Carlo Porta: differenze tra le versioni

 
===''La Ninetta del Verzee''===
''Bravo el mè Baldissar! bravo el mè nan! | l’eva poeù vora de vegnì a trovamm... | T’el seet mattascion porch che maneman | l’è on mes che no te vegnet a ciollamm? | Ah Cristo! Cristo! com’hin frecc sti man! | Bell bell... speccia on freguj... te voeu geramm, | bolgirossa! che giazz! aja i mee tett! | che bell cojon, sont minga on scoldalett.''
:''Bravo il mio Baldassarre! bravo il mio ninetto! | era poi ora di venire a trovarmi... | Lo sai mattacchione porco che quasi | è un mese che non vieni a fottermi? | Ah Cristo! Cristo! come sono fredde queste mani! | Piano piano... aspetta un po'... tu vuoi gelarmi, | caspita! che ghiaccio! ahi le mie tette! | che bel coglione, non sono mica uno scaldaletto''.