Apri il menu principale

Serafino di Sarov

monaco, santo e mistico russo
Serafino e l'orso

Serafino di Sarov, al secolo Prochor Mošnin (1759 – 1833), monaco e mistico russo, santo della Chiesa ortodossa.

Colloquio con MotovilovModifica

  • Acquisire lo Spirito di Dio è dunque il vero fine della nostra vita cristiana al punto che la preghiera, le veglie, il digiuno, l'elemosina e le altre azioni virtuose fatte in Nome di Cristo non sono che dei mezzi per tal fine.
  • Dove non c'è dolore non c'è salvezza.
  • La nostra fede non si appoggia su parole di saggezza terrena ma sulla manifestazione della potenza dello Spirito.
  • Lo Spirito Santo ci ricorda le parole di Cristo e lavora assieme a Lui, guidando i nostri passi solennemente e gioiosamente nella via della pace. L'agitazione prodotta dallo spirito diabolico che si oppone a Cristo ci incita, invece, alla rivolta e ci rende schiavi della lussuria, della vanità e dell'orgoglio.
  • Lo Spirito Santo riempie di gioia tutto ciò che tocca.
  • Per quel che riguarda la preghiera nulla la impedisce: ognuno ha la possibilità di pregare, il ricco e il povero, l'uomo benestante e quello indigente, il forte e il debole, il sano e il malato, il virtuoso e il peccatore.
  • Quando lo Spirito Santo scende sull'uomo con la pienezza dei suoi doni, l'animo umano è riempito d'una gioia indescrivibile; lo Spirito Santo ricrea nella gioia tutto quanto sfiora.
  • Ricordate che solo una buona azione fatta nel nome di Cristo ci procura i frutti dello Spirito Santo.

Citazioni su Serafino di SarovModifica

  • Il santo più influente nella vita e nell'esperienza dell'ortodossia del ventesimo secolo sia stato Serafino di Sarov, che è proprio un santo della trasfigurazione. (Kallistos Ware)

BibliografiaModifica

  • Serafino di Sarov, Colloquio con Motovilov, in Vita, colloquio con Motovilov, insegnamenti spirituali, traduzione di Irina Goraïnoff, Gribaudi, 1981.

Altri progettiModifica