Saw - L'enigmista

film del 2004 diretto da James Wan

Saw – L'enigmista

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Saw

Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 2004
Genere horror, thriller
Regia James Wan
Sceneggiatura Leigh Whannell
Produttore Gregg Hoffman, Mark Burg, Oren Koules
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Saw – L'enigmista, film statunitense del 2004, con Leigh Whannell regia di James Wan.

TaglineOgni puzzle ha i suoi pezzi

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Aiuto! Qualcuno mi aiuti! C'è qualcuno? Ehi! (Adam)
  • Perché dovrei dirti chi sono? Tu piuttosto chi sei?! (Adam) [al dottor Lawrence Gordon]
  • Apri bene le orecchie, Adam. Ti starai chiedendo dove sei finito. Ti dirò dove saresti stato adesso: nella tua squallida camera a vegetare. Finora sei stato semplicemente alla finestra a guardare gli altri che vivono la loro vita. Ma che cosa vedono i voyeurs, quando si guardano nello specchio? Io ti vedo, sei uno strano mix di diversi frammenti, arrabbiato, a volte apatico, ma più che altro patetico. Bene, Adam, oggi o guarderai la lenta agonia di te stesso oppure finalmente vivrai. (Jigsaw)
  • Dottor Gordon, è arrivato il tuo momento. Ogni giorno della tua vita professionale hai dato a qualcuno la notizia che presto sarebbe morto. Adesso sarai direttamente tu la causa della morte. Il tuo obiettivo in questo gioco è uccidere Adam. Hai tempo fino alle sei per farlo. Nella stanza c'è un uomo con voi. Quando il tuo sangue è ormai avvelenato ti resta da fare solo una cosa... spararti. [Jigsaw si mette a tossire] Ma le vie di fuga per salvarsi esistono e sono nascoste intorno a te. Quindi ricordati, la X contrassegna il luogo del tesoro. Se non ucciderai Adam entro le sei, allora Alison e Diana moriranno, Dott. Gordon, e ti lascerò solo in questa stanza a marcire. Ora ha inizio il gioco. (Jigsaw)
  • Non vuole che tagliamo le catene. Vuole che ci tagliamo i piedi. (Dott. Lawrence Gordon)
  • All'Enigmista piace riservarsi un posto in prima fila per assistere al suo gioco malato. (Kerry)
  • Ciao, Amanda, tu non mi conosci, ma io conosco te. Voglio fare un gioco... (Jigsaw)
  • Come puoi notare, Amanda, io non dico bugie. Quindi non perdere tempo. Vivere o morire. Fa' la tua scelta. (Jigsaw)
  • Congratulazioni, Amanda, sei ancora viva. Molta gente è così poco riconoscente nei confronti della vita; ma tu no, non più ora. (Jigsaw)
  • Per combattere un male devi sforzarti di conoscerlo il più possibile. (Dott. Lawrence Gordon)
  • Le sigarette sono innocue, lo giuro. È il sangue contaminato che rende il fumo velenoso. Riflettici. Non hai bisogno della pistola per uccidere Adam. (Jigsaw)
  • Scendi subito da lì, depravato di merda! (Tapp)
  • Perché t'arrabbi? Guarda che non me ne frega niente! Per quanto che mi riguarda puoi pure spalmarti tutto di burro e farti una gangbang con quindici ninfomani! (Adam)
  • Brutto bastardo! Ti ammazzo, figlio di puttana! Ti faccio a pezzi! Maledetto figlio di puttana! Ti faccio a pezzi! Ti ammazzo! Ti ammazzo! (Dott. Lawrence Gordon) [a Zep]

DialoghiModifica

  • Dott. Lawrence Gordon: Hai trovato qualcosa?
    Adam [cercando nella toilette]: Niente di solido.
  • Detective Sing: Ce n'è abbastanza per un mandato?
    Detective Tapp: Perché? Ci serve un mandato?
  • Detective Tapp: Bastardo malato!
    Jigsaw: Sì, sono malato, agente. Ho una malattia che mi divora dall'interno e sono stanco, stanco di chi non riesce ad apprezzare il dono della vita. Di chi non rispetta le sofferenze degli altri. Stanco di tutto!

ExplicitModifica

  • [Adam, solo e incatenato nel bagno, fa partire il nastro di un registratore che ha trovato]
    Registratore [Jigsaw]: Salve, signor Hindle, o, come ti chiamano in ospedale, Zep. Voglio che tu faccia una scelta. C'è un veleno a lento rilascio in circolazione nel tuo sangue. Solo io ho l'antidoto. Devi uccidere una madre e una figlia se vuoi salvarti.
    [Flashback]
    Zep: Il tempo del dottor Gordon è scaduto.
    [Presente]
    Registratore [Jigsaw]: Segui attentamente quello che dico; rispetta le regole.
    [Flashback]
    Dott. Lawrence Gordon: Perché?
    Zep: È la regola del gioco.
    [Presente]
    [il cadavere al centro del bagno si alza in piedi davanti agli occhi spaventati di Adam; è Jigsaw]
    Jigsaw: La chiave della catena... è nel cassonetto del bagno.
    [Flashback]
    [La chiave è finita nello scarico della vasca da bagno che Adam aveva accidentalmente aperto]
    Zep: È una persona interessante. Si chiama John.
    Dott. Lawrence Gordon: Ha un tumore inoperabile al lobo frontale.
    Jigsaw: Ho una malattia che mi divora dall'interno e sono stanco.
    Kerry: È la firma dell'Enigmista.
    Jigsaw: Stanco di chi non riesce ad apprezzare il dono della vita.
    Kerry: All'Enigmista piace riservarsi un posto in prima fila per assistere al suo gioco malato.
    Jigsaw: Ciao, Mark – Paul – Amanda – Zep... Voglio fare un gioco.
    [Presente]
    [Adam tenta di sparare a Jigsaw, ma riceve una scarica elettrica da quest'ultimo]
    Jigsaw: Molta gente è poco riconoscente nei confronti della vita. Ma tu no... non più ora. [Adam urla] Fine del gioco! [chiude la porta del bagno]
    [Buio]
    Adam: Aahhh!!! Aahhh!!! Noooo!!! No! No!! Noooo!!!

Altri progettiModifica