Differenze tra le versioni di "Papa Pio II"

574 byte aggiunti ,  5 anni fa
→‎Citazioni su Papa Pio II: Inserisco una citazione su Pio II.
(Inserisco una citazione.)
(→‎Citazioni su Papa Pio II: Inserisco una citazione su Pio II.)
*L'educazione dell'intelletto solevano allora i tedeschi fornire nelle Università italiane; non perché in [[Germania]] ne mancassero, avendo [[Heidelberg]] una Università fin dal 1300, [[Vienna]] dal 1348, [[Colonia]] dal 1388, [[Erfurt]] dal 1392, e recentemente [[Lipsia]] dal 1409: ma in [[Italia]] allora erano più in fiore. Enea Silvio narra che un tal Ceanese, monaco francescano, dopo studiato in [[Padova]], era andato a perfezionarsi a [[Vienna]]: ma udito ch'ebbe quei maestri, salì la cattedra, ed, invece di apprendere, si mise ad insegnare. ([[Francesco Fiorentino]])
*Pio II (1458 – 1464), prima di esser papa, fu Enea Silvio Piccolomini, personaggio dell'Umanesimo gaudente, e dobbiamo immaginarlo con un gruppo di amici, dedito a bagordi, cene, banchetti e gozzoviglie, che lo portarono a lapidare in poco tempo 200.000 fiorini, una somma pari a 10 milioni di euro di oggi. Di quella golosità, e lussuria, al papa resta solo la voglia insaziabile di cacio pecorino, che peraltro si fa arrivare a Roma direttamente dai suoi pastori nel Senese. E lo gusta ovviamente con fave, noci e pere, innaffiato dal vino Chianti. ([[Claudio Rendina]])
*Quel che è certo è che, tenendo conto delle tappe della carriera di Enea (carriera umana, prima ancora che politica ed ecclesiastica), tenendo conto della vastità straordinaria dei suoi orizzonti e delle sue esperienze, si può arrivare ad avere una visione più piena e profonda anche della tutt'altro che pacifica e tranquilla sintesi finale, la sintesi degli anni di pontificato. Insomma: bisogna rassegnarsi a respingere l'invito rivolto dal Piccolomini nell'atto di ascendere al papato. Per capire bene Pio non bisogna mai dimenticarsi di Enea. ([[Remo Ceserani]])
 
==Note==