Remy de Gourmont

poeta, romanziere e giornalista francese

Remy de Gourmont (1858 – 1915), poeta, scrittore e critico d'arte francese.

Ritratto di Remy de Gourmont

Citazioni di Remy de GourmontModifica

  • Il Cittadino è una varietà dell'Uomo; varietà degenerata o primitiva, egli è rispetto all'uomo ciò che il gatto di fogna è rispetto al gatto selvaggio. Del resto è un animale stimato e ben conosciuto: i sapienti che l'hanno scelto come soggetto delle loro pazienti ricerche si chiamano Sociologi.
Le Citoyen est une varieté de l'Homme; varieté dégénérée ou primitive, il est à l'homme ce que le chat de gouttière est au chat sauvage. C'est d'ailleurs un animal[1]éstimé et bien connu: les savants qui l'ont choisi pour soujet de leurs patientes recherches se nomment Sociologues.[2]
  • Il maschio è un incidente; la femmina sarebbe bastata.[3]
  • L'arte dello scrivere consiste nel ripetere cose già dette e nel ripeterle in modo che la gente creda di leggerle per la prima volta.[4]
  • La politica dipende dagli uomini di stato pressappoco come il tempo dipende dagli astronomi.
La politique depend des hommes d'État, à peu près comme le temps dépend des astronomes.[5]
  • Le donne sanno delle cose che non sono mai state scritte né insegnate.[6]
  • Quando, nel 1867 col Livre de Jade e nel 1869 col Dragon impérial la figlia maggiore di Théophile Gautier[7] [Judith Gautier] esordì nella letteratura, ci fu un momento di sorpresa e quasi di rivolta. Non si voleva credere che quella prosa sì originale e sì sdegnosamente impersonale fosse opera esclusiva d'una donna. V'era il fare del Gautier, ma ancora più puro, più ironico e più dolce, e l'autrice, maritata alla vigilia, non aveva ancora vent'anni.[8]
  • Un'emozione estetica rende l'uomo recettivo ad un'emozione erotica. L'arte è complice dell'amore. Se si allontana l'amore non ci sarà a lungo arte.
L´émotion esthétique met l’homme dans un état favorable à la réception de l’émotion érotique. L'art est complice de l'amour. L'amour ôté, il n'ya plus d'art; et l'art ôté[9]
  • Un imbecille non si annoia mai: si contempla.
Un imbécile ne s'ennuie jamais: il se contemple.[10]

NoteModifica

  1. Animai, refuso, nel testo.
  2. Da (FR) Épilogues: Réflexions sur la vie – 1895-1898, BnF collection ebooks p. 68. ISBN 9782346003105
  3. Da Physique de l'amour. Citato in Dizionario delle citazioni, a cura di Italo Sordi, BUR, 1992. ISBN 88-17-14603-X
  4. Citato in Oriana Fallaci, Insciallah, Rizzoli, Milano, 2000, p. 207.
  5. (FR) Da Promenades philosophiques, Mercure de France, Parigi, 1917, vol. III, p. 260.
  6. Citato in Pitigrilli, L'ombelico di Adamo, Milano, Sonzogno, 1951, p. 196.
  7. Nel testo "Gauthier".
  8. Citato in Jean de Gourmont, Letterati contemporanei: Judith Gautier, in Emporium Rivista mensile illustrata d'arte letteratura scienza e varietà, Istituto italiano d'arti grafiche Bergamo - Editore, volume XXVII, 1895, p. 427.
  9. Da Le chemin de velours: nouvelles dissociations d'idées Mercvre de France, 1928, p. 145.
  10. (FR) Da Promenades philosophiques, vol. III, p. 260.

Altri progettiModifica