Resident Evil: Extinction

film del 2007 diretto da Russell Mulcahy

Resident Evil: Extinction

Immagine Route_du_désert_vers_Cox_Gassi_Crop.jpg.
Titolo originale

Resident Evil: Extinction

Lingua originale inglese
Paese Germania, Regno Unito
Anno 2007
Genere azione, fantascienza, orrore, fantastico, avventura, thriller
Regia Russell Mulcahy
Soggetto Paul W. S. Anderson
Sceneggiatura Paul W. S. Anderson
Produttore Paul W. S. Anderson, Jeremy Bolt, Bernd Eichinger, Samuel Hadida, Robert Kulzer
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Resident Evil: Extinction, film del 2007, con Milla Jovovich e Wentworth Miller, regia di Russell Mulcahy.

IncipitModifica

La Umbrella Corporation credeva di aver fermato l'infezione. Si sbagliava. Racoon City era solo l'inizio. In poche settimane il Virus T ha consumato gli Stati Uniti. Dopo qualche mese, il mondo. Il virus non ha spazzato via solo la vita umana. I laghi e i fiumi si sono prosciugati, le foreste sono diventate dei deserti e interi continenti terre aride e desolate. A poco a poco inesorabilmente, la terra ha incominciato ad appassire e a morire. I pochi sopravvissuti hanno imparato a restare in movimento. Evitiamo le grandi città, non rimaniamo mai troppo a lungo in un posto sono attratti da noi. Solo pochi all'inizio, ma poi sempre di più. Un'armata infinita di "Non Morti". Per quelli di noi ancora in vita, restare nomadi sembrava l'unico modo di restare vivi. (Alice)

FrasiModifica

  • Aspettare dei risultati non dà la garanzia di ottenerli. (Isaacs)
  • La gente ha il vizio di morire accanto a me. (Alice)
  • Las Vegas. È l'unico posto dove troveremo di sicuro benzina e provviste. (Claire)
  • Abbiamo prosciugato ogni paese negli ultimi sei mesi. Ci restano le grandi città. (Claire)
  • [Las Vegas sommersa dalla sabbia] Cinque anni, nessuno può fermare la sabbia. (Claire)
  • Arrampicarsi sulla Tour Eiffel con un grosso fucile. Di sicuro non mi noterà nessuno. Be', diamo il via alle danze. (Chase)
  • Vuol dire che il mio sangue è la cura per tutto questo? (Alice)
  • [Dopo aver ucciso il clone mostruoso di Isaacs] Sì, tu sei il futuro. (Alice)
  • Non aspetterete così a lungo, ragazzi. Perché vi verrò a cercare. E porterò anche qualche amico con me. (Alice)

DialoghiModifica

  • Claire: Queste persone mi hanno affidato le loro vite. Non hanno bisogno di sogni impossibili.
    Carlos: Forse è proprio quello che ci vuole. Guardali, Claire. Sei mesi fa, eravamo in 50 poi 40. Ora siamo meno di 30. Cominciano ad arrendersi. Gli serve una qualche specie di speranza.
  • Alice: Carlos, io...
    Carlos: Non dire niente. Devi promettermi solo una cosa. Quando arrivi lì giù...
    Alice: Consideralo fatto.
  • Alice: Sì, so bene cosa sei. Conoscevo tua sorella, era una puttana assassina.
    Regina Bianca: La mia gemella stava semplicemente seguendo il sentiero più logico per preservare la vita umana.
    Alice: Sì. Uccidine alcuni, salvane tante...
  • Isaacs: Per tanto tempo, ho creduto che tu fossi il futuro. Mi sbagliavo: io sono il futuro.
    Alice [ride istericamente]: No, tu sei solo un altro stronzo. Moriremo tutti e due qui sotto.

Altri progettiModifica