Differenze tra le versioni di "Don Camillo e l'onorevole Peppone"

m
m (ha spostato Don Camillo e l'Onorevole Peppone a Don Camillo e l'onorevole Peppone: allineamento a wikipedia)
== Dialoghi ==
 
* '''Don Camillo''': Io, vedete, non posso assolutamente sopportare l'inganno,. ioIo avrò molti difetti, Signore, ma non quello di mentire e di turlupinare il prossimo,. questoQuesto ''Fronte Indipendente'' è falso e... <br />'''Gesù''': Come il tuo biglietto don Camillo. <br />'''Don Camillo''': Il mio biglietto? Quale biglietto? <br />'''Gesù''': Il biglietto da cinquemila che hai appioppato a Peppone. {{NDR|PerDon acquistargliCamillo ha precedentemente acquistato dalle mani di Peppone una copia del giornale ''Patria Unita'', redatto appositamente per la sua campagna elettorale.}} <br />'''Don Camillo''': L'avevo dimenticato,... una distrazione,... comunque sia con quei soldi falsi ci ho comprato delle falsità, il conto torna.! <br />'''Gesù''': Rimarrebbero le 4.975 lire buone che ti ha dato di resto Peppone,: quelle dove le metti? <br />'''Don Camillo''': Beh, quelle posso anche accettarle come contributo volontario del ''Fronte Indipendente'' per le migliorie alla minestra dei poveri vecchi,. naturalmenteNaturalmente gli manderò una regolare ricevuta. </br>{{NDR|Si sentono, fuori campo, degli slogan anticlericali del Fronte}} <br />'''Don Camillo''': Li sentite, Signore? Li sentite? Ma tanto è inutile, non passeranno. Dio non lo permetterà! <br />'''Gesù''': E allora sia fatta la volontà di don Camillo. <br />'''Don Camillo''': La vostraVostra, Signore, la vostraVostra, non la mia.
 
*'''Don Camillo''': Scommetto che [Peppone] non sa neanche chi ha scoperto l'[[America]]. {{NDR|Riferendosi a Peppone}} <br /> {{NDR|Repentino cambio di scena in cui Peppone è interrogato in preparazione all'esame di quinta elementare}}</br> '''Peppone''': [[Cristoforo Colombo]], 12 ottobre 1492. <br /br> [...] <br />'''InterrogatoreProfessore''': L'esame, anche se è solo di quinta è una cosa dura,: speriamo che non si faccia impressionare dalla commissione. <br />'''Peppone''': Io non mi sono impressionato neanche davanti ai mitra spianati, eh.? <br />'''InterrogatoreProfessore''': Lo so, ma i mitra non le facevano domande di storia, geografia, aritmetica... <br />'''Peppone''': Non ho paura neanche del [[Teorema di Pitagora]],... che non è in programma,... passeremo! {{NDR|Alzando il pugno chiuso}}
 
* '''Peppone''': Voi non siete un uomo, voi siete un prete! {{NDR|Don Camillo gli pesta violentemente il piede}} Se siete un uomo aspettatemi fuori! {{NDR|Fuori dall'edificio scolastico alla fine dell'esame}} <br />'''Don Camillo''': D'accordo, ma guarda che siamo in due,: prima le pigli dall'uomo, e poi le buschi dal prete!
 
* '''Peppone''': I diritti li ha solo il popolo lavoratore,: voi avete voluto diventare proprietario, arrangiatevi.! {{NDR|Rivolto al Bezzi}} <br />'''Don Camillo''': Ah, se il Tasca non sgombera noi ci rivolgiamo alle autorità per lo sfratto! <br />'''Peppone''': Qui l'unica autorità che riconosco è il popolo e il popolo siamo noi!
 
*{{NDR|Don Camillo ha appena impedito che Peppone facesse saltare in aria un ponte}}</br> '''Peppone''': Non sapete cosa avete fatto, sono rovinato!</br> '''Don Camillo''': Eri rovinato se il ponte saltava.</br> '''Peppone''': Ma state zitto, cosa ne sapete dei fatti miei...</br> '''Don Camillo''': ''Mo'' io so tutto: hai paura che la polizia scopra che sotto un mucchio di fascine c'è una colomba della pace {{NDR|riferendosi ad un carroarmato}} che invece di tubare spara!</br> '''Peppone''': Ma non è vero, se il Tasca ha nascosto quel carro è stato solo per farne un trattore.</br> '''Don Camillo''': Un trattore, sì, per gli orti!
404

contributi