Apri il menu principale

Modifiche

m
nessun oggetto della modifica
'''Olga Ceretti Borsini''' (–), scrittrice, saggista e traduttrice italiana.
 
 
==''Soltanto scherno per l'amore''==
«Sono felice che conosciate il vostro dovere, poiché da venti anni circa è norma nota e stabilita in [[Inghilterra]] che i primi approcci onde vengan costantemente fatti dalle dame che aspirano a conoscermi; e quanto più alto era il loro rango, tanto più grandi sono sempre stati tali approcci».<br>Che si deve pensare quando un uomo, sia pure di immenso genio osa scrivere a una signora parole del genere? Soprattutto, come va giudicato quest'uomo – anche se si chiama [[Jonathan Swift]] – sapendo che adopera un simile tono sull'inizio del secolo XVIII, quando le distanze sociali hanno ancora un'importanza enorme anche in Inghilterra? Ricordando che la lettera dalla quale è tolto questo brano è indirizzata a Caterina di Queensberry, moglie di ''Chief Justice'', duchessa, ricchissima, celebre non solo per l'eccentricità, ma per la grazia, lo spirito, la cultura?
===Citazioni===
*Cambiar [[nome]] all'essere che si ama, o che si presume di amare, è già un'inavvertita ammissione di scontentezza.
*La posizione di un uomo conteso fra due donne è sempre difficile, spesso addirittura penosa e ridicola: Jonathan Swift trova il modo di esasperarla sino al dramma.
*''Amato, non amante'': ecco quale sarebbe stato il degno epitaffio per la tomba nella cattedrale di Dublino dove, sul finire dell'ottobre 1745, Jonathan Swift venne sepolto accanto a Stella.
*Suzan destevava lo sfruttamento del proletariato, così come odiava l'asservimento della personalità umana ad un'etica materialistica che menomava l'individuo nell'intelletto e nel carattere.
 
({{NDR|Olga Ceretti, ''Suzan Anthony'', Historia, luglio 1978, n. 245, Cino del Duca}}
 
 
[[Categoria:Saggisti italiani|Ceretti, Olga]]
[[Categoria:Scrittori italiani|Ceretti, Olga]]
[[Categoria:SaggistiTraduttori italiani|Ceretti, Olga]]