Apri il menu principale

Modifiche

m
fix link
===Citazioni===
*'''Cajo Gracco''': ''Ho tale un [[Cuore|cor]] nel petto, | Che ne' disastri esulta ; un cor che gode | Lottar col fato, e superarlo''. (Atto I, p. 123)
*'''Fulvio''': ''Aura che passa, | Ed or da questo or da quel lato spira, | È amor di [[Popolo|plebe]]''. (Atto I, p. 124)
*'''Cajo Gracco''': ''Lìon che dorme | È la plebe romana, e la mia voce | Lo sveglierà : vedrai''. (Atto I, p. 124)
*'''Fulvio''': ''Ha qualche volta | I suoi segreti l'[[Amicizia|amistà]]''. (Atto I, p, 126)
*'''Cajo Gracco''': ''Da chi m'[[Odio|odia]], m'è caro aver la morte | Pria che la vita''. (Atto II, p. 133)
*'''Fulvio''': ''I miei misfatti, o donna, | Son due: l'[[odio]] a' [[Superbia|superbi]], e immenso, e ardente | Amor di [[libertà]].'' (Atto II, p. 135)
*'''Opimio''': ''È la [[Popolo|plebe]] romana una tal belva | Che, come manco il pensi, apre gli artigli, | E inferocita ciecamente sbrana | Del par chi l'accarezza, e chi l'offende. | Oggi t'adora, e dimani t'uccide, | Per tornar poscia ad onorarti estinto''. (Atto II, p. 136)
*'''Opimio''': ''Tripudia, esulta, sfogati, | Stolida [[Popolo|plebe]], generata in seno | Alla paura: imparerai tra poco | A tacer''. (Atto II, p. 139)
*'''Cajo Gracco''': ''[[Popolo]] ingiusto è popolo [[Tirannia|tiranno]]; Ed io l'amore de' tiranni abborro''. (Atto II, p. 139)
*'''Opimio''': ''La [[virtù]] difese | L'iniquità; ma pur soggiacque''. (Atto II, p. 145)
*'''Cajo Gracco''': ''Ben io ti dico, che mia [[patria]] è quella | Che nel [[popolo]] sta''. (Atto II, p. 146)
*'''Cajo Gracco''': ''[[Consiglio]] di nemico è tradimento''. (Atto II, p. 147)
*'''Cajo Gracco''': '' Fulmine colga, | Sperda que' [[Malvagità|tristi]] che per vie di [[sangue]] | Recando [[libertà]] recan catene, | Ed infame e crudel più che il servaggio | Fan la medesma libertà''. (Atto II, p. 154)