Pier Carlo Leoni

storico ed epigrafista italiano

Conte Pier Carlo Leoni (1812 – 1874), storico ed epigrafista italiano.

Dell'arte e del Teatro Nuovo di PadovaModifica

  • La Grassini stupenda figura, tutta soffusa di voluttuoso e magnetico languore, linee soavissime, attraenza maliarda nei modi; avea quel canto che all'anima si sente.
    Ed altra gloria le dava celebrità: l'aver domato [Napoleone] il vincitor di Marengo, di cui narravasi che
    Il caldo a....... ch'ei ne svenisse. (cap. VII, p. 66)
  • Oh le teste delle donne si giudicano dalla capigliatura! (cap. VII, p. 67)
  • La donna molto bella è per legge d'orgoglio la più fredda, perché tutta compresa di sé, non le resta tempo ad espandersi. (cap. VII, p. 67)
  • [Domenico Barbaja] Nella scala sociale, da garzone, sensale, mezzano, spia, banchiere s'innalzò ad appaltatore dei regi teatri di Napoli. Perciò al primo d'Europa, il San Carlo. Uno stampo de' più goffi, era piccolo, grosso, grasso panciuto, con occhi neri scintillanti, infocati di libidine e procacità. Fino simulatore e sopraffino dissimulatore; amava esser creduto sciocco, a patto di poter ingannare chi lo credea. (cap. VIII, p. 75)

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica