Rivoluzione dei tronchi

Citazioni sulla rivoluzione dei tronchi.

CitazioniModifica

  • Avremmo dovuto agire con maggior tatto e prudenza. Sapevamo di inimicarci anche i serbi della Croazia che desideravano vivere in pace con noi. (Stjepan Mesić)
  • Cosa dobbiamo fare? Parte della Croazia è in rivolta. Dobbiamo forse importare autocarri pieni di matite per poter scrivere: «Non attaccateci, per favore»? Ho un messaggio per i serbi: presto la bandiera croata sventolerà di nuovo a Knin! (Stjepan Mesić)
  • I serbi della Krajina contestavano l'indipendenza della Croazia, L'ultima volta che la Croazia fu indipendente, cinquant'anni fa, aveva perpetrato il genocidio della minoranza serba. La nostra gente aveva davvero paura. (Borisav Jović)
  • Mesić mi disse che se non avessimo fatto marcia indietro, la Croazia avrebbe reagito in questo modo: [...] Primo, la Croazia si sarebbe separata dalla federazione; Secondo, avrebbe chiesto l'intervento dell'Onu. Quei trafficanti d'armi avevano la sfoderatezza di esigere la protezione dell'Onu!; Terzo, la Croazia avrebbe abbandonato le istituzioni federali. Replicai: "Allora è la guerra!". (Borisav Jović)

Franjo TuđmanModifica

  • A Belgrado erano consapevoli delle loro azioni: appoggiavano una rivolta contro il mio governo croato, eletto democraticamente.
  • Belgrado negò ogni coinvolgimento e cercò mille scuse - non erano stati loro a ordinare il rientro degli elicotteri, bensì la torre di controllo e solo per motivi tecnici - ma sapevamo che erano menzogne.
  • Mi trovavo a Spalato, in occasione dei Campionati europei di atletica, e fu allora che ordinai di inviare a Knin un distaccamento di forze speciali, per sedare la rivolta della polizia serba.

Yugoslavia – Morte di una nazioneModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • La tragica crisi jugoslava comincia proprio qui nella Krajina. La polizia della Krajina, regione croata maggioranza serba, non accetta l'autorità del neo eletto presidente Tuđman.
  • I serbi non hanno dimenticato le centinaia di migliaia di connazionali uccisi dagli ustascia, gli estremisti croati alleati delle forze naziste. Il presidente Tuđman rende omaggio alla bandiera croata, la stessa che aveva sventolato insieme alla svastika nazista. I serbi non lo possono accettare.
  • La televisione di Zagabria ironizza sulla vicenda, definendo i ribelli uno sparuto gruppo di ubriaconi.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica