naturale, l'altra artificiale. Naturale è quella che è insita nella nostra mente ed è nata assieme al nostro pensiero; artificiale quella che trae la propria forza dal metodo e dallo studio. Ma come in altri campi l'arte e contribuisce a fortificare ed aumentare i doni della natura e, anche se la bontà dell'ingegno può sovente supplire alla dottrina, così accade qui: che talvolta la memoria naturale, se qualcuno se la ritrova eccellente, è pari a quella artificiale, ma quest'ultima conserva e accresce con l'educazione le qualità innate. (III, XVI) <ref>citato in Fabio Ferrucci, ''L'arte della memoria di Giordano Bruno'', Anima edizioni, p.25 ISBN 88-89137-40-1</ref>
*Bisogna scegliere chi decidi di amare. (IV, 21, 29) <ref>citato in Paola Mastellaro, ''Il libro delle citazioni latine e greche'', Mondadori, Milano, 2012, cap. ''[[Amicizia]]'', p. 17. ISBN 978-88-04-47133-2</ref>
:''Deligere oportet quem velis diligere''.
*Bisogna [[mangiare]] per vivere, non vivere per mangiare. (IV, 28, 39) <ref>citato in [[Giuseppe Fumagalli]], ''[[s:Chi l'ha detto?|Chi l'ha detto?]]'', Hoepli, 1921, p. [[s:Pagina:Chi l'ha detto.djvu/621#c1767|589]]</ref>
:''Esse oportet ut vivas, non vivere, ut edas''.
== Note ==
 
<references />
==Altri progetti==
{{interprogetto|preposizione=sulla|etichetta=''Rhetorica ad Herennium''}}
3 284

contributi